Tennisti agli albori #11 – Victoria Azarenka

Venti grandi campioni del tennis, di oggi e del passato: tutti sappiamo chi sono e cosa hanno vinto, ma agli albori delle loro carriere per cosa si contraddistinguevano e quali erano i loro aneddoti più particolari? Oggi la protagonista di questa nostra rubrica che ripercorre la giovane età di questi predestinati è Victoria Azarenka.

Viktoryja Fёdaraŭna Azaranka, meglio conosciuta come Victoria Azarenka, nasce a Minsk, in Bielorussia nel 1989 e inizia a conoscere il tennis grazie alla madre che lavora in un centro sportivo. Per seguire la sua passione inizia a girare il mondo trasferendosi prima in Spagna, poi in Arizona e infine a Montecarlo. L’infanzia fu molto difficile per la ragazza provenendo da una famiglia molto povera che però non le ha mai fatto mancare tutto il sostegno spingendola a realizzare il suo sogno.

All’età di 11 anni era così talentuosa da voler a tutti i costi partecipare ai campionati nazionali under 18, ma essendo troppo piccola soltanto un ritiro dell’ultimo minuto le permise di scendere in campo. Ovviamente perse contro avversarie molto più grandi di lei e pianse a dirotto: il giorno dopo però era già nuovamente in campo per allenarsi. La sua filosofia agonistica non cambiò mai durante gli anni: mai mollare per credere sempre nel miglioramento.

La mancanza di soldi della famiglia e la Bielorussia stessa hanno segnato molto il suo carattere: come nella vita di tutti i giorni, Vika ora è abituata a lottare in campo e non si tira mai indietro. È una giocatrice di cuore: “Non cambierà niente se vinco o perdo, per il mondo non c’è differenza” è il suo credo. Azarenka però ha sempre mantenuto molto riserbo sulla sua vita e non ha mai svelato particolari aneddoti.

Molto fragile a livello fisico ha dovuto più volte riscostruirsi la carriera: annunciò anche il ritiro per la gravidanza, ma il suo amore per il tennis è talmente grande da ritornare in campo. I problemi legali dovuti all’affidamento del figlio poi l’hanno ulteriormente temprata: i suoi grugniti in campo non sono altro che lo spirito guerriero che emerge in ogni colpo.

 

Le altre puntate:

  1. Martina Navratilova
  2. Ivan Lendl
  3. Justine Henin
  4. Andy Murray
  5. Simona Halep
  6. Adriano Panatta
  7. Chris Evert
  8. John McEnroe
  9. Naomi Osaka
  10. Andre Agassi