Tre articoli che se ti sei perso dovresti recuperare

Un recap di ciò che è successo negli ultimi tempi. È stato un dicembre intenso, non trovate? Per voi, tre storie da ri-leggere per aggiornarsi, per divertirsi. Partiamo!

I Pionieri del Calcio – Royal Engineers A.F.C., la squadra dei genieri dell’esercito britannico (di Simone Galli)
Nell’anno in cui venne fondata la Football Association (1863), nacque anche un club destinato a sovvertire il modo di intendere il calcio. Stiamo parlando del Royal Engineers A.F.C., squadra composta interamente dai genieri dell’esercito britannico, che sviluppò un’idea diversa rispetto al classico field game che veniva praticato fino ad allora.

Nazionale Femminile, c’è da fare la corsa sulla Svizzera (di Stefano Pellone)
La squadra vista contro la Romania è stata una bella copia di quella che si è ammirata contro la Svizzera: reparti corti, pressing alto e fraseggio in velocità hanno messo subito in difficoltà le avversarie e permesso alle nostre giocatrici di giocare spesso e volentieri sulle fasce, da dove sono poi arrivati i pericoli maggiori. Oltre a questo, sembra tornata quella forza del collettivo che ha fatto innamorare gli italiani quando la nostra Nazionale era giunta fino ai quarti di finale allo scorso Mondiale, venendo fermata solo dall’Olanda finalista contro il colosso Stati Uniti.

Pallone in Soffitta – Il Marocco e il Mondiale mai organizzato (di Fabio Ornano)
Marocco si presentò la prima volta alla corsa per l’organizzazione di un Mondiale di calcio per l’edizione 1994. I nordafricani furono battuti dagli Stati Uniti, tuttavia si ripresentarono in vista del 1998. Una candidatura apparentemente solida, così come lo stesso presidente FIFA Havelange fece intendere nel 1989.