Milano Premier Padel, parlano alcune protagoniste

-

Tre mesi dopo il trionfo di Parigi, Ari Sanchez e Paula Josemaria ci provano ancora. Le regine del ranking femminile arrivano al Milano Premier Padel P1 in cerca della seconda vittoria di fila nel circuito, un cammino che inizierà mercoledì mattina sul Centrale dell’Allianz Cloud contro Sandra Bellver Fructuoso e Maria Eulalia Rodriguez Abajo. «È stata lunga stagione ma siamo arrivate qui con tanta voglia di fare bene», ha detto Paula durante il media day. «Non siamo mai state a Milano, ma sappiamo che la gente in Italia vive il padel con tanto entusiasmo e quindi puntiamo davvero a fare un bel torneo». A farle eco la sua compagna: «È molto importante per noi giocatrici avere un pubblico che ci sostiene, ci piace vedere gli spalti pieni e sono sicura che qui troveremo tifosi che sosterranno tutte. Poi se tiferanno in modo particolare per noi, sarà ancora meglio!». Nel bilancio della stagione in chiusura la vittoria al Roland Garros rimane il ricordo più bello per entrambe: «È stato un sogno vincere a Parigi. Il Roland Garros è un torneo storico per il tennis e lo diventerà anche per il padel». Josemaria ha avuto anche l’occasione di parlare dei suoi studi, in particolare della sua laurea in biochimica, e di come questi le siano stati d’aiuto in un contesto così diverso come lo sport: «Sono due cose molto diverse, ma studiando ho imparato a mettere i fatti in relazione e a trovare soluzioni. Questo può essere molto utile in campo, a livello tattico: puoi fare una giocata e subito dopo un’altra in modo automatico, sapendo già quale colpo dare alla palla».
Attesissimo a Milano pure il debutto di Gemma Triay e Marta Ortega, il cui esordio è previsto sempre mercoledì, non prima delle 18. Ad attenderle, Carmen Goenaga Garcia e Lucia Martinez Gomez. Anche le teste di serie numero 2 – proprio dietro la coppia Sanchez/Josemaria – cercano il secondo successo dell’anno nel circuito Premier Padel, dopo quello dello scorso luglio a Roma. «Al Foro Italico è stata una settimana indimenticabile e firmerei per una finale anche qui a Milano – le parole di Gemma – È la nostra prima volta bella città della moda, bellissima. Il campo qui all’Allianz è perfetto e non vediamo l’ora di iniziare». Triay conferma poi che «con Marta continueremo a giocare anche nel 2024. Per quest’anno l’obiettivo era conoscerla bene: abbiamo avuto poco tempo per allenarci, ma c’è stato anche lo stimolo di nuovi obiettivi. Spero che il prossimo anno avremo modo di migliorarci». A farle eco anche Marta: «Stiamo preparando il nuovo anno con l’obiettivo di fare ancora meglio e di chiuderlo soddisfatte al massimo. Dove mi piacerebbe giocare nel 2024? A Sydney!», conclude la spagnola.
Rodella Alessandro
Rodella Alessandro
Nato a Brescia nel marzo del 1992, ama lo sport in generale, soprattutto calcio, tennis e motori. Pratica i primi due a livello amatoriale senza grandi risultati. Appena può, ama seguire gli sport "dal vivo".

MondoPallone Racconta… Pat Jennings, mille volte tra i pali

Uno dei migliori portieri britannici di sempre, in una carriera che lo ha visto attraversare ben tre decenni, Pat Jennings rappresenta probabilmente il miglior...
error: Content is protected !!