Il momento di cambiare

Arriva quel giorno in cui qualcosa ti scuote dentro. Quando ti guardi allo specchio e ciò che vedi non sei tu. Non sei più tu.

Ti sei chiesto spesso cosa vuoi fare da grande, senza mai accorgerti che il momento di diventare adulto è arrivato. O, se non di diventare adulto, perlomeno di provarci: di fare la tua parte, di riconoscere i tuoi cambiamenti. Ridiscutere la propria identità è qualcosa di complesso, e solitamente incompleto. Ma non per questo non è da fare.

E quindi eccoci qui: siamo sempre quelli di MondoPallone, solo che da oggi in poi saremo MondoSportivo. Per restare al passo con i tempi, e soprattutto con noi stessi: ha senso riferirsi ancora a uno sport solo, quando quotidianamente ci occupiamo anche di ciclismo, motori, pallacanestro, rugby, tennis e chi più ne ha più ne metta?

La viviamo come una missione: quella di poter seguire eventi sportivi, cercando di fornire un’informazione il più completa e imparziale possibile. Guardando al nostro nuovo logo, se noi siamo il mondo, il cappellino siete voi: i lettori e i tifosi, la vera anima dello sport – quelli che ci credono, quelli che vengono disillusi dagli eccessi più diversi (anzitutto il doping). Ma, soprattutto, quelli che non vorremmo mai deludere; e quelli che vorremmo fossero i nostri tifosi, i tifosi di MondoSportivo.

Alla fin fine, a unirci (come esseri umani) sono proprio le emozioni condivise: quelle non cambieranno di certo. Prenderanno un nome nuovo, e via via forme differenti: più legate all’approfondimento che alla cronaca spicciola, più a fondo nella qualità che nella quantità.

E torniamo a quel momento: quando qualcosa ti scuote dentro, quando senti che non sei più quello di prima. Non è qualcosa di immediato: è un lento processo, uno scorrere – scorrersi verso qualcosa di nuovo.

È stato più lungo e laborioso del preventivato, ma sapevamo tutti ciò che ci attendeva. Cioè: trasformarsi, cambiare, è sempre un processo duro e faticoso; e, per quanto si provi a prevederlo, non è mai abbastanza. Neanche il bruco, passando attraverso lo stato di crisalide, sa la fatica che dovrà fare, prima di diventare una farfalla bellissima (si spera). Così è anche la nostra vita: come individui, e come società. Si cresce: siamo sempre noi, solo un po’ più grandi (in tutti i sensi).

E quindi grazie MondoPallone, per ciò che siamo stati fino a qui. E forza MondoSportivo, per ciò che siamo diventati e diventeremo.