Brussels Premier Padel P2: Lebron-Paquito, la nuova era inizia con un sorriso

-

Juan Lebron e Paquito Navarro erano i giocatori più attesi della seconda giornata del Lotto Brussels Premier P2. E la coppia numero 2 del tabellone del secondo P2 della stagione dopo quello di Puerto Cabello ha subito entusiasmato il pubblico della Gare Maritime. Lebron e Navarro, che avevano già giocato assieme in passato, hanno battuto in rimonta (3-6 7-5 6-1) Chipi Muñoz e Javi García e negli ottavi affronteranno Javier Ruiz e Pablo Cardona. Esordio vincente anche per la terza testa di serie del tabellone: la coppia formata da Fede Chingotto e Ale Galan, che al debutto sul circuito aveva raggiunto la finale a Puerto Cabello, ha eliminato 6-3 6-4 Edu Alonso e Alex Arroyo e giovedì trova Gonzalo Rubio e Jairo Bautista. Era un ritorno anche quello di Momo Gonzalez e Alex Ruiz: i numeri 6 del tabellone hanno chiuso in due set (7-6 6-3) il loro primo match contro Miguel Semmler e Juan Tello, con quest’ultimo che aveva iniziato la stagione proprio con Ruiz. Altra vittoria dei big, quella di Mike Yanguas e Javi Garrido (5) su Cepero/Benitez (6-3 7-5).
DONNE Se giovedì sarà il giorno delle prime quattro teste di serie del tabellone femminile (Josemaria/Sanchez, Brea/Gonzalez, Triay/Fernandez e Salazar/Icardo), mercoledì è stato quello della prima vittoria di altre teste di serie, come la numero 7 formata da Virginia Riera e Sofia Araujo – finaliste ad Acapulco – che hanno battuto 7-5 6-2 Ksenia Sharifova e Lucia Martinez Gomez. Bene anche Lucia Sainz e Patty Llaguno (8), con il 6-4 6-1 su Marta Barrera e Marta Caparros, mentre Ana Catarina Nogueira e Marta Talavan si sono aggiudicate la maratona della giornata, 5-7 6-2 7-6 in due ore e 50’ su Barbara Las Heras e Victoria Iglesias.
SAIVE Alla Gare Maritime, oggi, c’era un ospite speciale: Jean Michel Saive, presidente del comitato olimpico belga. “Arrivo dal tennis tavolo, ma il padel mi piace davvero tanto – le sue parole –. Qui c’è una grande atmosfera, con tanta gente sulle tribune a godersi lo spettacolo, sia nel tabellone femminile che in quello maschile. Il padel negli ultimi anni ha avuto una crescita incredibile, con sempre più persone a praticarlo e tanta gente che sta preferendo il padel al tennis. Vedo un grande futuro per questa disciplina”. Un futuro a cinque cerchi? “Ogni sport vorrebbe diventarlo e compiere questo viaggio straordinario, il padel è già stato già proposto nei Giochi Europei di Cracovia, quindi il suo viaggio lo ha già iniziato. Tanti sport stanno ‘lottando’ per essere parte del programma olimpico e restarci, staremo a vedere“.
Rodella Alessandro
Rodella Alessandro
Nato a Brescia nel marzo del 1992, ama lo sport in generale, soprattutto calcio, tennis e motori. Pratica i primi due a livello amatoriale senza grandi risultati. Appena può, ama seguire gli sport "dal vivo".

MondoPallone racconta… Éder, Vázquez e gli oriundi azzurri

Gli ultimi impegni della Nazionale azzurra si sono appena conclusi con due pareggi, preceduti dalle solite polemiche. Oltre all'affaire Marchisio, si è di nuovo...
error: Content is protected !!