Women’s Champions League 2023-2024, siamo alle battute finali

-

Gli ottavi di finale della Women’s Champions League edizione 2023-2024 hanno emesso i loro verdetti e non ci sono state grandi sorprese, almeno sulla carta. Ora però viene il bello, perché a sfidarsi per vincere il trofeo continentale saranno le quattro squadre europee più forti al momento. Approfondiamo quindi la loro conoscenza.

La prima semifinale vedrà di fronte le spagnole del Barcellona e le inglesi del Chelsea. Le iberiche arrivano a questa sfida avendo battuto le scandinave del Brann con un complessivo di 5-1 mentre le inglesi hanno avuto ragione delle olandesi dell’Ajax con un complessivo di 4-1, figlio soprattutto del roboante 3-0 dell’andata giocato lontano dalle mura amiche. Questa gara sta diventando un classico delle sfide europee al femminile, visto che le due compagini si sono già affrontate nella finale 2020-2021 (vittoria delle blaugrana per 4-0) e nelle semifinali della scorsa edizione (dove ad avere la meglio furono sempre le spagnole).

Le Blues di Emma Hayes vorranno sicuramente vendicarsi contro le blaugrana di Jonatan Giráldez, anche se la statistica gioca a loro sfavore, visto che dei 19 club affrontati dal Chelsea nella competizione, il Barcellona è l’unico che non ha mai battuto e la squadra della goleador Salma Paralluelo è riuscita ad eguagliare il record di sei semifinali di fila che prima apparteneva soltanto al Lione. D’altronde parliamo di uno scontro al vertice del calcio femminile europeo, con le spagnole prime nel Ranking UEFA e le inglesi seste: saranno sicuramente due semifinali molto tirate visto che le londinesi raramente sono apparse in difficoltà, nonostante i pareggi contro Madrid e Häcken, e hanno battuto facilmente l’Ajax ai quarti malgrado le pesanti assenze anche grazie alle reti dell’australiana Sam Kerr, donna copertina di questa squadra.

La seconda semifinale è una sfida in salsa francese tra Lione e Paris Saint-Germain, la gara più giocata nella storia delle competizioni femminili UEFA (10 volte, come Chelsea-Wolfsburg), con un bilancio di sei vittorie per il Lione, due pareggi e due vittorie per il PSG. Les Fenottes arrivano a questa semifinale con il secondo posto nel Ranking UEFA e avendo battuto con un complessivo di 6-2 il Benfica grazie anche alle prestazioni di Kadidiatou Diani, autrice di ben sette reti nella competizione: la squadra allenata da Sonia Bompastor detiene il maggior numero di record in questa competizione e in questa stagione ha eguagliato il primato dell’Arsenal di 15 quarti di finale, portando il proprio record a 13 semifinali e ora punta all’undicesima finale ma anche al nono titolo, ma davanti a sé ha un ostacolo chiamato PSG.

Le transalpine, guidate da Jocelyn Prêcheur, sono l’unica squadra ad aver negato al Lione il titolo francese dal 2005-2006, vincendo di un punto all’ultima giornata del 2020-2021, e dall’alto del loro quarto posto del Ranking UEFA, vorranno fare un’altra volta lo sgambetto alle cugine. D’altro canto il PSG è l’unica semifinalista a non partire direttamente dalla fase a gironi, avendo dovuto superare una difficile fase di qualificazione prova al secondo turno contro il Manchester United. Sorteggiato nel girone più difficile, ha dovuto avere ragione di Ajax, Bayern e Roma prima di battere ai quarti di finale le svedesi dell’Häcken, grazie anche ai gol di Marie-Antoinette Katoto.

Tutto è quindi pronto per le quattro gare che tra il 20 e il 28 Aprile decideranno chi saranno le due formazioni che si sfideranno il 25 Maggio 2024 allo stadio “San Mamés” di Bilbao: la certezza è che vedremo sicuramente delle bellissime partite di calcio giocate da quattro squadre che hanno motivazione, giocatrici e allenatrici di altissimo livello. Ci sarà da divertirsi, con la speranza che nel prossimo futuro anche una squadra italiana possa arrivare a questi livelli. Ce lo auguriamo.

Stefano Pellone
Stefano Pellone
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile.

MondoPallone Racconta… L’alfabeto del 2012

Al termine di un anno carico di eventi da ricordare, imprese pallonare, volti giá noti e nuove scoperte, proponiamo nel nostro ultimo appuntamento del...
error: Content is protected !!