Così è, se vi Padel #18 – Alejandro Galán Romo

-

Appuntamento numero diciotto di “Così è, se vi Padel”, rubrica che snocciola numeri, aneddoti e curiosità su tutte le star dello sport del momento: oggi tocca a Alejandro Galán Romo.

Nome: Alejandro Galán Romo
Anno di nascita: 1996
Nazionalità: Spagna
Soprannome: Galantico
Posizione: Sinistra
Professionista dal: 2014
Profilo Instagram: @alegalan96

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ale Galan (@alegalan96)

Alejandro Galán nasce a Madrid e inizia fin da piccolissimo a giocare a padel. A sette anni mette infatti per la prima volta piede in un campo, ma essendo il più piccolo per poter competere deve migliorare molto in fretta. E lo fa arrivando fino ai professionisti nel 2014. In coppia con Juan Cruz Belluati però non sfonda e nel 2018 sceglie come partner Matias Díaz vincendo i suoi primi due tornei, a Valladolid e Lugo.

L’anno successivo inizia la stagione con Juani Mieres vincendo il torneo di Buenos Aires grazie al ritiro in finale di Belasteguin e Lima. A metà stagione Galán cambia coppia approdando proprio con il brasiliano: al primo torneo, a Valencia, vincono subito arrivando fino al successo al torneo Master di fine anno.

Nonostante gli ottimi risultati Galán e Lima si separano: dal 2020 lo spagnolo sceglie Lebron e la scelta non fu mai così azzeccata. Da qui in avanti, i successi fioccano con ben 37 vittorie su un totale di 42 match giocati solo in quell’anno solare. Una cifra pazzesca che catapulta lui e Juan al numero 1 della classifica WPT, staccando di parecchio i diretti rivali.

Nell’ultimo biennio Galán è a detta di tutti i suoi colleghi il giocatore più dominante: lui stesso si definisce aggressivo e ambizioso. La differenza con tutto gli altri sta nel fatto che giochino un padel molto più fluido, privo di alcuni dei dogmi più classici. Su tutti il fatto che il giocatore di destra, colui che di solito costruisce il punto per quello di sinistra, sia ora slegato da questo scopo. In questa coppia entrambi costruiscono a fasi alternate, con il punto che può essere chiuso sia da uno che dall’altro. Questa novità potrebbe sembrare poco importante ma, a conti fatti, è una piccola grande rivoluzione nel mondo del padel. Nessuno (almeno inteso come coppie di alto profilo) aveva mai adottato questo stile, il che fa capire il potenziale futuro di questa tecnica.

Galán è anche presidente dell’associazione giocatori e nell’ultimo periodo è in piena lotta contro il World Padel Tour spingendo forte per una maggiore considerazione del Premier Padel, circuito nato nel 2022 in netta rampa di lancio.

#1 Carlos Daniel Gutiérrez
#2 Paula Josemaría Martín
#3 Federico Chingotto
#4 Franco Stupaczuk
#5 Arturo Coello
#6 Ariana Sánchez Fallada
#7 Pablo Lima
#8 Jerónimo González Luque
#9 Beatriz González Fernández
#10 Martín Di Nenno
#11 Agustín Tapia
#12 Juan Tello
#13 Alejandra Salazar Bengoechea
#14 Fernando Belasteguín
#15 Francisco Navarro Compán
#16 Gemma Triay Pons
#17 Juan Lebrón Chincoa

Rodella Alessandro
Rodella Alessandro
Nato a Brescia nel marzo del 1992, ama lo sport in generale, soprattutto calcio, tennis e motori. Pratica i primi due a livello amatoriale senza grandi risultati. Appena può, ama seguire gli sport "dal vivo".

L’anatema di Maurìto

Dietro questo pezzo c'è una premessa, che sa di promessa fatta ad uno dei caporedattori storici di Mondopallone. Non faccio il nome per motivi...
error: Content is protected !!