Pallone in Soffitta – Da Victorino a Nández: il Cagliari targato Uruguay

Il Cagliari vanta una notevole tradizione con i calciatori provenienti dall’Uruguay. Il bilancio è assolutamente positivo: tre esponenti nella rosa attuale continuano il fortunato binomio. Da Victorino a Nández, una storia iniziata quasi 40 anni fa…

EL PISCADOR. Il primo uruguaiano con la casacca del Cagliari addosso è stato Waldemar Victorino, estate 1982. Una stagione contraddittoria per uno degli attaccanti più in voga di quegli anni, tuttora ricordato da autentico bidone. Annata amara, terminata con la retrocessione. Il Cagliari ritorna in Serie A alla fine del campionato cadetto 1989-90, rinato sotto la guida di Claudio Ranieri – che proprio ieri ha sconfitto i rossoblù da allenatore della Sampdoria – dopo anni bui sotto tutti gli aspetti. Per rinforzare la rosa isolana in vista del confronto con “il campionato più bello del mondo”, il ds del Cagliari Carmine Longo decide di pescare in Sudamerica. Più precisamente in Uruguay. La selezione celeste aveva da poco disputato il Mondiale in Italia, eliminata proprio dagli azzurri negli ottavi di finale. Di quella squadra facevano parte anche i prescelti da Longo, che arrivarono quindi in Sardegna. Si trattava dell’eclettico José Herrera (1990-95), del temibile attaccante Daniel Fonseca (1990-92) e, nientemeno, del formidabile Enzo Francescoli (1990-93), uno dei numeri 10 più ammirati dell’epoca. Chi ci fu dietro a questa notevole operazione di mercato? Il celebre manager Paco Casal, curatore degli interessi dei principali calciatori uruguaiani. La collaborazione con il Cagliari avrebbe avuto un lungo seguito nel corso degli anni successivi. Nel 1992 l’approdo del biondo Marcelo Tejera, autentica meteora rossoblù. Fonseca passò al Napoli, non lasciandosi nel modo migliore con la piazza cagliaritana. Francescoli sarebbe andato invece al Torino, più avanti Herrera all’Atalanta.

IL FILONE CONTINUA. L’asse tra Cagliari e Montevideo regge pure nelle stagioni seguenti. Compiono il viaggio intercontinentale due attaccanti quotati, quantomeno nel proprio Paese: sono Luís Romero (1996-97) e Darío Silva (1995-97). L’esperienza del primo si rivela… (in)dimenticabile, il secondo si guadagna l’affetto della piazza e contribuisce a una promozione in Serie A a fine anni Novanta. Era già arrivato nell’Isola un altro fantasista tutto genio e sregolatezza: Fabian O’Neill (1996-2000), detto il Mago. Un talento smisurato, descritto addirittura da Zidane quale il miglior compagno di squadra della carriera, autodistruttosi a causa dell’alcol. Difficilmente i giocatori uruguaiani hanno deluso a Cagliari. Ne sono la riprova due giocatori ingaggiati insieme dal Racing Santander: il difensore centrale Diego López (1998-2000 e 2004-10, a lungo capitano, bandiera e poi allenatore rossoblù) e il guerriero di centrocampo Nelson Abeijón (1998-2003 e 2004-06). Meno esaltanti i passaggi di Horacio Peralta (2004-05), Joe Bizera (2005-08), Fabián Carini (2005-06), Pablo Ceppelini (2010-13), Matias Cabrera (2012-14), Matias Vecino (2014), Alejandro González (2015) e pure la meteora Sebastián Rosano che non riuscì nemmeno a mettere il piede in campo nel 2008. Senza dimenticarsi dei tecnici Gregorio Pérez e Oscar Washington Tabarez. La tradizione continua con Christian Oliva, Nahitan Nández (arrivati nel 2019) e Gastón Pereiro, ingaggiato nel gennaio scorso.

 

Già pubblicati:

  1. Un incantesimo dorato di nome Malines (12 settembre 2019)

2. Roma-Dundee 3-0, quella pazza rimonta (19 settembre 2019)

3. L’accecante e incompiuto miracolo Parma (26 settembre 2019)

4. 1992: l’ultima Jugoslavia mancata (3 ottobre 2019)

5. Le parabole spezzate di Guerini e Roggi (10 ottobre 2019)

6. Gli stranieri di Romeo Anconetani (17 ottobre 2019)

7. Le due settimane che uccisero la Grande Inter (24 ottobre 2019)

8. L’invasione scandinava degli anni ’50 (31 ottobre 2019)

9. Vincenzo Scifo, fuoriclasse a metà (7 novembre 2019)

10. L’ultimo volo di Marco van Basten (14 novembre 2019)

11. La Polonia e la rivolta di Okecje (21 novembre 2019)

12. Bruno Nicolè, campione di cristallo (28 novembre 2019)

13. Bruno Mora, guizzi e malasorte di un campione (5 dicembre 2019)

14. Il sequestro del bomber Quini (12 dicembre 2019)

15. L’ultima fatica di Tommaso Maestrelli (19 dicembre 2019)

16. Annibale Frossi, il goleador con gli occhiali (26 dicembre 2019)

17. I tratti straordinari di Marino Guarguaglini (3 gennaio 2020)

18. De Matthaeis: “Io, da Foggia ai Cosmos” (9 gennaio 2020)

19. Ravanelli, Zola & Co. : cannonieri (e bidoni) in England (16 gennaio 2020)

20. Attila Sallustro, il primo re di Napoli (23 gennaio 2020)

21. CSI, dieci partite per una meteora (30 gennaio 2020)

22. Luceafarul, fucina di campioni nel regime Ceausescu (6 febbraio 2020)

23. Hatzipanagis, il Nureyev del calcio (13 febbraio 2020)

24. Serpentina breve di Rob de Wit (20 febbraio 2020)

25. Rodolfo “Sciabbolone” Volk, una vita di romanzo (27 febbraio 2020)

26. Tomas Brolin, il destino in un cross (6 marzo 2020)

27. Acqua e pallone, la storia di Luigi Burlando (12 marzo 2020)

28. Edmondo Fabbri, trent’anni di solitudine (19 marzo 2020)

29. Edna Neillis e Rose Reilly, dalla Scozia per stupire (26 marzo 2020)

30. Serie A 1987-88, la breve avventura dei bomber stranieri (2 aprile 2020)

31. L’ultima battaglia di Giorgio Ferrini (9 aprile 2020)

32. Lionello Manfredonia, un gelido pomeriggio (16 aprile 2020)

33. Stábile e Fontaine, gol e destino killer (23 aprile 2020)

34. Élber e la sfuggente maglia del Milan (30 aprile 2020)

35. Lee Tae-ho, un mondiale contro la disabilità (7 maggio 2020)

36. Jimmy Greaves, quando volarono gli stracci tra Londra e Milano (14 maggio 2020)

37. Bayer Uerdingen, fiammata e declino inesorabile (21 maggio 2020)

38. Ezio Sclavi: portiere, prigioniero, pittore (28 maggio 2020)

39. Carlo Carcano, pettegolezzo e colpevole oblio (4 giugno 2020)

40. Marcel Peeper, 18 minuti che cambiano ogni cosa (11 giugno 2020)

41. Rocambolesco e doloroso viaggio di Nii Lamptey (18 giugno 2020)

42. Ahmed Radhi, leggenda dell’Iraq, vinta solo dal Covid-19 (25 giugno 2020)

43. Vladimír Weiss, il calciatore che visse… tre volte (2 luglio 2020)

44. Café, denaro e fuga: la storia di Raymond Braine (9 luglio 2020)