Qatar Major: Yanguas-Garrido e Triay-Fernandez

-

La settimana magica di Mike Yanguas e Javi Garrido non è ancora finita. Dopo aver eliminato Juan Lebron e Ale Galan negli ottavi, gli spagnoli – numero 10 del tabellone – hanno realizzato il secondo capolavoro nel giro di tre giorni, battendo anche i numeri 3 dell’Ooredoo Qatar Major di Doha, i ‘Superpibes’ Franco Stupaczuk e Martin Di Nenno (3) che non potranno quindi difendere il titolo conquistato lo scorso anno in Qatar. È finita 6-2 7-6 in un’ora e 41′, con Yanguas e Garrido dominanti nel primo set – con gli smash di Javi che hanno esaltato il pubblico di Doha – e capaci di resistere anche all’inevitabile ritorno degli argentini: Stupaczuk e Di Nenno, però, hanno pagato i troppi errori, anche nei punti chiave, dando strada a Yanguas/Garrido, che domani potranno giocarsi il titolo del primo Major dell’anno contro Arturo Coello e Agustin Tapia (2), che nell’altra semifinale hanno battuto 6-0 6-4  Paquito Navarro e Sanyo Gutierrez. Un dominio, quello di ‘Arturito’ e dell’argentino, che già dai primi game hanno messo le cose in chiaro: finisce l’avventura a Doha per i numeri 4 del tabellone, che dopo aver iniziato la stagione con una sconfitta a Riyadh hanno però dato l’impressione di essere in crescita. Coello, invece, con questa vittoria è già sicuro di tornare da lunedì in testa al ranking FIP, dopo essere stato scavalcato da Lebron e Galan vittoriosi nel Riyadh Season P1.

DONNE Nel tabellone femminile, invece, vanno a caccia del bis Paula Josemaria e Ari Sanchez. Le numero 1 del mondo hanno avuto bisogno di tre set e di rimontare il primo, ma alla fine sono riuscite a superare 4-6 6-2 6-4 Marta Ortega e Veronica Virseda (4), che chiudono così in semifinale il loro primo torneo giocato insieme. A sfidare Josemaria/Sanchez e a cercare di impedire alle spagnole di fare doppietta dopo il Riyadh Season P1 sarà un’altra coppia nuova, quella formata da Gemma Triay e Claudia Fernandez (3). In una partita durata un’ora e 59′, Triay e la 18enne (quasi in lacrime dopo aver chiuso la partita) hanno battuto 7-5 6-4 Alejandra Salazar e Tamara Icardo: un match che Triay/Fernandez avevano iniziato benissimo (doppio break nel primo set) prima del ritorno prepotente di Salazar/Icardo. Nonostante un piccolo problema fisico accusato nel secondo set e che ha costretto Fernandez a chiedere il medical time out, Triay si è presa la coppia sulle spalle e domani andrà a caccia del secondo titolo nel circuito Premier Padel dopo quello conquistato a Roma, al Foro Italico, in coppia con Marta Ortega.

Domani è il giorno più atteso al Khalifa International Tennis&Squash Complex: le finali inizieranno alle ore 17 locali (le 15 CET), prima Josemaria/Sanchez contro Triay/Fernandez, poi Yanguas/Garrido contro Coello/Tapia.

Rodella Alessandro
Rodella Alessandro
Nato a Brescia nel marzo del 1992, ama lo sport in generale, soprattutto calcio, tennis e motori. Pratica i primi due a livello amatoriale senza grandi risultati. Appena può, ama seguire gli sport "dal vivo".

MondoPallone Racconta… Parma, un’isola felice passata di moda

Purtroppo nelle ultime settimane le vicissitudini societarie del Parma sono argomento di stretta attualità, non solo a livello puramente calcistico. La squadra emiliana sembra...
error: Content is protected !!