Buona la prima per Ouzounidis: il Panathinaikos gioca solo la ripresa, ma batte 1-0 il PAOK

Partita a due volti al Leoforos, dove il Panathinaikos di Ouzounidis porta a casa una vittoria importante e sudata. I verdi sono al secondo posto solitario, aspettando la gara del PAS Giannina al Kaftanzogleio, mentre il PAOK si trova a +4 dalla retrocessione. 

Il Panathinaikos di Ouzounidis scende in campo col 4-2-3-1, marchio di fabbrica del tecnico greco, in un Leoforos insolitamente tranquillo, a causa della protesta dei gruppi ultras, che hanno lasciato l’intera Thyra 13 completamente deserta. Lo spettacolo in campo è altrettanto desolante, durante il primo tempo: partita fisica, ritmi bassi e occasioni latenti. Tra i tanti errori in impostazione, è il PAOK a creare la prima e unica vera opportunità al 17′, quando Leovac spedisce un siluro in porta e trova la deviazione di Vlachodimos. Il giro palla confuso e frammentario dei verdi, invece, frutta solo un misero colpo di testa di Coulibaly, preda di Brkić, e una marea di tocchi imprecisi, controlli approssimativi e azioni buttate; solidarietà dalla controparte, che non è da meno.

Il Panathinaikos entra in campo nella ripresa con un piglio diverso e riesce perlomeno a mettere Berg davanti al portiere per due volte: prima chiude Crespo, poi Brkić. Ivić rimescola le carte inserendo Biseswar, mentre Ouzounidis cambia sulle fasce. Le due squadre sono ora assettate per una gara più aperta, ma il vantaggio del Pana arriva comunque dal nulla: Lod si inventa un tiro a fil di palo da 25 metri, trovando un Brkić disastroso che non prova nemmeno l’intervento. Il PAOK cerca il pareggio con veemenza, ma trova una buona organizzazione difensiva a impedirglielo. La ripresa salva i verdi e li riconcilia parzialmente col loro pubblico. Per i bianconeri invece le buone notizie sono poche: la zona rossa è più vicina di quanto si pensi.

PANATHINAIKOS-PAOK SALONICCO: 1-0 (0-0)

Panathinaikos (4-2-3-1): O. Vlachodimos 6; Coulibaly 6, Moledo 6,5, Koutroumbis 6,5, Hult 6,5; Zeca 6, Wakaso (62′ Boumale 5,5); Ibarbo 4,5 (62′ Leto 6), Villafáñez 6, Lod 6,5; Berg (89′ Nuno Reis sv). A disp.: Steele, Mesto, Ivanov, M’Poku. All.: Ouzounidis 6,5
PAOK (4-3-3): Brkić 5; Léo Matos 6, Varela 6, Crespo 5,5, Leovac (51′ Malezas 6); Cimirot 5,5, Cañas 6, Shakhov (64′ Biseswar 5); Djalma 4,5, Koulouris (80′ Athanasiadis sv), Rodrigues 5,5A disp.: Vellidis, Charisis, Mystakidis, Pelkas. All.: Ivić 5
Arbitro: Anastasios Papapetrou
Marcatori: 70′ Lod
Note: ammonizioni: Coulibaly, Leto, Moledo (Pao), Leovac (Paok)