Volley, Serie A Femminile – Pinerolo, missione compiuta: salvezza! Perugia cade contro Conegliano e retrocede in A2

-

Scandicci e Chieri mantengono le rispettive posizioni, Bergamo supera Busto al settimo posto. Vallefoglia scavalca Firenze e Cuneo.

Fine dei giochi: si è chiusa ufficialmente la Regular Season del Campionato di Serie A1. Le immagini più belle arrivano da Pinerolo, dove le padrone di casa perdono contro Chieri ma agguantano un’incredibile salvezza grazie alla contemporanea sconfitta di Perugia, che retrocede in A2 dopo lo 0-3 subìto da Conegliano. A festeggiare sono anche le collinari, che con i tre punti mantengono il vantaggio su Novara, vittoriosa nel derby contro Cuneo. Derby con il sorriso anche per Scandicci, che rimane seconda grazie al tie-break contro Firenze, mentre Milano chiude terza battendo Busto Arsizio 0-3. Le farfalle scivolano all’ottavo posto per il successo da tre punti di Bergamo ai danni di Casalmaggiore, Macerata saluta l’A1 perdendo in casa contro Vallefoglia.

In virtù dei risultati odierni, questo il quadro dei Quarti di Finale dei Playoff Scudetto: Conegliano-Busto, Scandicci-Bergamo, Milano-Casalmaggiore e Chieri-Novara. Questi invece gli accoppiamenti iniziali dei Playoff Challenge Cup: Vallefoglia-Pinerolo e Firenze-Cuneo.

Non riesce l’impresa alla Bartoccini-Fortinfissi Perugia: la Prosecco Doc Imoco Conegliano vince 0-3 al PalaBarton e condanna le umbre alla retrocessione in Serie A2. La squadra di coach Bertini dimostra tutta la sua combattività in avvio di primo set, con Galkowska a trainare il gioco per il 6-1 iniziale. Le venete si svegliano e iniziano a marcare punti variando i colpi e trovano la parità sul 10-10. L’equilibrio si protrae fino al 17-17, poi Fahr mette due muri consecutivi e lancia il finale di qualità delle pantere, che si portano 0-1 con il punteggio di 21-25. Il secondo parziale parte equilibrato con le due formazioni che si alternano sul tabellone fino al 10-10 poi Haak comincia a fare sul serio e di colpi si arriva al 10-16. L’Imoco amministra il margine in scioltezza e va sullo 0-2. Nel terzo set la Bartoccini-Fortinfissi parte bene portandosi subito sul 3-0, ma Conegliano si attiva e sul 6-6 è di nuovo parità. Si prosegue punto a punto fino al 19-19, poi Gray e Fahr salgono in cattedra ed il margine ospite aumenta fino al definitivo 20-25 messo a terra da Lubian. MVP Isabelle Haak con 17 punti, bene Fahr (11 con 5 muri) e la coppia Plummer-Cook (10 punti a testa). Solo Galkowska in doppia cifra per le umbre (10). Le parole di Raymariely Santos: “Sono molto orgogliosa delle mie compagne, abbiamo lottato ogni giorno per migliorare. Sono soddisfatta per come abbiamo affrontato una squadra forte come Conegliano. La cosa più importante per noi era fare il nostro meglio, il risultato poi sarebbe stato relativo: vincere o perdere fa parte dello sport. Sono arrivata per dare il mio meglio sempre ed anche le mie compagne lo hanno fatto, per questo sono molto fiera di loro”. Queste le parole di Sarah Fahr: “Credo che per Perugia questa partita valesse moltissimo, mi spiace vedere le ragazze così perché hanno dimostrato quanto ci tenevano. Dal canto nostro abbiamo dovuto alzare il ritmo perché i playoff inizieranno a breve e quindi è stato importante anche per noi dare una buona prestazione, anche se all’inizio abbiamo commesso qualche errore di troppo. Ora ci concentreremo ancora più sulla fase finale della stagione che durerà ancora un mese se tutto dovesse andare per il meglio, abbiamo ancora l’amaro in bocca per quello che è successo in Champions League e quindi daremo il massimo per riuscire a conquistare il titolo di Campionesse d’Italia, ma ovviamente ci sarà ancora da giocare e vedremo cosa succederà”.

Il Bisonte Firenze sfiora la clamorosa rimonta nel derby con la Savino Del Bene Scandicci, ma alla fine deve cedere al tie-break. Peccato perché dopo essere risalite dallo 0-2 al 2-2 le bisontine avevano sperato di poter finalmente infrangere la maledizione dei derby – uno solo vinto su diciotto giocati in A1 – ma la prestazione e l’orgoglio mostrati a Palazzo Wanny fanno decisamente ben sperare per il Playoff Challenge Cup. Firenze ha chiuso la regular season al decimo posto, e quindi nel primo turno affronterà l’undicesima, Cuneo, con gara uno sabato sera a Palazzo Wanny. Splendida ne Il Bisonte la prestazione di Herbots (23 punti di cui 18 dal terzo set in poi) e di Alhassan (16 punti col 66% in attacco e 2 muri), mentre dall’altra parte Antropova (28 punti con 4 muri e 3 ace) è stata devastante nella prima parte del match, ma la più continua è stata Zhu (26 punti col 47% in attacco), premiata alla fine come MVP del match. Grande prova di carattere mostrata dalla squadra di coach Parisi che, sotto 0-2 con il secondo set perso a 14, si è rialzata con forza e vigore prendendosi di prepotenza il pareggio con i vantaggi della quarta frazione. La stanchezza si è poi fatta sentire nel tie-break, che ha premiato la squadra di coach Barbolini. Le parole di coach Parisi: “Come al solito ci prendiamo sempre troppo tempo per tirare fuori quello che è necessario, soprattutto contro queste avversarie, però almeno oggi c’è stata una reazione e la squadra mi è piaciuta molto per come è stata in campo e anche a livello di atteggiamento, con la giusta aggressività e la giusta concentrazione. Dopi due set sofferti, i finali di terzo e quarto sono stati entusiasmanti, soprattutto dal 22-24 nel quarto, dove siamo stati molto bravi. Nel quinto forse c’è stato un po’ di appagamento, o forse abbiamo pagato lo sforzo profuso fisicamente: abbiamo avuto un piccolo caso di tensione e lo abbiamo pagato. Però di oggi mi rimane la grande reazione della squadra”. Così invece coach Barbolini: “Una bella vittoria. Le ragazze hanno saputo ribaltare una situazione che aveva preso un abbrivio favorevole a Firenze. C’è stata un po’ di responsabilità nostra, che non abbiamo saputo chiudere la sfida nel terzo set, però abbiamo giocato contro una squadra di buonissimo livello. Dobbiamo essere felicissimi questa sera, ma soprattutto per questo percorso in campionato e per questo secondo posto che viene raggiunto per la seconda volta nella storia di questa società. Felici per il risultato e adesso domani riposiamo e pensiamo a fare un altro grande risultato mercoledì nel ritorno della finale di CEV Cup, perchè la sfida sarà altrettanto dura se non di più”.

La Wash4Green Pinerolo conquista ufficialmente la salvezza nell’ultima giornata di Regular Season. Al Pala Bus Company di Villafranca Piemonte è la Reale Mutua Fenera Chieri a portare a casa il risultato (1-3) ma poco importa alle pinelle: la sconfitta secca di Perugia con Conegliano regala la matematica permanenza in serie A1 a Zago e compagne. Festeggia Pinerolo ma esulta anche Chieri che, con i tre punti conquistati, blinda un grandissimo quarto posto, conquistando il fattore campo nei Quarti dei Playoff Scudetto. L’MVP del match se lo prende con grande merito Grobelna, la miglior realizzatrice delle sue (14 punti) mentre nella metà campo di casa la coppia di centrali Gray-Akrari chiude con 15 (di cui 5 muri) e 14 punti. A muro Pinerolo fa meglio (11 contro 9) ma in attacco Chieri realizza un 50% di efficienza mentre la Wash4Green si ferma a 44%. Partita bella e vivace, con il pubblico già in festa dopo due set, con un orecchio a quello che succedeva in Umbria. Per le collinari ottima gestione dei finali di primo e secondo set, con Pinerolo che invece conquista con merito il terzo. Il più combattuto tra i parziali è il quarto, con le collinari a prendersi una meritata vittoria. Queste le parole dell’MVP Kaja Grobelna: “Non è stato facile con tutti i tifosi in questo palazzetto. Era una gara molto importante sia per noi che per loro e siamo molto contente. Nei primi due set eravamo molto concentrate poi siamo un po calate ma alla fine è abbastanza normale. Però sono contenta della vittoria perché è meglio entrate nei play off con una vittoria. Il quarto posto è bellissimo però non ci fermiamo qua, andiamo avanti. Non ci poniamo limiti, abbiamo la mentalità giusta e vediamo dove arriveremo”. Queste invece le parole di Valentina Zago, che commenta una salvezza che sembrava impossibile solo qualche settimana fa: “È quasi una vittoria per noi questa salvezza. Sono orgogliosa di tutta la squadra, lo staff e la società. Ce la siamo meritata perché è stato un anno difficile e sono veramente contenta. Abbiamo fatto fatica e ci abbiamo messo un po’ ad ingranare, complici anche gli infortuni. I risultati poi sono arrivati, lavorando bene e si è visto. Il nostro coach ci ha sempre supportato e ci ha dato una grande forza anche quando magari eravamo un po’ scoraggiate. Anche noi, nonostante le sconfitte siamo rimaste unite e questa salvezza all’ultima giornata è ancora più bella”.

Si chiude con una vittoria da tre punti la stagione regolare della Igor Gorgonzola Novara, che supera in rimonta Cuneo Granda S.Bernardo in quattro set e chiude al quinto posto, alle spalle di Chieri, a sua volta vittoriosa. MVP dell’incontro la centrale Sara Bonifacio. Proprio la centrale firma il primo break (4-1), Kuznetsova in battuta accorcia (6-5) . Equilibrio fino al finale, Karakurt spara out (20-21), Szakmary chiude uno scambio infinito in diagonale (21-23) e Kuznetsova poco dopo regala il set a Cuneo firmando il 21-25. Novara con Adams in sestetto e dopo un avvio pro-Cuneo (2-5, ace di Diop), Bosetti prima accorcia in diagonale (4-5) e poi sorpassa sull’8-7, allungando il break con un muro (9-7). Bellano ferma il gioco sull’11-8, Karakurt va a segno due volte (14-10, poi 18-13) e Adams poco dopo conquista il set ball in maniout (24-19): chiude un attacco out di Drews, sul 25-19. Lavarini manda in campo Cambi e Chirichella, nel testa a testa iniziale le azzurre mettono la testa avanti con l’attacco di seconda di Cambi (7-5), poi Novara scappa 12-7 con la pipe di Adams e ancora 14-8 con l’americana a segno a muro. Karakurt fa il vuoto (17-10) ma Gicquel entra e in battuta favorisce il 18-15, Cambi firma l’ace del 22-17 ma Kuznetsova non molla e fa due punti in fila per il 22-21 con Lavarini che ferma due volte il gioco. Gicquel sbaglia (24-21), Adams no: la Igor trova il 25-21 e si porta sul 2-1. Con Ituma e Giovannini in sestetto, la Igor mantiene il ritmo e fa subito 6-2 con una diagonale vincente e un ace di Adams; Giovannini fa due punti in fila (8-4), Cuneo rientra (8-7) ma Adams (11-7) e Ituma (12-7) riprendono la marcia con l’ace di Giovannini che vale il +7 (14-7). Chirichella mura Drews (17-11) e ancora Giovannini in diagonale mette al sicuro il set (20-13) con Ituma che avvicina il traguardo sul 23-15; Adams in parallela chiude i conti poco dopo, sul 25-17. Così Stefano Lavarini a fine partita: “Abbiamo provato fino all’ultimo a inseguire il quarto posto, sapevamo che non dipendeva solo da noi ma abbiamo fatto il nostro. Ora ci aspetta una partita importantissima, con in palio quello che sarebbe qualcosa di davvero grosso. Aver vinto e aver potuto dare spazio un po’ a tutte le ragazze è importante, perché ora più che mai ci sarà bisogno di tutti”.

La CBF Balducci HR Macerata chiude la sua prima storica stagione in Serie A1 salutando il massimo campionato senza riuscire a regalare un’ultima soddisfazione ai suoi tifosi: la Megabox Ond. Savio Vallefoglia si impone nel derby marchigiano al Banca Macerata Forum in tre set nell’ultima giornata di Regular Season. Nonostante i 18 punti di Chaussee, top scorer, le pesaresi emergono grazie alla MVP Drews (16 punti con il 57% in attacco), agli 8 muri e 8 ace a fine gara. Il primo break è delle arancionere, ma la Megabox trova subito una buona correlazione muro-difesa costruendo un leggero vantaggio. Chaussee non ci sta e Macerata torna in parità ma le pesaresi si affidano ai colpi di Kosheleva (11-13) e scappano con Mancini e Drews verso lo 0-1. Non bastano i 9 punti di Chaussee. Nel secondo set grande equilibrio che permane fino alle battute finali, con un botta e risposta che anima gli spalti del palazzetto marchigiano. Le protagoniste da un lato sono Chaussee (5), Malik (4) e Molinaro (4 con 3 muri), dall’altro Aleksic (5) e D’Odorico. L’allungo decisivo lo piazzano le ospiti, che hanno la meglio 24-26. Nel terzo è ancora Vallefoglia a recitare il ruolo di protagonista, scappando sin da subito: 17-25 e tre punti fondamentali che portano le biancoverdi al nono posto, il migliore per iniziare i Playoff Challenge Cup da testa di serie. Le parole di Francesca Cosi: “Abbiamo cercato di bloccare la determinazione di Vallefoglia, il secondo set ci è sfuggito per poco, ma loro hanno dimostrato anche questa sera il lavoro valore. Sono molto rammaricata perché è stata una bellissima esperienza e che nonostante i risultati le emozioni sono state tante, anche in occasione di quest’ultima partita con il pubblico che non ci ha mai lasciate sole”. Così invece l’MVP Drews: “Per me è un altro risultato importante, siamo venuti qui per cercare di fare del nostro meglio e non lasciare nulla in campo. Tre punti fondamentali”.

Gioca una gara generosa la e-work Busto Arsizio, ma sono troppe le assenze per far fronte alla Vero Volley Milano che si impone per 0-3 davanti agli oltre 3000 spettatori dell’arena biancorossa. Oltre a Zannoni (in via di recupero), la UYBA ha dovuto rinunciare anche a Rosamaria (dolore addominale), Zakchaiou (bloccata dalla cervicalgia acuta) e dal terzo set anche a Omoruyi (crampi). Nonostante le buone prove di Stigrot (opposta) e Lualdi, la formazione di Marco Musso ha espresso solo a tratti il suo miglior gioco, facendo sudare Milano nel primo set e in parte nel terzo, ma subendo a lungo la forza dell’avversario. Thompson (14 ed MVP), Folie (10) e Davyskiba (11) le migliori per le ospiti, guidate da una splendida Orro, mentre tra le farfalle Stigrot è stata l’ultima ad arrendersi con 11, seguita da una positiva Degradi (9) e da una grintosissima Lualdi (8). Le parole di coach Marco Musso: “Complicato dare una valutazione stasera perchè si è vista una evidente differenza fisica tra le due squadre, ma si è vista anche la voglia della UYBA di stare in campo per il più lungo tempo possibile. Il primo e terzo set sono la dimostrazione che possiamo giocare alla pari grazie alla voglia di dare qualcosa in più tutti quanti, grazie alla nostra battuta e al muro difesa. Questa settimana ci siamo allenati con difficoltà per le tante assenze, la qualità dell’allenamento fa la differenza e si vede sempre in partita”. Così invece Alessia Orro: “Sono molto contenta della prestazione della squadra stasera. Vittoria a parte, abbiamo potuto provare anche alcune situazioni di gioco in vista dei Playoff Scudetto. Siamo state brave a tenere alto il livello nonostante le avversarie ci abbiano dato filo da torcere. Sfideremo Casalmaggiore ma quello che conta sarà approcciare col piglio giusto l’atto finale della stagione. Ci hanno messo in difficoltà in passato ma lavorando bene in palestra, come stiamo facendo in questi mesi, troveremo la giusta fiducia”.

La Volley Bergamo 1991 tira fuori il cuore e la grinta mancata nell’ultimo mese e conquista tre preziosi punti nella sfida che la vedeva opposta alla TrasportiPesanti Casalmaggiore. Un risultato che permette alle orobiche di scavalcare Busto Arsizio e conquistare il settimo posto in classifica. All’equilibrio iniziale, Casalmaggiore risponde con uno strappo che porta le ospiti a +6 (10-16), ma 4 punti consecutivi di Lanier e un muro di Butigan riportano Bergamo a contatto (15-16). Si torna in parità con Lanier per il 17-17, con Lorrayna (7) arriva il sorpasso e di nuovo con Lanier il break (19-17). Il punto a punto porta ai vantaggi che sorridono alle rossoblù: Stufi e Lanier (11) firmano il 26-24. Casalmaggiore si riprende in fretta e di nuovo si porta a +6 (9-15), Lorrayna (6) e il turno di battuta di Butigan riportano la parità (16-16). Il +2 arriva con la complicità di Cagnin, entrata in corsa nel primo set e confermata in campo, e del muro di Gennari (20-18). Con Lanier (7) è +3 (22-19), la Trasportipesanti però si fa avanti e trova una nuova parità (23-23). Finisce ancora una volta ai vantaggi e di nuovo con il 26-24 rossoblù. Le ospiti non ci stanno e ripartono ancora una volta con uno strappo: +5 (5-10). Coach Micoli ferma il gioco e alla ripresa Lorrayna (6) torna a farsi sentire. Non basta, perché il nuovo allungo di Casalmaggiore vale il +7 (8-15) e con Perinelli (6) e Dimitrova (7) riapre la partita (18-25). La battaglia non si placa e si viaggia a stretto contatto: la sfida è infuocata fino a metà set, poi le padrone di casa scappano e firmano il successo. MVP Lorrayna con 23 punti, Lanier chiude a 24 mentre Dimitrova si ferma a 19. Le parole della brasiliana, MVP del match: “Questa è Bergamo, questo è il grande cuore di questa squadra. Oggi ci siamo divertite e siamo tornate a far vedere la bella pallavolo che ci ha permesso di arrivare ai Playoff Scudetto. Stiamo prendendo fiducia e ora non vogliamo più fermarci”. Questo il commento di Chiara De Bortoli: “La squadra rispetto alla gara contro Pinerolo ha iniziato a riprendersi però dobbiamo essere più ciniche. I primi due set ai vantaggi in verità sono stati persi nelle fasi centrali della frazione quando eravamo avanti di diversi punti. Nel quarto set poi abbiamo mollato e loro ci hanno messo qualcosa in più oltre alla nostra ricezione che si è sporcata. Siamo però seste matematiche, questo era il nostro obiettivo ed ora, dopo questi due giorni di riposo per riprenderci, dobbiamo dare il massimo nei playoff”.

SERIE A1
13° GIORNATA DI RITORNO
Sabato 8 aprile ore 20.30
Bartoccini-Fortinfissi Perugia-Prosecco Doc Imoco Conegliano 0-3 (21-25, 15-25, 20-25)
Il Bisonte Firenze-Savino Del Bene Scandicci 2-3 (21-25, 14-25, 25-20, 26-24, 7-15)
Wash4green Pinerolo-Reale Mutua Fenera Chieri 1-3 (20-25, 21-25, 25-20, 23-25)
Igor Gorgonzola Novara-Cuneo Granda S.Bernardo 3-1 (21-25, 25-19, 25-21, 25-17)
Cbf Balducci Hr Macerata-Megabox Ond. Savio Vallefoglia 0-3 (22-25, 24-26, 17-25)
Sabato 8 aprile ore 20.30 diretta Rai Sport + HD
E-Work Busto Arsizio-Vero Volley Milano 0-3 (22-25, 11-25, 19-25)
Sabato 8 aprile ore 20.30 diretta Sky Sport
Volley Bergamo 1991-Trasportipesanti Casalmaggiore 3-1 (26-24, 26-24, 18-25, 25-17)

I TABELLINI
BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA – PROSECCO DOC IMOCO CONEGLIANO 0-3 (21-25 15-25 20-25) – BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA: Lazic 5, Nwakalor 9, Galkowska 10, Gardini 3, Polder 7, Santos 1, Armini (L), Rumori. Non entrate: Galic, Guerra, Garcia, Avenia. All. Bertini. PROSECCO DOC IMOCO CONEGLIANO: Fahr 11, Haak 17, Robinson-cook 10, Lubian 4, Wolosz 1, Plummer 10, De Gennaro (L), Gray 6, Gennari 1, Carraro, Samedy. Non entrate: Pericati (L), De Kruijf. All. Santarelli. ARBITRI: Mattei, Luciani. NOTE – Spettatori: 1024, Durata set: 27′, 26′, 26′; Tot: 79′. MVP: Haak.

Top scorers: Haak I. (17) Fahr S. (11) Galkowska M. (10)
Top servers: Galkowska M. (2) Fahr S. (1) Plummer K. (1)
Top blockers: Fahr S. (5) Nwakalor L. (3) Plummer K. (2)

E-WORK BUSTO ARSIZIO – VERO VOLLEY MILANO 0-3 (22-25 11-25 19-25) – E-WORK BUSTO ARSIZIO: Degradi 9, Lualdi 8, Lloyd 1, Omoruyi 4, Olivotto 1, Stigrot 11, Bressan (L), Battista 1, Monza, Colombo. Non entrate: Zakchaiou, Zannoni (L), Cerbino, Montibeller. All. Musso. VERO VOLLEY MILANO: Sylla 5, Stevanovic 9, Orro 5, Davyskiba 11, Folie 10, Thompson 14, Parrocchiale (L), Candi 1, Stysiak. Non entrate: Larson, Allard, Negretti (L), Rettke, Begic. All. Gaspari. ARBITRI: Braico, Goitre. NOTE – Spettatori: 3021, Durata set: 28′, 21′, 23′; Tot: 72′. MVP: Thompson.

Top scorers: Thompson J. (14) Davyskiba A. (11) Stigrot L. (11)
Top servers: Orro A. (3) Candi S. (1) Stevanovic J. (1)
Top blockers: Folie R. (3) Stevanovic J. (2) Davyskiba A. (1)

IL BISONTE FIRENZE – SAVINO DEL BENE SCANDICCI 2-3 (21-25 14-25 25-20 26-24 7-15) – IL BISONTE FIRENZE: Herbots 23, Alhassan 16, Nwakalor 13, Van Gestel 6, Sylves 6, Malinov 2, Panetoni (L), Graziani 5, Kosareva, Guiducci, Adelusi, Knollema. Non entrate: Lapini (L). All. Parisi. SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Sorokaite 12, Alberti 11, Antropova 28, Zhu 26, Belien 8, Yao, Merlo (L), Pietrini 1, Mingardi, Di Iulio, Castillo. Non entrate: Washington, Angeloni (L), Shcherban. All. Barbolini. ARBITRI: Piana, Frapiccini. NOTE – Spettatori: 1331, Durata set: 29′, 21′, 24′, 27′, 15′; Tot: 116′. MVP: Zhu.

Top scorers: Antropova E. (28) Zhu T. (26) Herbots B. (23)
Top servers: Antropova E. (3) Graziani E. (1) Van Gestel C. (1)
Top blockers: Antropova E. (4) Zhu T. (3) Herbots B. (2)

WASH4GREEN PINEROLO – REALE MUTUA FENERA CHIERI 1-3 (20-25 21-25 25-20 23-25) – WASH4GREEN PINEROLO: Grajber 3, Akrari 14, Prandi 1, Ungureanu 11, Gray 15, Zago 12, Moro (L), Carletti 6, Bussoli, Gueli (L), Bortoli, Miao, Renieri. Non entrate: Jones. All. Marchiaro. REALE MUTUA FENERA CHIERI: Cazaute 12, Mazzaro 8, Grobelna 14, Villani 13, Weitzel 10, Bosio 3, Spirito (L), Storck 9, Butler 4, Rozanski 3, Nervini 2, Morello, Fini (L). Non entrate: Kone. All. Bregoli. ARBITRI: Lot, Piperata. NOTE – Spettatori: 1500, Durata set: 23′, 28′, 22′, 26′; Tot: 99′. MVP: Grobelna.

Top scorers: Gray A. (15) Akrari Y. (14) Grobelna K. (14)
Top servers: Cazaute H. (4) Carletti F. (2) Weitzel C. (1)
Top blockers: Gray A. (5) Weitzel C. (2) Mazzaro A. (2)

IGOR GORGONZOLA NOVARA – CUNEO GRANDA S.BERNARDO 3-1 (21-25 25-19 25-21 25-17) – IGOR GORGONZOLA NOVARA: Bosetti 9, Danesi 8, Karakurt 15, Carcaces 3, Bonifacio 9, Battistoni, Fersino (L), Adams 13, Chirichella 5, Giovannini 4, Ituma 4, Cambi 2, Bresciani. Non entrate: Varela Gomez (L). All. Lavarini. CUNEO GRANDA S.BERNARDO: Szakmary 9, Cecconello 11, Diop 14, Kuznetsova 11, Hall 4, Signorile 1, Caravello (L), Caruso 6, Gicquel 2, Drews 1, Klein Lankhorst. Non entrate: Magazza, Gay (L), Agrifoglio. All. Bellano. ARBITRI: Verrascina, Cerra. NOTE – Spettatori: 2100, Durata set: 26′, 32′, 26′, 25′; Tot: 109′. MVP: Bonifacio.

Top scorers: Karakurt E. (15) Diop B. (14) Adams M. (13)
Top servers: Kuznetsova S. (2) Diop B. (1) Gicquel L. (1)
Top blockers: Cecconello A. (4) Caruso S. (3) Kuznetsova S. (2)

CBF BALDUCCI HR MACERATA – MEGABOX OND. SAVIO VALLEFOGLIA 0-3 (22-25 24-26 17-25) – CBF BALDUCCI HR MACERATA: Fiesoli 4, Cosi 5, Malik 8, Chaussee 18, Aelbrecht, Dijkema, Fiori (L), Molinaro 7, Okenwa 4, Ricci, Abbott, Quarchioni. Non entrate: Napodano (L), Poli. All. Paniconi. MEGABOX OND. SAVIO VALLEFOGLIA: Aleksic 10, Hancock 6, Kosheleva 11, Mancini 2, Drews 15, D’odorico 11, Sirressi (L), Barbero. Non entrate: Ioni (L), Furlan, Berti, Piani, Laza’ro Castellanos, Papa. All. Mafrici. ARBITRI: Brancati, Brunelli. NOTE – Spettatori: 380, Durata set: 28′, 29′, 22′; Tot: 79′. MVP: Drews.

Top scorers: Chaussee C. (18) Drews A. (15) Kosheleva T. (11)
Top servers: Drews A. (2) Kosheleva T. (1) Hancock M. (1)
Top blockers: Aleksic M. (4) Molinaro B. (3) Kosheleva T. (2)

VOLLEY BERGAMO 1991 – TRASPORTIPESANTI CASALMAGGIORE 3-1 (26-24 26-24 18-25 25-17) – VOLLEY BERGAMO 1991: Partenio, Stufi 6, Gennari 9, Lanier 24, Butigan 8, Da Silva 23, Cecchetto (L), Cagnin 7, May 1, Frosini, Turla’. Non entrate: Bovo, Cicola (L). All. Micoli. TRASPORTIPESANTI CASALMAGGIORE: Melandri 7, Dimitrova 19, Perinelli 10, Lohuis 11, Carlini 6, Frantti 16, De Bortoli (L), Malual 1, Scola, Mangani, Buzzerio. Non entrate: Piva, Sartori, Braga (L). All. Pistola. ARBITRI: Curto, Boris. NOTE – Spettatori: 1055, Durata set: 28′, 32′, 25′, 28′; Tot: 113′. MVP: Da Silva.

Top scorers: Lanier K. (24) Da Silva L. (23) Dimitrova E. (19)
Top servers: Frantti A. (2) Gennari G. (2) Lanier K. (2)
Top blockers: Butigan B. (4) Gennari G. (4) Da Silva L. (3)

LA CLASSIFICA FINALE DELLA REGULAR SEASON
Prosecco Doc Imoco Conegliano 72 (25 – 1); Savino Del Bene Scandicci 63 (21 – 5); Vero Volley Milano 61 (20 – 6); Reale Mutua Fenera Chieri 54 (18 – 8); Igor Gorgonzola Novara 51 (19 – 7); Trasportipesanti Casalmaggiore 37 (12 – 14); Volley Bergamo 1991 37 (12 – 14); E-Work Busto Arsizio 36 (12 – 14); Megabox Ond. Savio Vallefoglia 30 (11 – 15); Il Bisonte Firenze 30 (9 – 17); Cuneo Granda S.Bernardo 28 (9 – 17); Wash4green Pinerolo 19 (6 – 20); Bartoccini-Fortinfissi Perugia 17 (5 – 21); Cbf Balducci Hr Macerata 11 (3 – 23).

PLAYOFF SCUDETTO
GARA 1
Sabato 15 aprile ore 20.30 diretta Rai Sport + HD
Prosecco Doc Imoco Conegliano – E-Work Busto Arsizio
Domenica 16 aprile ore 17.00
Savino Del Bene Scandicci – Volley Bergamo 1991
Domenica 16 aprile ore 18.30 diretta Sky Sport
Vero Volley Milano – TrasportiPesanti Casalmaggiore
Domenica 16 aprile ore 20.30 diretta Rai Sport + HD
Reale Mutua Fenera Chieri – Igor Gorgonzola Novara

PLAYOFF CHALLENGE CUP
GARA 1
15-16 aprile
Megabox Ond. Savio Vallefoglia – Wash4Green Pinerolo (Giorno e orario TBD)
Il Bisonte Firenze – Cuneo Granda S.Bernardo (Giorno e orario TBD)

Serie A2
Montecchio d’autorità contro Mondovì, ottima Busto contro Roma. S. Giovanni cade a Trento
Vincono anche Sassuolo e Martignacco contro Soverato e Olbia, ma sono fuori dalla corsa playoff. In Pool Salvezza sorridono Club Italia e Messina

Ad una giornata dalla fine della Pool Promozione, Montecchio ottiene tre punti importantissimi contro Mondovì, rientrando di prepotenza nella corsa ai playoff che si deciderà con ogni probabilità l’ultima giornata. Le venete salgono a 53 punti, al pari di Talmassons impegnata nel posticipo di Pasquetta con Brescia, e di Busto Arsizio, che strappa un punto alla capolista Roma nella bellissima partita del PalaBorsani. Spettacolo anche a Trento, dove la squadra di coach Saja si impone su San Giovanni in Marignano. In coda, vincono Sassuolo e Martignacco contro Soverato e Olbia, risultati che non influiscono sulla corsa alla terza fase di Serie A2.

In Pool Salvezza, arriva la prima retrocessione in B1: Perugia cade a Milano contro il Club Italia e saluta la Serie A, mentre le azzurrine tengono accese le speranze. Nell’altra partita, successo esterno di Messina, che espugna Montale con il risultato di 1-3. Nel pomeriggio di Pasqua le altre due sfide: Offanengo-Sant’Elia e Albese-Marsala.

POOL PROMOZIONE
L’Itas Trentino non è assolutamente sazia. Nonostante la formazione gialloblù sia già certa del secondo posto finale nella Pool Promozione, nella penultima giornata della seconda fase della stagione Bonelli e compagne si tolgono lo sfizio di infilare anche la diciassettesima vittoria consecutiva in campionato, superando in quattro set la resistenza di un’ottima Omag-Mt San Giovanni in Marignano. Dopo un primo set in apnea, soprattutto in ricezione, l’Itas Trentino ha trovato le energie e le soluzioni tattiche per invertire l’inerzia del match, aggrappandosi ad un ottimo muro (ben 15 quelli realizzati nell’arco dei quattro parziali, cinque dei quali firmati da Meli) per mandare al tappeto la formazione riminese, alla prima sconfitta nella Pool Promozione dopo aver centrato quattro successi consecutivi. Maiuscola la prestazione in attacco di DeHoog, premiata come MVP della sfida grazie ai suoi 18 punti (con il 41% a rete), protagonista di un avvincente testa a testa con la collega di reparto ospite Perovic, top scorer della sfida con 26 palloni stampati a terra. Molto convincente la prova al centro della rete di Meli (46% in attacco oltre ai già citati 5 muri) e particolarmente positivi gli ingressi a gara in corso di Moretto e Joly. Unica nota storta della serata l’infortunio alla caviglia occorso sul finale di terzo set a Francesca Michieletto, che nelle prossime ore sarà sottoposta agli esami strumentali per valutare l’entità della “scavigliata” rimediata ricadendo dopo un muro. “Sono molto soddisfatto per il livello di gioco mantenuto durante la gara, molto meno chiaramente per l’infortunio occorso a Francesca Michieletto – ha spiegato a fine gara l’allenatore dell’Itas Trentino, Stefano Saja – . Ci tengo a complimentarmi con Meli e Joly che pur avendo poco spazio durante la stagione anche oggi hanno dimostrato di potersi comportare molto bene: sono davvero fortunato, perché alleno un gruppo di ragazze che quando vengono chiamate in causa rispondono sempre presente. Non è stata una gara bellissima esteticamente ma anche in questa occasione abbiamo mostrato una grande sostanza e concretezza”.

In un PalaBorsani caldissimo, davanti ai quasi 500 presenti, la Futura Giovani Busto Arsizio non riesce nell’impresa cedendo per 2-3 alla capolista Roma Volley Club. Servono cinque bellissimi set e oltre due ore di gioco per decidere una sfida di altissimo livello tra due formazioni, capaci di regalare grandi emozioni a tutti gli appassionati. Ce la mettono tutta Balboni e compagne, brave a soffrire e tirare fuori le unghie quando necessario, cadendo solamente sui dettagli e con il rammarico soprattutto del terzo parziale condotto fino a metà e lasciato per strada solamente sul finale. Nel primo set le giallorosse sembrano prendere il largo in avvio poi è la Futura a ritrovare gioco e punti rimanendo così in scia. La spunta nel finale la squadra di Cuccarini che si porta in vantaggio 0-1. Cambia la musica nel secondo gioco dove le cocche mettono le cose in chiaro fin dalle prime battute andando con coraggio a prendersi le redini del gioco senza mollarle più. Tirano fuori le unghie le biancorosse riportandosi così subito in parità nel conto dei set. Sulle ali dell’entusiasmo la squadra di casa trova il break anche del terzo, ma le giallorosse raggiungono la parità sul 16-16. Si gioca l’inedito punto a punto dal quale Roma, con un turno impressionante di Rebora al servizio, inverte la rotta (break 0-6) e va sul 2-1. Crescono di nuovo nel quarto le cocche, con un +5 a metà parziale. Le lupe non mollano, ma la Futura sull’onda dell’entusiasmo si prende la frazione che porta al tie-break. Nella lotteria del quinto set, il primo spunto è della Futura, ma le romane con Bici al servizio ribaltano tutto con uno 0-6 che fa malissimo e condanna la squadra di coach Amadio, che attenderà il risultato del posticipo Brescia-Talmassons per capire con che classifica si arriverà all’ultima giornata di pool. Proprio il coach biancorosso dichiara: “Complimenti di vivo cuore a Roma per il campionato disputato, per la Coppa e per il fatto di essere venuta qui a fare la partita onorando il campionato. Non ho visto e non mi interessa la classifica perché l’obiettivo è partita per partita. Abbiamo fatto una grande partita con voglia di andare su ogni pallone quindi bravi noi e nuovamente brave loro. Domenica ci sarà una partita importantissima da giocare e dobbiamo finire a testa alta”. Queste le parole di Giuseppe Cuccarini: “Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo ma ci piacerebbe finire onorando al meglio il campionato. Noi abbiamo fatto una settimana di allenamento non buonissima per via dei festeggiamenti, abbiamo sbagliato un po’ troppo ma devo fare i complimenti a Busto perché hanno giocato veramente bene. Siamo fieri e orgogliosi del nostro cammino costruito grazie al lavoro giornaliero e alla qualità delle giocatrici. Le ragazze hanno recepito il messaggio e noi abbiamo sempre giocato la nostra partita indipendentemente dall’avversario”.

Trova il primo successo nella Pool Promozione la BSC Materials Sassuolo che, davatni al suo pubblico, si impone sul Volley Soverato per 3-1. Partono forte le calabresi che gestiscono senza particolari problemi tutto l’inizio del primo set, arrivano al 13-19 sul +6. Tutto sembra lasciar presagire lo 0-1 nel conto dei parziali, ma Pistolesi sale in cattedra e, grazie ai 9 punti nel set, conduce le compagne ad un’inaspettata rimonta che vale l’1-0. Equilibrio nella seconda frazione, a spezzarlo sono le straniere di Soverato: Korhonen (5) e Schwan (4) carburano nel finale e regalo l’1-1 alle ospiti. La squadra di coach Chiappini parte forte nel terzo gioco, ma Sassuolo prima pareggia sul 9-9, poi scappa Pistolesi e Civitico (6 punti a testa) e passa avanti nel conto dei parziali con il punteggio di 25-18. Il vantaggio lancia le padrone di casa, brave a non far calare la tensione nel quarto set, gestito con autorità: altro 25-18 e 3-1 finale. Top scorer dell’incontro Pistolesi e Korhonen, entrambe con 22 punti, segue Civitico (18). Un successo che non servirà per alimentare la rincorsa playoff della squadra emiliana, vista la distanza di tre punti dal gruppetto al quinto posto e la certezza, considerato lo scontro tra Talmassons e Busto dell’ultima giornata, di non poter raggiungere il punteggio necessario. Queste le parole di coach Venco al termine della gara: “È una vittoria amara quella stasera. Abbiamo fatto una prima parte di stagione meravigliosa esprimendo per 22 partite in gioco che difficilmente si è visto in altre squadre. Purtroppo quando l’obiettivo è diventato tanto grande abbiamo mollato mentalmente. Questa vittoria oggi a me e alle ragazze non cambierà molto ma è per società che quest’anno ha fatto tanto e si merita un gioia nel finale”.

L’Ipag S.lle Ramonda Montecchio sbaraglia un’indomita Lpm Bam Mondovì e prosegue nel suo sogno playoff. La squadra di Sinibaldi porta a casa un meritato 3-0 al termine di un match combattuto colpo su colpo dalle ospiti, sorpassandole in classifica e affiancando Busto Arsizio e Talmassons al quinto posto, con le friulane che però giocheranno contro Brescia lunedì. In ogni caso sarà decisiva l’ultima giornata di domenica prossima contro Sassuolo. Primo set subito a grande ritmo con Grigolo che spinge da un lato e Tanase a rispondere dall’altro. Cerca di scappare Montecchio con due palle veloci di Marconato e un mani out di Mazzon, portandosi su 23-18 con un muro su Grigolo e un errore di Decortes. Ma le pumine non demordono e agguantano il pareggio con due bastonate di Decortes e un mani out di Populini. Si battaglia colpo su colpo fino al 28 pari, quando un servizio out di Populini e una zampata di Mazzon assegnano il primo round alle castellane. Nella seconda frazione si portano avanti le monregalesi con ace di Grigolo e mani out di Populini, ma Tanase ricuce subito il gap e porta avanti Montecchio su 6-4. Si procede punto su punto fino all’accelerata nel finale di Maggipinto e compagne, che mettono il sigillo anche sul secondo set con muro di Decortes e sciabolata di Tanase. Ci riprova nel terzo tempo Mondovì portandosi su 4-0 con Decortes e mani out di Pizzolato. Chiama il tempo Sinibaldi e la squadra di casa risale la china con doppia botta di Mazzon, mettendo la freccia su 18-15 con due grandi diagonali di Angelina e un muro di Marconato. Il team di casa marcia diritto verso la meta e mette il sigillo sul match con due bombe imparabili di Angelina, MVP e top scorer dell’incontro con 16 punti. Chiudono a 14 Tanase e Marconato (6 muri per lei), stesso punteggio di Grigolo lato Mondovì, un punto in meno di Decortes (15). Soddisfazione per coach Marco Sinibaldi: “Oggi abbiamo messo in campo un’ottima pallavolo. Abbiamo fatto delle cose superlative nel sistema break point, dove il muro difesa ha funzionato molto bene contro attaccanti che hanno dimostrato un alto valore tecnico. Sono contento anche del side out: il nostro cambio palla è stato molto alto, consentendo di lavorare bene sul sistema break. Un’altra cosa che mi è piaciuta, rispetto alla precedente battuta contro Brescia, è stata la continuità al servizio. Vorrei dedicare questa vittoria a mio padre, che purtroppo non sta tanto bene”. Sull’altro fronte il coach Matteo Solforati: “Il primo set si è chiuso ai vantaggi e la sfortuna ha avuto un peso. Anche il secondo è stato combattuto a tutto punto. Nel terzo eravamo partiti molto bene, con un ampio vantaggio. Poi si è spenta la luce e abbiamo lasciato il campo a Montecchio, che sicuramente ha meritato la vittoria per una miglior qualità di difesa. Secondo me la cosa che ha funzionato bene è stata il muro, ma nel resto abbiamo avuto poca qualità e non abbiamo ben sfruttato le palle sporche, cosa che invece loro hanno fatto molto bene. Oggi ci servivano tre punti: purtroppo, tornando a casa a mani vuote, penso che ci siano poche speranze nell’ultima giornata di agganciare le posizioni da playoff”.

Si riaprono le porte del Pala Martignacco per il penultimo match casalingo della formazione friulana. Davanti ad un palazzetto gremito di appassionati, è proprio l’Itas Ceccarelli Martignacco ad avere la meglio sulla Volley Hermaea Olbia per 3 set a 1. Inizio molto equilibrato nel primo set da parte di entrambe le formazioni. Olbia cerca subito l’allungo, ma sono brave le ragazze di casa a respingere indietro le avversarie e non perdere le mani sul manubrio dell’incontro. Sul finale l’Itas arriva al set point con due punti di vantaggio (24-22), ma le sarde trovano il guizzo per impattare sul 25-25. Un colo di reni che dà la carica alla squadra di coach Guadalupi per portarsi in vantaggio vincendo il set 27-29. Al ritorno in campo, coach Gazzotti attiva le contromisure e il parziale iniziale di 7-0 instrada le “ragazzine terribili” verso la vittoria 25-17 e il pareggio. Il terzo gioco riporta equilibrio fra le due formazioni. Questa volta sono le friulane che tentano la fuga su Olbia (10-7, 11-8). La salda difesa unita ad un aumento della percentuale di efficacia in attacco per Martignacco costruisce un importante gap fra le formazioni: finisce 25-16. All’alba del quarto set Martignacco entra in campo ancora convinta, costruendo un buon bottino di tre punti di distacco a metà frazione. Olbia cambia regia e centrale, rimescolando le carte e cercando nuove soluzioni, però la loro scalata verso la vetta non si ferma: 25-23 e tre punti in cassaforte. Protagonista indiscussa Wiblin con 27 punti, ma l’MVP se lo prende Modestino (14). Per le sarde 17 punti a testa per le solite Miilen e Bulaich. Coach Dino Guadalupi commenta così: “Dopo aver fatto nostro un discreto primo set, caratterizzato da equilibrio e buon ritmo da entrambe le parti, abbiamo accusato un brutto inizio di secondo parziale, come ci era già successo in passato. Martignacco ha abbassato il rischio ma ha trovato molte più variazioni in attacco. Noi invece non siamo riusciti a trovare le giuste contromisure. Siamo stati “sporchi” dal punto di vista tecnico a muro, e di conseguenza anche in difesa. Le avversarie a quel punto hanno avuto vita facile e sono andate via nel punteggio. Ci dispiace, perché il risultato poteva essere più aperto. Nel secondo e nel terzo set non siamo riusciti a esprimere un livello sufficiente, né in termini tecnici, né in termini di aggressività. Dall’altra parte Martignacco ha sempre lottato su ogni pallone dall’inizio alla fine, dunque ritengo che il risultato alla fine sia corretto”.
POOL SALVEZZA
Nell’ultima giornata del girone d’andata della Pool Salvezza è arrivata una sconfitta per l’Emilbronzo 2000 Montale. Le nerofucsia, tra le mura amiche del PalaMagagni sono state sconfitte 1-3 dalla Desi Shipping Akademia Messina. Fronza e compagne hanno interrotto la striscia di vittorie consecutive al tie-break, andando a sbattere contro una Messina in fiducia, spinta da Madelyn Robinson, autrice di 32 punti. Non sono bastati i 21 di Zojzi per Montale. Proprio l’americana inizia subito a macinare punti sin dalle prime battute, permettendo alle siciliane di guadagnare subito un ampio vantaggio. Nonostante l’ingresso di Zojzi la distanza non diminuisce e si va sullo 0-1 con il punteggio di 19-25. Decisamente più lucida Montale nel secondo gioco, con Fronza e Frangipane sugli scudi. Il finale si decide sui dettagli ed è la formazione di casa a sorridere: 25-23 e 1-1. Stesso copione anche nella terza frazione, con un grande equilibrio in campo: Ebatombo (6 punti nel set) e Robinson (8) sono pericolose da un lato, Frangipane (5), Zojzi (4) e Visintini (4) dall’altro. Nel punto a punto di fine set sale sugli scudi Martinelli: due muri e un ace regalano l’1-2 alle ospiti. Montale accusa il parziale perso allo scadere e parte male nel quarto set. Nonostante il pareggio sul 9-9, dalla seconda metà in poi sono le siciliane a imporsi: 18-25 e 1-3 finale. Tre punti che tengono vive le speranze di salvezza di Messina, ora a -6 dal quinto posto di Vicenza, mentre le modenesi rimangono a -1 dalle stesse beriche (ma con una partita in meno da giocare nel girone di ritorno). Le parole di Elena Fronza: “Oggi Robinson è stata mostruosa. L’avevamo studiata e sapevamo che fosse molto pericolosa. Le sono entrate molte battute che ci hanno messo in difficoltà. Peccato perché è stata una partita combattuta. Un bilancio del girone d’andata? Fino ad oggi avevamo cambiato marcia. Siamo riuscite a trovare un buon gioco, vincendo tante partite 3-2. Sant’Elia? Siamo più o meno tutte nella stessa situazione. Ogni sfida sarà buona per fare punti”. Così invece coach Bonafede: “Sono qui da meno di un mese, e ci voleva tempo per le ragazze per acquisire il ritmo e mentalità giusta. Già la svolta c’era stata la scorsa partita in casa. Oggi avevo chiesto loro una prova di maturità, per cercare una vittoria fuori casa, e così è stato”.

Il Club Italia chiude l’andata della Pool Salvezza del Campionato di A2 con una bella e convincente vittoria. Al Centro Federale Pavesi di Milano, nella 6ª giornata della seconda fase della stagione, le azzurrine si sono imposte 3-0 sulla 3m Pallavolo Perugia al termine di una partita sostanzialmente a senso unico. Una buona prova di squadra per le giovani della formazione federale che hanno affrontato la sfida con determinazione senza disunirsi e rimanendo sempre concentrate. Un approccio al match che ha permesso alla squadra di coach Fanni di capitalizzare anche gli errori avversari e di chiudere in un’ora e 20’ la partita conquistando l’intera posta in palio. Un risultato che sancisce la matematica retrocessione della formazione umbra con tutto il girone di ritorno della pool ancora da disputare, in una stagione partita decisamente male con i pesanti infortuni di due delle giocatrici di punta come Traballi e Dalla Rosa. Il Club Italia, seppur in pesante ritardo, non abbandona invece il sogno salvezza, ancora possibile nonostante la distanza. Migliori realizzatrici di serata le schiacciatrici del Club Italia Giulia Viscioni (13 punti, 1 muro, 54% in attacco) e Dominika Giuliani (13 punti, 1 ace, 1 muro, 55% in attacco). Tra le azzurrine ha chiuso il match in doppia cifra anche l’opposto Virginia Adriano (11 punti, 2 muri).

PHOTOGALLERY
Tutte le foto delle partite di Serie A2 sono disponibili cliccando qui.

VOLLEYBALL WORLD TV
Tutte le gare della Serie A2 sono disponibili in simulcast e in live streaming su Youtube di Volleyball World Italia e su VBTV con telecronaca in italiano. Due gli abbonamenti disponibili: annuale a 74,99 € e mensile a 7,99 €.
SERIE A2
POOL PROMOZIONE
5° GIORNATA
Sabato 8 aprile ore 17.00
Itas Trentino-Omag-Mt San Giovanni In M.No 3-1 (15-25, 25-18, 25-22, 25-20)
Sabato 8 aprile ore 17.30
Futura Giovani Busto Arsizio-Roma Volley Club 2-3 (22-25, 25-16, 19-25, 25-23, 9-15)
Sabato 8 aprile ore 18.00
Bsc Materials Sassuolo-Volley Soverato 3-1 (25-23, 20-25, 25-18, 25-18)
Ipag S.Lle Ramonda Montecchio-Lpm Bam Mondovi’ 3-0 (30-28, 25-22, 25-16)
Sabato 8 aprile ore 18.30
Itas Ceccarelli Martignacco-Volley Hermaea Olbia 3-1 (27-29, 25-17, 25-16, 25-23)
Lunedì 10 aprile ore 19.00
Valsabbina Millenium Brescia – Cda Talmassons Arbitri: Grassia-Pescatore

POOL SALVEZZA
6°GIORNATA DI ANDATA
Venerdì 7 aprile ore 20.30
D&a Esperia Cremona-Anthea Vicenza Volley 3-2 (25-13, 21-25, 10-25, 25-15, 15-13)
Sabato 8 aprile ore 15.00
Emilbronzo 2000 Montale-Desi Shipping Akademia Messina 1-3 (19-25, 25-23, 24-26, 18-25)
Sabato 8 aprile ore 16.00
Club Italia-3m Pallavolo Perugia 3-0 (25-19, 25-21, 25-18)
Domenica 9 aprile ore 15.00
Chromavis Eco Db Offanengo – Assitec Volleyball Sant’Elia Arbitri: Di Lorenzo-Lorenzin
Domenica 9 aprile ore 15.30
Tecnoteam Albese Volley Como – Seap-Sigel Marsala Arbitri: Pernpruner-Selmi
Riposa: Orocash Lecco

I TABELLINI
POOL PROMOZIONE
ITAS TRENTINO – OMAG-MT SAN GIOVANNI IN M.NO 3-1 (15-25 25-18 25-22 25-20) – ITAS TRENTINO: Bonelli 5, Mason 12, Meli 13, Dehoog 18, Michieletto 5, Fondriest 7, Parlangeli (L), Joly 5, Moretto 3, Michieletto, Libardi (L). Non entrate: Stocco, Bisio, Serafini. All. Saja. OMAG-MT SAN GIOVANNI IN M.NO: Rachkovska 2, Babatunde 7, Turco 5, Bolzonetti 14, Parini 4, Perovic 26, Caforio (L), Saguatti 2, Covino 2, Salvatori 1, Aluigi, Biagini (L). Non entrate: Cangini. All. Barbolini. ARBITRI: Pasin, Cavicchi. NOTE – Spettatori: 427, Durata set: 22′, 25′, 31′, 25′; Tot: 103′. MVP: Dehoog.

Top scorers: Perovic N. (26) Dehoog C. (18) Bolzonetti A. (14)
Top servers: Babatunde M. (2) Turco A. (2) Parini S. (1)
Top blockers: Meli D. (5) Michieletto F. (2) Bolzonetti A. (2)

FUTURA GIOVANI BUSTO ARSIZIO – ROMA VOLLEY CLUB 2-3 (22-25 25-16 19-25 25-23 9-15) – FUTURA GIOVANI BUSTO ARSIZIO: Arciprete 19, Botezat 11, Zanette 29, Fiorio 9, Tonello 10, Balboni 1, Mistretta (L), Venco. Non entrate: Badalamenti, Member-meneh, Milani, Pandolfi, Morandi (L). All. Amadio. ROMA VOLLEY CLUB: Bechis 1, Rivero 15, Rucli 9, Bici 20, Melli 14, Ciarrocchi 7, Ferrara (L), Rebora 9, Bianchini 2, Valoppi, De Luca Bossa, Valerio. All. Cuccarini. ARBITRI: Pristera’, Galteri. NOTE – Durata set: 26′, 24′, 27′, 29′, 20′; Tot: 126′. MVP: Bechis.

Top scorers: Zanette E. (29) Bici E. (20) Arciprete A. (19)
Top servers: Rebora S. (2) Ciarrocchi M. (2) Bici E. (2)
Top blockers: Rucli M. (5) Zanette E. (5) Melli G. (3)

BSC MATERIALS SASSUOLO – VOLLEY SOVERATO 3-1 (25-23 20-25 25-18 25-18) – BSC MATERIALS SASSUOLO: Pistolesi 22, Civitico 18, Vittorini 11, Manfredini 10, Busolini 11, Masciullo 3, Pelloni (L), Martinez Vela. Non entrate: Scacchetti, Siligardi, Dhimitriadhi, Bondavalli. All. Venco. VOLLEY SOVERATO: Schwan 11, Tolotti 6, Korhonen 22, Giugovaz 15, Cecchi 11, Malinov 1, Ferrario (L), Barbaro 1, Cherepova. Non entrate: Salviato, Zuliani. All. Chiappini. ARBITRI: Manzoni, Licchelli. NOTE – Spettatori: 100, Durata set: 25′, 26′, 24′, 22′; Tot: 97′. MVP: Ferrario.

Top scorers: Korhonen P. (22) Pistolesi A. (22) Civitico G. (18)
Top servers: Korhonen P. (2) Tolotti G. (1) Giugovaz L. (1)
Top blockers: Busolini F. (3) Manfredini L. (2) Tolotti G. (1)

IPAG S.LLE RAMONDA MONTECCHIO – LPM BAM MONDOVI’ 3-0 (30-28 25-22 25-16) – IPAG S.LLE RAMONDA MONTECCHIO: Bartolucci 1, Angelina 16, Barbazeni 5, Mazzon 12, Tanase 14, Marconato 14, Maggipinto (L), Brandi 1, Muraro 1, Nardelli. Non entrate: Malvicini, Cometti, Esposito, Biolo (L). All. Sinibaldi. LPM BAM MONDOVI’: Pizzolato 2, Giroldi 1, Grigolo 14, Riparbelli 8, Decortes 15, Populini 8, Bisconti (L), Longobardi 2, Takagui, Giubilato. Non entrate: Zech, Colzi. All. Solforati. ARBITRI: Sabia, Traversa. NOTE – Durata set: 35′, 28′, 23′; Tot: 86′. MVP: Angelina.

Top scorers: Angelina G. (16) Decortes C. (15) Marconato G. (14)
Top servers: Giroldi B. (1) Grigolo L. (1) Longobardi M. (1)
Top blockers: Marconato G. (6) Riparbelli C. (5) Angelina G. (2)

ITAS CECCARELLI MARTIGNACCO – VOLLEY HERMAEA OLBIA 3-1 (27-29 25-17 25-16 25-23) – ITAS CECCARELLI MARTIGNACCO: Allasia 2, Wiblin 27, Eckl 13, Sironi 12, Bole 12, Modestino 14, Tellone (L), Lazzarin 1, Granieri, Cabassa. Non entrate: Guzin, Zanussi, Merlino. All. Gazzotti. VOLLEY HERMAEA OLBIA: Miilen 17, Taje’ 8, Bridi 4, Bulaich Simian 17, Gannar 6, Messaggi 3, Barbagallo (L), Fontemaggi 3, Bresciani 1, Diagne. All. Guadalupi. ARBITRI: Kronaj, Lentini. NOTE – Spettatori: 111, Durata set: 31′, 25′, 23′, 29′; Tot: 108′. MVP: Modestino.

Top scorers: Wiblin R. (27) Miilen K. (17) Bulaich Simian D. (17)
Top servers: Bulaich Simian D. (2) Bresciani F. (1) Bridi U. (1)
Top blockers: Eckl K. (5) Wiblin R. (3) Modestino D. (2)

POOL SALVEZZA
EMILBRONZO 2000 MONTALE – DESI SHIPPING AKADEMIA MESSINA 1-3 (19-25 25-23 24-26 18-25) – EMILBRONZO 2000 MONTALE: Lancellotti 4, Frangipane 7, Fronza 10, Visintini 11, Bozzoli 3, Rossi 7, Bici (L), Zojzi 21. Non entrate: Bonato, Mammini, Montagnani, Mescoli. All. Ghibaudi. DESI SHIPPING AKADEMIA MESSINA: Muzi 3, Robinson 33, Mearini 3, Ebatombo 18, Martilotti 10, Martinelli 11, Faraone (L), Ciancio, Catania. Non entrate: Silotto, Varaldo, Brandi. All. Bonafede. ARBITRI: Giulietti, Proietti. NOTE – Durata set: 24′, 27′, 27′, 25′; Tot: 103′. MVP: Robinson.

Top scorers: Robinson M. (33) Zojzi A. (21) Ebatombo A. (18)
Top servers: Robinson M. (3) Lancellotti E. (3) Ebatombo A. (1)
Top blockers: Martinelli M. (6) Fronza E. (6) Ebatombo A. (3)

CLUB ITALIA – 3M PALLAVOLO PERUGIA 3-0 (25-19 25-21 25-18) – CLUB ITALIA: Giuliani 13, Modesti 8, Adriano 11, Viscioni 13, Acciarri 9, Passaro, Ribechi (L), Esposito 2, Monaco 1, Peroni 1, Gambini, Batte. Non entrate: Despaigne (L), Amoruso. All. Mencarelli. 3M PALLAVOLO PERUGIA: Salinas 4, Negri 5, Giudici 9, Patasce 6, Agbortabi 7, Manig 4, Rota (L), Traballi. Non entrate: Pero, Dalla Rosa, Stentella. All. Marangi. ARBITRI: Russo, Marigliano. NOTE – Durata set: 23′, 26′, 24′; Tot: 73′.

Top scorers: Viscioni G. (13) Giuliani D. (13) Adriano V. (11)
Top servers: Modesti N. (3) Manig M. (1) Negri M. (1)
Top blockers: Agbortabi E. (3) Acciarri N. (3) Adriano V. (2)

LE CLASSIFICHE
POOL PROMOZIONE
Roma Volley Club 78 (24 – 1); Itas Trentino 71 (23 – 4); Omag-Mt San Giovanni In M.No 61 (19 – 6); Valsabbina Millenium Brescia 56 (19 – 7); Cda Talmassons 53 (17 – 7); Ipag S.Lle Ramonda Montecchio 53 (17 – 8); Futura Giovani Busto Arsizio 53 (17 – 10); Lpm Bam Mondovi’ 52 (17 – 10); Bsc Materials Sassuolo 50 (17 – 10); Itas Ceccarelli Martignacco 48 (15 – 10); Volley Soverato 37 (12 – 13); Volley Hermaea Olbia 31 (11 – 16).

POOL SALVEZZA
Tecnoteam Albese Volley Como 37 (13 – 13); Orocash Lecco 33 (11 – 16); D&a Esperia Cremona 33 (10 – 17); Chromavis Eco Db Offanengo 30 (10 – 16); Anthea Vicenza Volley 29 (10 – 16); Emilbronzo 2000 Montale 28 (10 – 17); Desi Shipping Akademia Messina 23 (7 – 19); Assitec Volleyball Sant’Elia 23 (6 – 19); Seap-Sigel Marsala 18 (6 – 19); Club Italia 16 (5 – 22); 3m Pallavolo Perugia 10 (3 – 23).

IL PROSSIMO TURNO
SERIE A2
POOL PROMOZIONE
6° GIORNATA
Venerdì 14 aprile ore 20.00
Cda Talmassons – Futura Giovani Busto Arsizio
Sabato 15 aprile ore 18.00
Volley Soverato – Volley Hermaea Olbia
Domenica 16 aprile ore 17.00
Bsc Materials Sassuolo – Ipag S.Lle Ramonda Montecchio
Itas Ceccarelli Martignacco – Lpm Bam Mondovi’
Omag-Mt San Giovanni In M.No – Valsabbina Millenium Brescia

POOL SALVEZZA
1°GIORNATA DI RITORNO
Sabato 15 aprile ore 16.00
D&a Esperia Cremona – Seap-Sigel Marsala
Domenica 16 aprile ore 15.00
Desi Shipping Akademia Messina – Orocash Lecco
Domenica 16 aprile ore 17.00
Anthea Vicenza Volley – Club Italia
Emilbronzo 2000 Montale – Assitec Volleyball Sant’Elia
Chromavis Eco Db Offanengo – 3m Pallavolo Perugia
Riposa Tecnoteam Albese Volley Como

Comunicato Stampa Lega Volley Femminile

 

Redazione
Redazionehttp://www.mondosportivo.it
Formato da una redazione dinamica e giovane, MondoSportivo parla di calcio e respira sport. Sempre sul pezzo, continuamente all'opera per fornire un'informazione pulita, diretta, sincera.

La puzza sotto il caso

  Se lo dice il Tg sarà vero: qui a Napoli noi puzziamo. Ci puzziamo di fame, abbiamo puzza sotto il naso, puzziamo di bruciato....
error: Content is protected !!