Rugby League World Cup 2021, tra gli stadi la novità Emirates (Londra)

Scelte le sedi che ospiteranno la Rugby League World Cup 2021 in Inghilterra. Novità Emirates; Wigan e Wembley omissioni sorprendenti. Italia, ce la fai?

È l’Emirates di Londra la vera novità che spicca all’annuncio degli stadi che verranno utilizzati alla Rugby League World Cup 2021. Dopo l’edizione 2013 ospitata in condominio da Regno Unito, Francia e Irlanda, e quella 2017 giocata in Australia, Nuova Zelanda e Papua Nuova Guinea, si torna al classico, con l’Inghilterra unico paese ospitante. E in attesa dell’Italia, che se supera lo scoglio playoff di qualificazione la prossima estate otterrà il terzo accesso consecutivo alla massima manifestazione iridata, sono stati resi noti i nomi degli stadi che vedranno i migliori “tredicisti” del mondo dare il tutto per tutto per portare a casa l’ambito trofeo.

Con ordine, la notizia del giorno è che l’Emirates – impianto di proprietà dell’Arsenal di calcio – ospiterà per la prima volta una partita di questo sport. Il rugby league non è popolarissimo a Londra, ma la recente promozione in Super League dei London Broncos e la storica routine della finale di Challenge Cup (la FA Cup del league, ndr), non rende assurda questa scelta. Sostituita, rispetto alle abitudini e alle scelte del 2013, la sede di Wembley, forse troppo dispendiosa in termini di affitto. Oltre a Wembley, assente anche Wigan, casa dei campioni d’Inghilterra e sede il mese prossimo del World Cup Challenge, l’intercontinentale tra i detentori del titolo della Super League e quelli della NRL australiana.

Coi sui 52 mila spettatori di capienza potenziale il St James’ Park di Newcastle si dimostra una scelta ambiziosa. Manca, nella contea di Tyne and Wear, un club di massima serie, ma la città ha ospitato negli ultimi anni il Magic Weekend, una due giorni speciale nella quale si disputa tutta una giornata della SL in sede unica. Né è nuova ai grandi eventi dell’ovale Coventry, città casa dei Bears nella League 1, impianto nel quale sono stati già giocati test match a livello di 4 Nations e simili. Se è vero che nelle West Midlands c’è fame di rugby league, questo Mondiale è l’occasione giusta per dimostrarlo.

L’assenza di Wigan, sul piano della copertura territoriale, è solo parzialmente bilanciata dalla scelta di Leigh, il cui Leigh Sports Village si conferma impianto all’avanguardia, come confermato dal test match di spareggio verso Australia 2017 disputatovi da Italia e Russia nell’autunno 2016, e dai diversi test Inghilterra-Francia in loco.
L’Halliwell Jones Stadium di Warrington, autentico gioiellino da 15 mila spettatori con le terraces tanto care ai nostalgici di una volta, garantirà assieme al John Smith’s Stadium di Huddersfield la presenza di stadi siti in città roccheforti di questo codice del rugby. Per non parlare del KCOM Stadium di Hull, casa dell’Hull FC nel rugby league e dell’Hull City nel calcio.

Old Trafford (Manchester) ospiterà la finale mondiale come nel 2013

Curiosa la scelta di Bramall Lane (32.702), impianto di casa dello Sheffield United nella Championship inglese. La Steel City vanta una storica e orgogliosa tradizione nel rugby a XIII, coi Sheffield Eagles, attualmente guidati dall’ex commissario tecnico dell’Irlanda Mark Aston, capaci negli anni di ottenere una promozione in Super League e di ben figurare nella serie cadetta. È evidente che quello del West Riding of Yorkshire è un mercato da esplorare.
Selezionato anche il Keepmoat Stadium di Doncaster, casa dei Doncaster Rovers di calcio (League One).

Completano il quadro lo York Community Stadium (York), i prestigiosi Elland Road (37,890) ed Headingley Stadium (21,062) di Leeds, lo University of Bolton Stadium (28,723), il Riverside Stadium (34,742) di Middlesbrough (34,742) ma soprattutto Anfield, tempio del Liverpool nel calcio, sede già negli anni scorsi di diversi test match tra Australia, Nuova Zelanda e Inghilterra e del prossimo Magic Weekend.

Come nel 2013, finalissima a Old Trafford, Manchester. Al “teatro dei sogni” si disputa annualmente la finale di Super League ed è stata dunque una scelta saggia e razionale.
Adesso, in attesa di sbrogliare la matassa delle ultime qualificazioni (Italia, ce la fai?) e quasi prossimi al via dei massimi campionati nei due emisferi, non resta che far partire il conto alla rovescia in vista della Rugby League World Cup 2021.

Di seguito, l’elenco completo degli stadi, così come indicati sul sito della BBC.

Newcastle – St James’ Park (52,405 capacity)
Sheffield – Bramall Lane (32,702) & English Institute of Sport
Doncaster – Keepmoat Stadium (15,231)
Hull – KCOM Stadium (25,586)
York – York Community Stadium (8,005)
Huddersfield – John Smith’s Stadium (24,500)
Leeds – Elland Road (37,890) & Headingley Stadium (21,062)
Liverpool – Anfield (54,074)
Manchester – Old Trafford (74,994)
Preston – First training base to be revealed
St. Helens – Totally Wicked Stadium (18,000)
Warrington – Halliwell Jones Stadium (15,200)
Leigh & Wigan – Leigh Sports Village (12,000)
Bolton – University of Bolton Stadium (28,723)
London – Emirates Stadium (60,260) & Copper Box Arena (7,500)
Middlesbrough – Riverside Stadium (34,742)
Workington – Workington Community Stadium (under construction)
Coventry – Ricoh Arena (32,609)


Per informazioni sul rugby league in Italia e su dove praticarlo, scrivere a info@firl.it