Totti carica la Roma: “Se continuiamo così, possiamo arrivare lontano”

-

Come un pareggio in un big match, nonostante le tante difficoltà, può far cambiare il corso della stagione di una squadra. La Roma, dopo l’1-1 dell’Olimpico contro la Juve, ha cambiato volto. Una metamorfosi totale nel gioco e nell’atteggiamento in campo dei giocatori. Luis Enrique la mente e Francesco Totti il braccio.

Con il 2-0 a Bologna, secondo successo di fila dopo la vittoria a Napoli, i giallorossi chiudono il 2011 con il morale alle stelle e con un ritrovato capitano che al termine della sfida del Dall’Ara ha dichiarato: “Il gol? Un pò mi manca. Ma quando ci sono prestazioni, sono contento lo stesso. Mi sto mettendo al servizio della squadra come ho sempre fatto e sono contento perché questa squadra ha grandi prospettive. L’importante è continuare a vincere, il gol arriverà, non ne faccio un’ossessione – continua il numero 10 della Roma – Se continuiamo con questo spirito e con questa cattiveria, possiamo arrivare lontano. Ma dobbiamo restare uniti come lo siamo adesso“.

Sul futuro, invece, Francesco Totti ha affermato: “La mia porta di uscita dalla Roma è sempre stata chiusa – conclude il Pupone dopo le critiche della scorsa settimana -, e mi dispiace per il modo in cui sono stato criticato davanti ai miei figli piccoli. Quando sono solo possono criticarmi e dirmi tutto, davanti ai miei figli no. Però ormai è un capitolo chiuso“.

Marco Iannotta
Marco Iannotta
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Quella volta che il Lugano sbancò San Siro, facendo lo sgambetto...

In assenza di calcio giocato, con lo stadio di Lugano (e non solo deserto), vale la pena di rispolverare qualche ricordo, anche di carattere...
error: Content is protected !!