Campionato Primavera Femminile, l’Inter Women è Campionessa d’Italia

Nella finalissima del Campionato Primavera Femminile, dopo ben 20 calci di rigore e 120 minuti combattutissimi, ricchi di emozioni e colpi di scena, alla fine la spunta l’Inter Women che batte la Roma e può alzare al cielo di Coverciano il trofeo delle Campionesse d’Italia Primavera.

Al termine delle Final Four, durate tre giorni, al Centro Tecnico Federale di Coverciano, le nerazzurre, arrivate in finalissima dopo aver avuto la meglio sulla Juventus con le reti di Berti e Carravetta, hanno sfidato la Roma che ha avuto ragione della Pink Bari solo ai calci di rigore, dopo che il gol di Vigilucci era stato pareggiato nel finale dalla rete di Strisciuglio.

La svolta dell’incontro arriva sul finale di primo tempo, quando Vergani pesca il jolly da trentacinque metri superando una Ghioc fino a quel momento superlativa e regalando alle nerazzurre il vantaggio. La Roma accusa il colpo e non riesce ad esprimere il proprio gioco come nella prima parte di gara e al 52′ subisce il raddoppio: Berti scatta sul filo del fuorigioco e a tu per tu con il portiere avversario non fallisce il 2-0. A quel punto Melillo indovina i cambi e prima Labate al riapre i giochi al 69′ e poi il tap-in di Vigilucci all’84’ regala i tempi supplementari. A quel punto le due squadre nei supplementari preferiscono non rischiare e si arriva così alla lotteria dei calci di rigore: dopo ben 20 calci di rigore è il portiere interista Astrid Gilardi a superare la sua avversaria di reparto Ghioc e regalare all’Inter il titolo di campionesse d’Italia Primavera.

Nella finalina per il terzo posto, disputata la mattina, la Juventus ha superato in rimonta il Pink Bari per 4-2: le bianconere vanno subito in vantaggio al 9’ con Cantore, il cui tiro-cross deviato da un difensore pugliese ha messo fuori causa Aprile. Le biancorosse di mister Liso sono state però brave a non scomporsi dopo lo svantaggio, rimettendo subito la gara sui binari dell’equilibrio con Mascia al 18′ e trovando il vantaggio con il diagonale di Strisciuglio al 75′ che batte Beretta. A quel punto la Juventus capovolge le sorti del confronto con tre reti in appena dieci minuti: prima il pareggio firmato nuovamente da Cantore al 78′, poi la doppietta di Bragonzi ha chiuso il confronto.

 

INTER-ROMA 2-2 (9-8 d.c.r.)

Inter: Gilardi, Maroni (91’ Dell’Acqua), Vergani, Carlucci (98’), Capucci, Santi, Regazzoli, Costa (55’ st Gallazzi), Carravetta, Pastrenge (110’ Scuratti), Berti. A disp.: Vanin, Pasquali, Marengoni. All. Ruocco.
Roma: Ghioc, Chiappa (62′ Liberati), Lommi (62′ Boldrini), Corrado, Pacioni (97′ Orlando), Massimino, Corelli, Natali (85′ Pienzi), Manca (62′ Tarantino), Labate, Vigliucci. A disp.: Franco, Massimi. All. Melillo
Arbitro: Menozzi della sezione di Treviso
Marcatrici: 44’ Vergani (I), 52’ Berti (I), 69’ Labate (R), 84’ Vigliucci (R)
Note-Ammonite: Vergani (I); Corrado e Corelli (R).
Sequenza rigori – Corelli: parato; Carravetta: gol; Corrado: gol; Berti: gol; Orlando: gol; Gallazzi: gol; Vigliucci: gol; Regazzoli: fuori; Labate: parato; Vergani: traversa; Boldrini: gol; Santi: gol; Pienzi: gol; Dell’Acqua: gol; Tarantino: parato; Scuratti: parato; Ghioc: gol; Giani: gol; Liberati: parato; Gilardi: gol

JUVENTUS-PINK BARI 4-2 (2-0)

Juventus: Beretta, Airola, Toniolo, Giordano, Mancuso, Brics (88′ Masu), Distefano, Silvioni, Cantore, Bellucci, Bragonzi (88′ Musolino). A disp: Serafino, Maino, Accornero, Gianesin, Dibitonto. All. Spugna
Pink Bari: Aprile, Quazzico, Capitanelli, Di Bari (89′ Protopapa), Dell’Ernia (89′ Ruscitto), Larenza, Mascia (67′ Bitetto), Buonamassa, Paparella (67′ Montemurro), Strisciuglio, Giuliesi. A disp.: Di Fronzo, Labianca, Marino. All. Liso
Arbitro: Lencioni della sezione di Lucca.
Marcatrici: 9’ Cantore (J), 18’ Mascia (B), 75′ Strisciuglio (B), 78′ Cantore (J), 85′ e 88′ Bragonzi (J)
Note-Ammonite: Toniolo (J); Buonamassa (B).

Condividi
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile.