Il Monaco espugna Angers e mantiene la vetta della Ligue 2

Scontro al vertice della Ligue2, nell’11ma giornata, allo Stade Jean Bouin: il Monaco di Claudio Ranieri fa visita all’Angers, con entrambe le squadre appaiate in vetta a 19 punti. I monegaschi non vincono da un mese in campionato, mentre i padroni di casa arrivano da 3 vittorie e 1 pareggio nelle ultime quattro.

DORÉ FA E DISFA, CARRASCO LETALE – I padroni di casa partono forte, galvanizzati dai recenti risultati, e alzano subito il ritmo di gioco. Al 7′ Henin conclude a rete un perfetto schema su punizione ma la trappola del fuorigioco scatta inesorabile e salva il Monaco. La prima mezz’ora è quasi del tutto di marca angioina, il gioco è veloce e ben manovrato e i monegaschi di Ranieri non riescono a ripartire con lucidità. Doré domina la fase offensiva per i suoi ma spreca troppe occasioni: clamorosa quella al 21′ in campo aperto, solo davanti a Subašić ma rimontato da Adriano. Proprio Adriano, però, decide di complicare le cose: già ammonito, entra in netto ritardo da dietro su Doré, all’altezza del centrocampo. Secondo giallo ed espulsione ovvia, Monaco in inferiorità numerica. Si attende solo l’intervallo, però, quando Ferreira Carrasco prende palla al limite dell’area avversaria, con una giravolta ne lascia sul posto tre, entra in area e fulmina in diagonale Malicki. 0-1 dal nulla e secondo tempo tutto da vivere.

TOURÉ RADDOPPIA E LA DIFESA RESISTE – L’ingresso di Appiah per Germain prima dell’intervallo ridisegna il Monaco con un 4-4-1 più coperto, ma già al 3′ gli ospiti mettono un altro macigno sul match: Kurzawa si invola a sinistra e il suo cross viene trasformato in gol dal clamoroso stacco di testa di Ibrahima Touré. Decimo gol in campionato per il senegalese e 0-2 che affossa il morale dell’Angers. I padroni di casa faticano a riprendersi e creando soltanto situazioni sterili ed esponendosi al contropiede della squadra di Ranieri. La girandola di cambi smuove un po’ la partita e all’80’ l’Angers trova il gol con Diers, che insacca il cross basso dalla sinistra di El Jadeyaoui. Il match improvvisamente si accende e i padroni di casa credono nella rimonta ma, 5 minuti dopo, Boyer entra a piedi uniti a centrocampo su N’Dinga e si guadagna il cartellino rosso. Parità numerica ristabilita e le ultime folate degli angioini sono ormai frenetiche e confuse.

PRIMATO SOLITARIO – Con una prestazione di cuore e applicazione, per larghi tratti in inferiorità numerica, il Monaco guadagna i 3 punti che valgono la conferma del primato in Ligue 2, questa volta nuovamente in solitaria. Touré continua a segnare e si conferma l’uomo in più, ma ampio merito per la vittoria odierna va dato al blocco difensivo e alla concentrazione messa in campo da tutta la squadra. Il calendario è ancora molto lungo ma i monegaschi si confermano i favoriti per tornare in Ligue 1 a fine stagione.

ANGERS-MONACO 1-2 (0-1)

Angers (4-4-2): Malicki, Henin, Boyer, Frikeche (65′ Gómez), Diallo, Auriac, Ravet, El Jadeyaoui, Manceau, Doré (72′ Diers), Keserü (58′ N’samé). A disp.: Letellier, Couturier. All.: Moulin
Monaco (4-4-2): Subašić, Kurzawa, Adriano, Kagelmacher, Mendy, Wolf, Coulibaly (79′ N’Dinga), Dirar (79′ Ocampos), F. Carrasco, Touré, Germain (45’+1 Appiah). A disp.: Sourzac, Poulsen. All.: Ranieri
Arbitro: Clément Turpin
Marcatori: 45′+2 F. Carrasco (M), 48′ Touré (M), 80′ Diers (A)
Note: ammoniti: Dore, Henin, Auriac (A), Adriano, Dirar (M); espulsi: Adriano (M), Boyer (A)

Condividi
Torinese, classe 1983. Da piccolo voleva vedere Wembley e il Maracanã, gli manca ancora il secondo. Toro e Arsenal nel cuore, sta fra un tackle di Gilberto Silva e Tony Adams che chiama il fuorigioco.