Cronache dalla Russia: chi vincerà il campionato?

Mancano 10 giorni alla ripresa del massimo torneo calcistico russo. Chi ha più chance di portarsi a casa il titolo?

Una corsa a 3. E’ questo quanto ci propone la fase finale del campionato russo. Dopo 19 turni CSKA, Anzhi e Zenit hanno dimostrato qualcosa in più delle altre e i rinforzi invernali permetteranno a queste tre squadre di instaurare, o meglio, continuare una lotta serratissima per il successo finale.

Il favorito, ovviamente, è il CSKA. Sebbene i due scontri diretti siano andati malissimo, il pari tra Zenit e Anzhi ha permesso alla squadra di Slutsky di passare indenne un periodo di gare difficili. L’innesto, o meglio, il ritorno, di Vagner Love, una garanzia di gol (buttiamo giù una previsione, a fine torneo avrà una media di un gol ogni due partite) può far fare il definitivo salto di qualità a una squadra ricca di inventiva, ma spesso deficitaria in fase di realizzazione: questo soprattutto perchè mancava Doumbia, che sarà quindi un altro “acquisto” invernale.

L’Anzhi non sta però a guardare. L’arrivo di Willian ha alzato notevolmente il livello della squadra. Rimane il punto interrogativo della difesa: punto di forza dei Daghi in autunno, ma ora priva della colonna portante Samba.

Attenzione anche allo Zenit. Al momento fuori anche dalla Champions League, la squadra di Spalletti farà di tutto per guadagnare almeno la partecipazione alla massima competizione europea per club. Forte di un Neto in più in difesa, potrà far leva sul maggiore ambientamento di Hulk e Witsel, oltre che di un gruppo abituato a vincere.

Un ruolo importante lo ricopriranno le coppe. Che il CSKA non ha. E magari non avranno neppure Zenit e Anzhi, se usciranno già agli ottavi.

Dove possono perdere punti le magnifiche tre? Con gli scontri diretti esauriti Rubin, Spartak, Lokomotiv e Dinamo saranno i veri e propri giudici del torneo. Ma attenzione alle squadre invischiate nella lotta salvezza, compagini da prendere sempre con le molle. E attenzione anche a Terek e Kuban, sorprese del girone d’andata. Un torneo tutto da vivere insomma, mai come quest’anno indeciso fino all’ultimo.

CSKA Mosca 43Anzhi 41Zenit 38
KRYLYA SOVETOV >>MORDOVIYA >RUBIN >>>>
Krasnodar >Krylya Sovetov >>Mordoviya >
ALANIYA >>>KRASNODAR >>>TEREK >>>>
Volga >Alaniya >>Krylya Sovetov >
DINAMO >>>>VOLGA >>LOKOMOTIV >>>
Spartak >>>>Dinamo >>>Krasnodar >>
RUBIN >>>>>SPARTAK >>>>KUBAN >>>>
Terek >>>Rubin >>>Alaniya >
LOKOMOTIV >>>>TEREK >>ROSTOV >>
Kuban >>>Lokomotiv >>>Volga >
ROSTOV >>>KUBAN >>>AMKAR >>

*In maiuscolo le gare fuori casa

> livello di difficoltà

Le puntate precedenti:

28 ago 2012-La giornata del gol

3 set 2012-L’immobilità dello Zenit

18 set 2012-La polemica di Gadzhiev

19 set 2012-Spalletti e le trasferte di Champions

23 set 2012-Caos totale in casa Zenit

17 ott 2012-La concretezza di Capello

17 ott 2012-Alla scoperta della FNL (1° parte)

19 ott 2012-Alla scoperta della FNL (2° parte)

26 ott 2012-Settimana europea perfetta (o quasi)

29 ott 2012-Lo Zenit commemora Beslan

7 nov 2012-Flop Zenit, di chi è la colpa?

16 nov 2012-Il giro di boa fa le prime vittime

18 nov 2012-Il petardo a Shunin

21 nov 2012-Spartak deludente in Europa, colpa di chi?

7 dic 2012-I possibili avversari dello Zenit in Europa League

2 feb 2012-Willian, Eto’o, Traorè, l’Anzhi fa paura

12 feb 2013-E’ tempo di Europa League!

15 feb 2013-Tre rotondi successi, che inizio in Europa League!

19 Feb 2013- Anzhi, Zenit, Rubin, guai a chi esce!

22 Feb 2013- Sofferenza immane ma passano Anzhi, Zenit e Rubin

Condividi
Grande appassionato di calcio russo, tifoso dello Zenit San Pietroburgo. Estimatore del calcio giocato nei luoghi meno nobili e più nascosti, preferirebbe vedere un Torpedo-Alaniya rispetto a uno Juventus-Milan. Email: mbraga@mondosportivo.it