Mar del Plata Premier Padel P1: Brea-Gonzalez, che maratona!

-

Delfi Brea e Bea Gonzalez, teste di serie numero 2 del Mar del Plata Premier Padel P1, hanno vinto la ventesima partita di fila. Ma per farlo sono dovute rimanere in campo ben tre ore e 28’. Un’autentica maratona, quella chiusa 6-2 6-7 7-5 contro Gemma Triay e Claudia Fernandez, che per le vincitrici degli ultimi quattro tornei di fila (Puerto Cabello, Bruxelles, Siviglia, Asunción, quest’ultimo in finale proprio su Triay/Fernandez) vale la qualificazione alla finale, ma non il record di match più lungo della storia del circuito Premier Padel. Resiste, infatti, il primato di tre ore e 46’ del match vinto lo scorso anno a Parigi da Bea Caldera e Ana Catarina Nogueira sulle sorelle Sanchez Alayeto. Dopo aver dominato il primo set, Brea e Gonzalez si sono trovate sotto di un break sia nel secondo che nel (lottatissimo) terzo set, ma a vincere sono state ancora una volta l’argentina – osannata dal pubblico del Polideportivo Islas Malvinas – e la spagnola. In finale, Delfi e Bea troveranno Paula Josemaria e Ari Sanchez, che nella seconda semifinale hanno battuto 6-2 6-3 Andrea Ustero e Alejandra Alonso, autrici comunque di un torneo straordinario. Le numero 1 del mondo dopo aver annullato tre palle break nel primo game della partita si sono prese il servizio nel game successivo; nel secondo set, invece, break di Ustero/Alonso nel game di apertura, ‘pareggiato’ sul 2-2 prima dell’allungo decisivo sul 5-3. Per Josemaria/Sanchez si tratta della quarta finale stagionale: il bilancio è di due vittorie (a Riyadh, proprio su Brea/Gonzalez, e Doha) e una sconfitta, il 6-1 6-1 proprio da Brea e Gonzalez a Siviglia. Si gioca alle 14 ora argentina, le 19 CET.
UOMINI A giocarsi il titolo maschile, come una settimana fa in Paraguay, saranno ancora Arturo Coello e Agustin Tapia (1) contro Fede Chingotto e Ale Galan (2). Coello/Tapia, vincitori sette giorni fa ad Asunción, andranno a caccia del quinto trofeo stagionale dopo Doha, Acapulco, Puerto Cabello e quello in Paraguay; potrebbe essere invece il terzo in coppia, dopo Bruxelles e Siviglia, per ‘Chingalan’. Nella prima delle due semifinali, i numeri 1 e 2 del ranking FIP hanno battuto 6-3 6-7 6-2 Mike Yanguas e Javi Garrido, usciti comunque con l’ovazione del pubblico argentino. Coello e Tapia hanno raggiunto così la loro settima finale in otto tornei del circuito Premier Padel, pur perdendo il tiebreak del secondo set contro una coppia, la numero 6 del tabellone, che si conferma tra le outsider più temibili. ‘Arturito’ e ‘Agu’ si sono trovati sotto di un break nel terzo set, prima di recuperare subito lo svantaggio e allungando sul 4-2 prima di chiudere in due ore e 18′. Nella seconda semifinale, invece, dopo aver guadagnato il break nel terzo game (2-1), Franco Stupazcuk e Martin Di Nenno (4) hanno perso per tre volte di fila il servizio tra la fine del primo set (6-3) e l’inizio del secondo. Il break che ha però fatto la differenza è stato quello nel quinto game del secondo set, con Chingotto e Galan che si sono presi il servizio con cinque punti di fila, spegnendo le chance di rimonta dei ‘Superpibes’ e chiudendo 6-3 6-3 in un’ora e 7′. La finale maschile si giocherà non prima delle 16.30 argentine, le 21.30 CET.
Rodella Alessandro
Rodella Alessandro
Nato a Brescia nel marzo del 1992, ama lo sport in generale, soprattutto calcio, tennis e motori. Pratica i primi due a livello amatoriale senza grandi risultati. Appena può, ama seguire gli sport "dal vivo".

MondoPallone Racconta… I figli d’arte in maglia azzurra

                          L'ultimo in ordine cronologico è Mattia Destro, protagonista con l'Italia di Prandelli nell'ultimo turno delle qualificazioni mondiali. Ma la Nazionale azzurra ha accolto in...
error: Content is protected !!