Fantacalcio Serie A 2022/23: alla scoperta di… Boulaye Dia

Nome: Boulaye Dia
Nazionalità:
Francia/Senegal
Età: 25
Altezza: 180 cm
Nazionale:
Piede: destro
Ruolo principale: centravanti
Eventuali altri ruoli: ala destra
Valutazione calciomercato: 12 milioni
Perché acquistarlo: vede la porta
Perché non acquistarlo: occhio alla concorrenza interna
La nostra fanta-valutazione (da 1 a 5): ****

LE CARATTERISTICHE – Da Milan Djuric a Boulaye Dia. Per l’attacco della Salernitana, un’autentica rivoluzione copernicana. Dal lungagnone capace di spizzare il pallone proveniente da lunghi spioventi a una prima punta veloce, tecnica e che sa attaccare la profondità, pronto a sfruttare gli assist dei compagni di reparto. Un copione che già si è visto in occasione della sua prima rete in granata, avvenuta domenica nel 4-0 rifilato dalla formazione di Davide Nicola alla Sampdoria. Inutile “indorare la pillola”, Boulaye Dia è un attaccante da una potenziale doppia cifra.

LA CARRIERA – Nato a Oyonnaz (Francia)il 16 novembre 1996, Dia cresce nel settore giovanile del Jura Sud e con questa compagine esordisce nella stagione 2017/2018 nel Championnat de France Amateur (equivalente della nostra Serie D). 15 reti in 21 presenze convincono lo Stade Reims, neopromosso in Ligue 1, a puntare su di lui. Dia rimane con i biancorossi per tre stagioni, contribuendo ad altrettante salvezze grazie a 26 reti in 86 presenze. Nell’estate del 2021, Dia passa al Villareal per 12 milioni. Con i gialli di Spagna sigla 7 reti in 34 presenze tra campionato e Champions League tra le quali quella che lo ha consacrato a livello internazionale, ossia il gol segnato al Liverpool nella semifinale di ritorno (persa poi per 3-2). Dopo un lungo corteggiamento iniziato a luglio, la Salernitana se ne è assicurata le prestazioni. Nel 2020, opta per la nazionale senegalese, con la quale ha segnato 2 reti in 17 presenze e ha vinto la Coppa d’Africa lo scorso mese di gennaio.

LO PRENDIAMO AL FANTACALCIO? Sì. Dia rappresenta perfettamente l’emblema del nuovo corso offensivo della Salernitana. Può giocare sia come prima che come seconda punta, può avere come partner d’attacco sia Bonazzoli che Piatek passando per Ribèry, può anche essere alle brutte utilizzato come ala pura. Insomma, velocità, tecnica e duttilità tattica. Cosa pretendere di più?