Milano Premier Padel: nessuna sorpresa nei trentaduesimi

-

Il Milano Premier Padel entra nel vivo con l’ingresso in scena di tutti i big, eccezion fatta per Di Nenno che in coppia con Nieto è stato costretto a ritirarsi per un problema al ginocchio. In mattinata è stata una sorpresa la sconfitta di Belluati e Silingo, testa di serie numero dieci, contro i giovani qualificati Vena e Murino, con soprattutto quest’ultimo autore di una prestazione maiuscola.

Sul centrale si è poi proseguito con Stupaczuk e Lima che, dopo un primo set balbettante, sono saliti in cattedra imponendosi 7-5 al terzo set contro Bueno e Quilez, piegati soprattutto dall’estro dell’argentino che nel parziale decisivo è stato protagonista di un paio di recuperi sontuosi. Sul campo 1 invece è finita l’avventura della coppia italiana Cassetta-Cremona, eliminati per mano della testa di serie numero sei Gonzalez-Ruiz.

Dopo un facile successo di Capra-Sanchez su Alba e Perrino, il centrale del Milano Premier Padel è andato in visibilio per l’arrivo di Paquito Navarro prima, vittorioso un po’ a fatica insieme a Tello, e Lebron-Galan poi, senza problemi contro dei qualificati. In serata il programma si è poi concluso con il successo della coppia numero due Coello-Belasteguin.

Rodella Alessandro
Rodella Alessandro
Nato a Brescia nel marzo del 1992, ama lo sport in generale, soprattutto calcio, tennis e motori. Pratica i primi due a livello amatoriale senza grandi risultati. Appena può, ama seguire gli sport "dal vivo".

I dieci incubi del tifoso della Lazio

La propria squadra del cuore, si sa, oltre alle gioie provocate per un gol o una vittoria, riesce a regalare ai propri tifosi anche...
error: Content is protected !!