Fantacalcio Serie A 2018/19: i consigli su chi evitare nell’11/a giornata

Fare la formazione prima del primo anticipo di Serie A è uno dei riti sacri per il fantacalcista. Quello è il momento dei dubbi, delle certezze, delle scelte. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa scellerata. E ci sono tante varianti da tener conto: intanto, bisogna sapere chi è destinato a saltare il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), per i restanti, occorre valutare come hanno vissuto la settimana di allenamenti e gli incroci che regala loro il calendario. Poi è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una buona dose di fondoschiena. Ma la fortuna va aiutata e per questo, con umiltà, vi lasciamo qualche consiglio su chi evitare, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

POLLICE GIÙ – Formazioni entro le 20:30 di venerdì, visto che l’11/a giornata di campionato propone l’anticipo del San Paolo tra Napoli ed Empoli. A maggior ragione, occhio agli assenti, a cominciare dai quattro squalificati: Criscito, Calaiò, Schiattarella e Barillà. Oltre a loro, però, ci sono diversi infortunati recenti (su tutti Marchetti, De Rossi, Lucas Leiva, Badelj, Defrel, Dijks, Danilo, Caldara e Calabria) e numerosi giocatori in dubbio, per i quali è auspicabile valutare attentamente se correre o meno il rischio di schierarli: Veseli, Favilli, Manolas, Kluivert, Chiellini, Bernardeschi, Valoti, Hetemaj, Grassi, Inglese, Goldaniga, Molinaro e Murru.
Ma veniamo alla flop 11 di questo turno, che schiera fra i pali il cagliaritano Cragno, fra i migliori portieri di questo avvio di stagione (col Cagliari che, un po’ a sorpresa, ha la quinta miglior difesa del torneo), ma a Torino contro la Juve è troppo pure per lui. Nel terzetto difensivo poco raccomandabile troviamo Vitor Hugo (gara ostica contro la Roma, meglio non schierarlo), Romero (in gol domenica scorsa, ma stavolta dovrà marcare Icardi o chi per lui) e Capuano (dalle sue parti bazzicherà Gervinho, potrebbe soffrire la velocità dell’ivoriano). In mezzo al campo siamo poco propensi a schierare Pašalić (dopo un buon avvio si è un po’ perso; a maggior ragione ora che la Dea sembra aver ritrovato il miglior Iličić, possiamo accantonare momentaneamente il croato), Soriano (un po’ dimenticato da Mazzarri, in attesa di ritrovare spazio, lo parcheggiamo in panchina anche noi), Hamšík (turnover in vista per il capitano, con Ancelotti che potrebbe risparmiarlo in ottica PSG) e Castro (assist e gol, sta tornando il miglior Castro, ma a Torino troverà pochi spazi e sarà difficile anche per lui). Tridente dalle polveri bagnate, con Zaza (a rischio la sua titolarità e, in ogni caso, a Marassi contro la Samp non si prospetta una gara agevole per il Toro), La Gumina (da titolare a riserva, con Andreazzoli che ultimamente sta preferendo un assetto col doppio trequartista alle spalle di Caputo) e Piątek (rinunciamo alla vera sorpresa delle prime dieci giornate di campionato, ma a San Siro contro un’Inter in serie positiva ci ispira poco persino uno come lui).

I CONSIGLI SU CHI SCHIERARE NELL’11/A GIORNATA

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.