Fantacalcio Serie A 2022/23: i consigli su chi schierare e chi evitare nella 33/a giornata

-

Fra dubbi e certezze (o presunte tali), ogni fantallenatore è chiamato a fare delle scelte nel momento in cui schiera la propria formazione. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa scellerata. Ci sono, tra l’altro, tante varianti da tenere in considerazione: intanto, bisogna sapere chi salterà il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), poi occorre valutare come si sono allenati in settimana i propri giocatori e gli incroci che il calendario propone. Per il resto, è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una gran bella dose di fondoschiena. Tuttavia, la fortuna va aiutata e per questo vi diamo qualche consiglio, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

Siamo alle prese con l’ultimo turno infrasettimanale del campionato, che si giocherà interamente tra mercoledì e giovedì. La 33/a giornata comincia alle 18 con Atalanta-Spezia, Juve-Lecce, Salernitana-Fiorentina e Samp-Torino, mentre alle 21 si giocheranno Lazio-Sassuolo, Milan-Cremonese, Monza-Roma e Verona-Inter. Infine, giovedì sera alle 20:45 i due posticipi Empoli-Bologna, ma soprattutto Udinese-Napoli.
GLI SQUALIFICATI – Strefezza, Romagnoli, M. Lopez, Pinamonti, Tomori, Quagliata, Matic, Kyriakopoulos.
GLI INFORTUNATI RECENTI – Lookman, Nzola, Candreva, Leris, Djuricic, Radonjic, Lasagna, Gosens, Pobega, Tsadjiut, Kumbulla, Llorente, Belotti, Success.
IN DUBBIO – Kean, Nuytinck, Aina, Vieira, Depaoli, Cataldi, D’Alessandro, Dybala, Beto.

LA TOP 11 (3-4-3) – Maignan (Milan); Mazzocchi (Salernitana), Casale (Lazio), Dimarco (Inter); Vlasic (Torino), Fagioli (Juventus), Z. Anguissa (Napoli), El Shaarawy (Roma); Origi (Milan), D. Zapata (Atalanta), Cambiaghi (Empoli).
LA CERTEZZA – Più forte degli infortuni, ha ampiamente dimostrato di poter fare la differenza a grandi livelli. Mike Maignan si è ripreso il Milan: ce ne siamo accorti in Champions contro il Napoli, ma il discorso naturalmente vale anche in campionato, specialmente oggi che il Diavolo è atteso dalla gara casalinga contro la Cremonese. Un impegno alla mano per i rossoneri, col portierone francese che non dovrebbe aver problemi a mantenere la porta inviolata.
LA SORPRESA – Nonostante la giovane età, Nicolò Cambiaghi ha dimostrato di poter essere importante per un Empoli a caccia di punti salvezza. Già 4 gol in campionato (partendo titolare in sole sei occasioni), l’ultimo dei quali proprio domenica scorsa sul campo del Sassuolo. Il ragazzo ex Pordenone potrebbe spuntare un’altra maglia da titolare anche al Castellani contro il Bologna. E allora tanto vale dargli fiducia, vuoi vedere che…

LA FLOP 11 (3-4-3) – Dragowski (Spezia); Sernicola (Cremonese), Erlic (Sassuolo), Celik (Roma); Ikonè (Fiorentina), Walace (Udinese), Ekdal (Spezia), J. Gonzalez (Lecce); Correa (Inter), Simeone (Napoli), Arnautovic (Bologna).
LA CERTEZZA IN NEGATIVO – Dopo un lungo periodo di stop, fra i convocati in casa Bologna si rivede Marko Arnautovic, forse fra le punte più deludenti del girone di ritorno, complici soprattutto gli infortuni che l’hanno tenuto a lungo ai box. L’austriaco però non verrà rischiato dall’inizio da mister Thiago Motta, che probabilmente punterà ancora su Barrow, concedendogli al più qualche minuto nel finale di gara. I felsinei, tra l’altro, giocano in casa di un Empoli che farà di tutto per mettere in cascina punti importanti in chiave salvezza. Non sembra la partita giusta per puntare sul numero nove bolognese.
LA CONTRO-SCOMMESSA – Una stagione da protagonista con la maglia del Lecce quella di Joan Gonzalez, che finora ha praticamente sempre giocato titolare, segnando anche un gol e fornendo un assist ai propri compagni. Eppure i salentini saranno di scena in casa di una Juve ferita, che non vince da circa un mese, non certo la partita migliore per puntare sullo spagnolo. È un voto sicuro, ma se avete di meglio lasciatelo in panchina senza troppe remore.

Francesco Cucinotta
Francesco Cucinotta
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. Laureato in Comunicazione con una tesi sulla lingua del calcio e pubblicista dal 2010. Per anni inviato al seguito del Cagliari Calcio per Radio Sintony.

MondoPallone Racconta… I mille volti di Platini

Il prossimo venerdì 11 dicembre il TAS di Losanna si esprimerà in merito al ricorso presentato da Michel Platini, presidente dell'UEFA, contro la sospensione...
error: Content is protected !!