Svizzera 29/a – Lo Young Boys torna in testa, in coda vince il Sion

Turno infrasettimanale, per la Raiffeisen Super League svizzera, spalmato su tre giorni. La lotta per il titolo si fa sempre più interessante: e il fatto che lo scontro diretto tra le due principali pretendenti sia fissato, allo Stade de Suisse, all’ultima giornata, accende la fantasia di tifosi e addetti ai lavori. Sarebbe infatti bellissimo, soprattutto per noi neutrali, se si arrivasse, a quel punto, con la situazione ancora in bilico. Ma il futuro, con ancora qualcosa come 21 punti in palio, è ovviamente tutto da scrivere.

Partiamo dalla coda, con l’anticipo del martedì sera tra Neuchâtel Xamax e Zurigo, chiusosi con un pareggio, ma giocato bene da entrambe le compagini: inizia già a vedersi la mano del rientrante Hénchoz. Rossoneri in vantaggio al 23′, con un bellissimo tocco sottoporta di Nuzzolo, su traversone rasoterra di Kamber dalla destra. Pareggio tigurino al 27’, grazie a un’incornata di è infatti Nathan, su azione da calcio d’angolo.

Mercoledì, lo Young Boys ha fatto sua la prima mano del duello a distanza con il San Gallo. I bernesi hanno infatti vinto il derby, superando con un secco 4-0 il Thun. A segno dagli undici metri con Ngamaleu nel recupero della prima frazione, e con Sulejmani sempre su rigore al 51′, a cavallo della pausa, l’YB ha poi viaggiato in discesa in virtù dell’espulsione (doppia ammonizione) di Bandé. Lo stesso Sulejmani (71′) e Gaudino (90′) hanno chiuso il conto. Per i gialloneri, Hoarau, uscito dal campo al 34′ per un risentimento muscolare, potrebbe aver giocato la sua ultima partita a Berna.

Solo un pareggio, invece, per il San Gallo a Lugano, nonostante una partita ben giocata dalle truppe di Zeidler, apparsa la compagine migliore tra le tre di testa come qualità di gioco, anche se con una difesa che concede un po’ troppo agli avversari. Grazie alla differenza reti, quindi, lo Young Boys torna, momentaneamente, in testa alla classifica.

Punti d’oro per il Sion contro il Basilea che, evidentemente, non ci crede più. Il primo successo, per Tramezzani, è maturato, al 29′, grazie a Kasami e alla difesa avversaria, che lo ha lasciato solo nella propria area, consentendogli di insaccare con un tiro estremamente violento. La vittoria permette così ai vallesani di sorpassare il Thun, in un duello che potrebbe proseguire sino all’ultima giornata.

Torna alla vittoria il Servette, il quale ottiene un successo importante contro il Lucerna (il primo dalla ripresa), in ottica europea. Succede tutto nel primo tempo, con i Grénat in vantaggio al 4′ con Schalk e al raddoppio con Stevanović al 43′. In 10 dalla fine del primo tempo per l’espulsione proprio di Schalk, la compagine ginevrina ha però retto l’urto dell’undici di Celestini, che ha subito anche l’espulsione di Knežević nei minuti di recupero.

RSL svizzera 29/a giornata – Risultati finali

Martedì 7 luglio

Xamax-Zurigo  1-1  (1-1)

Mercoledì 8 luglio

Sion-Basilea  1-0  (1-0)
Young Boys-Thun  4-0  (1-0)
Servette-Lucerna 2-0  (2-0)

Giovedì 9 luglio

Lugano-San Gallo  3-3  (1-2)

CLASSIFICA PROVVISORIA RSL SVIZZERA 2019/20 – 29/a giornata 

Pos. Squadra Diff. reti Punti | Pos. Squadra Diff. reti Punti
1 Young Boys +28 58 | 6 Lucerna -3 41
2 San Gallo +20 58 | 7 Lugano -4 34
3 Basilea +26 49 | 8 Sion -18 27
4 Servette +15 44 | 9 Thun -30 25
5 Zurigo -12 42 | 10 Xamax -22 23

Legenda: qualificate ai preliminari della CL, qualificate ai preliminari di EL, allo spareggio per non retrocedere con la 2/a di Challenge League, retrocessa in Challenge League.

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.