Cronache dalla Russia: è lo Jagodina il primo avversario europeo 2013/2014

-

E’ iniziata ufficialmente la campagna europea delle squadre russe per la stagione 2013/2014; il Rubin Kazan, uscito ai quarti nella scorsa edizione, ha conosciuto il nome dell’avversario che dovrà affrontare nel secondo turno preliminare di Europa League (18-25 luglio), ovvero i serbi dello Jagodina.

Il Rubin Kazan paga un autunno complicato, che ha costretto gli uomini di Berdyev a risalire faticosamente la classifica in primavera, terminando il torneo in sesta posizione, ultimo posto valevole per l’Europa, in virtù della finale di coppa nazionale disputatasi tra CSKA e Anzhi. Qualificazione tutt’altro che scontata, nonostante il grande cammino europeo della scorsa stagione, dato che la certezza dell’Europa League è arrivata soltanto all’ultima giornata, grazie al pareggio interno della Dinamo col Volga (0-0). Nonostante ciò, la presenza dei granata alla competizione è rimasta in dubbio sino a qualche giorno fa per problematiche connesse all’ottenimento della licenza Uefa.

Inutile dire che il Rubin è obbligato a passare il turno. Non solo per la differenza di caratura e di esperienza internazionale che intercorre tra le due compagini ma soprattutto per il ranking, calato drasticamente nelle ultime stagioni. In questo senso, però, il Rubin testimonia solidità e cinismo, qualità solitamente sconosciute ai club russi, e il suo alto coefficiente Uefa può garantirgli un percorso alla portata fino ai turni che contano.

Discorso diverso per il Kuban. I canarini entrano nella competizione a partire dal terzo turno e quello sarà l’unico sorteggio dove saranno teste di serie (salvo eliminazioni eccellenti), e ciò costringe gli uomini di Munteanu a dover obbligatoriamente affrontare una formazione più quotata per garantirsi le sei sfide della fase a gironi.

Successivamente sarà la volta dello Spartak Mosca: gli uomini di Karpin dovranno disputare solamente un doppio confronto per essere certi di avere partite internazionali fino a dicembre, e dovrebbero avere un turno agevole, quantomeno sulla carta. D’obbligo usare il condizionale, soprattutto perchè si sta parlando dello Spartak Mosca.

Nessuna preoccupazione per l’Anzhi, invece, già qualificato alla fase a gruppi, mentre i rappresentanti del movimento calcistico russo in Champions League saranno CSKA (fase a gironi) e Zenit (il quale dovrà superare due turni, e in entrambi partirà come testa di serie).

Le puntate precedenti:

28 ago 2012-La giornata del gol

3 set 2012-L’immobilità dello Zenit

18 set 2012-La polemica di Gadzhiev

19 set 2012-Spalletti e le trasferte di Champions

23 set 2012-Caos totale in casa Zenit

17 ott 2012-La concretezza di Capello

17 ott 2012-Alla scoperta della FNL (1° parte)

19 ott 2012-Alla scoperta della FNL (2° parte)

26 ott 2012-Settimana europea perfetta (o quasi)

29 ott 2012-Lo Zenit commemora Beslan

7 nov 2012-Flop Zenit, di chi è la colpa?

16 nov 2012-Il giro di boa fa le prime vittime

18 nov 2012-Il petardo a Shunin

21 nov 2012-Spartak deludente in Europa, colpa di chi?

7 dic 2012-I possibili avversari dello Zenit in Europa League

2 feb 2012-Willian, Eto’o, Traorè, l’Anzhi fa paura

12 feb 2013-E’ tempo di Europa League!

15 feb 2013-Tre rotondi successi, che inizio in Europa League!

19 Feb 2013- Anzhi, Zenit, Rubin, guai a chi esce!

22 Feb 2013- Sofferenza immane ma passano Anzhi, Zenit e Rubin


26 Feb 2013-Chi vincerà il campionato?

7 Giu 2013-E’ successo in RPL

Michael Braga
Michael Braga
Grande appassionato di calcio russo, tifoso dello Zenit San Pietroburgo. Estimatore del calcio giocato nei luoghi meno nobili e più nascosti, preferirebbe vedere un Torpedo-Alaniya rispetto a uno Juventus-Milan.

MondoPallone Racconta… Buffon, Cannavaro ed il record azzurro

Se Gianluigi Buffon prenderà parte alle due prossime gare dell'Italia, nell'imminente doppio impegno di qualificazioni mondiali, raggiungerà Fabio Cannavaro in testa alla graduatoria di...
error: Content is protected !!