Il Lugano sotto la pioggia trova i quarti di finale di Coppa: decisivo Bottani nella ripresa

Dal nostro inviato a Lugano (CH).

Notte di coppa, a Lugano, come nella scorsa stagione, con tanta voglia di spettacolo e vittorie, in una serata rovinata dalla pioggia battente, che ha tenuto a casa qualche spettatore. La partita non tradisce le attese, con gli ospiti arcigni, alla ricerca dello spazio per colpire, che però si devono arrendere, nella ripresa, a un tiro da Bottani. 

Inizio di studio, con i bianconeri che cercano lo spunto vincente e gli avversari che si difendono con ordine, facendo densità nella propria metà campo, e provando poi a ripartire. La prima occasione è zurighese: Ramizi calcia una seconda palla dal limite, al 5′, con la sfera che sibila a pochi centimetri dal palo di destra della porta difesa da Osigwe. Al 16′ risponde il Lugano con una bella conclusione di Sabbatini, dopo un primo tentativo di Arigoni da fuori area. In questa fase i padroni di casa premono: al 22′ Mahou calcia alto da fuori area, 1′ più tardi Pukaj para su Bottani, che aveva tentato la conclusione dopo una bella percussione. Al 30′ rispondono i biancorossi: discesa di Buess sulla destra e palla al centro per Ramizi: la conclusione di quest’ultimo si spegne sull’esterno della rete. Al 34′ bella combinazione bianconera Sabbatini/Steffen, chiusa da Bottani con una conclusione dal limite che dà per un attimo l’illusione del gol. Al 38′ altra bella occasione per i ticinesi, con scambio in velocità Bottani/Steffen e conclusione di quest’ultimo, messa in angolo dalla difesa biancorossa. Al 45′, mischia in area zurighese da calcio d’angolo, ma Sabbatini, da pochi passi, chiuso dagli avversari, non trova lo spazio per insaccare.

Si riparte con gli stessi 22 dell’inizio;  al 51′ bella iniziativa di Di Giusto sulla destra, con pallone scaricato sui piedi di Buess, lasciato troppo solo in area: la sfera è deviata in angolo da Daprelà. Dopo due minuti risponde Bottani da fuori area: tiro parato. Al 58′ percussione di Steffen sulla destra, col nazionale rossocrociato che si accentra e tira: Pukaj c’è e blocca. In questa fase i padroni di casa si fanno preferire, e al 67′ arriva il gol: combinazione sulla destra e palla che arriva a Bottani, ben piazzato in area. Conclusione secca rasoterra del Figlio della città e sfera che s’infila sul primo palo, alla destra di Pukaj. Il gol consente ai padroni di casa di andare in controllo, mentre Berner toglie dal campo Di Giusto e Buess, cioè i suoi elementi di maggior talento. Gli ultimi minuti vedono il Lugano addormentare l’incontro, con qualche brivido, come all’88’, quando Schattin cerca la via della rete da buona posizione, colpendo però un compagno a centro area. Al 90′ Mattia Croci Torti concede la passerella a Mattia Bottani e, nei 4′ di recupero non succede più nulla: il Lugano approda così ai quarti di finale di Coppa svizzera. Arrivederci al prossimo anno.

LUGANO-WINTERTHUR  1-0 (0-0)

Lugano (3-4-2-1): Osigwe 6; Valenzuela 6, Mai 6.5, Daprelà 6, Arigoni 6.5; Doumbia 6.5, Sabbatini 6 (76′ Bislimi 6); Steffen 6.5, Bottani 7 (90′ Macek sv), Mahou 6 (59′ Haile Selassie 6), Babic 5.5. (59′ Celar 6) A disp.: Saipi, Hajrizi, Belhadj, Hajdari, Bislimi, Amoura. All.: Croci Torti 7
Winterthur (4-2-1-3): Pukaj 6; Gantenbein 5.5 (82′ Schmid sv), Lekaj 6, Gelmi 6.5, Schattin 5.5; Corbaz 6.5, Arnold 5.5 (76′ Abedini 6); Ramizi 5.5; Di Giusto 6.5 (69′ Seiler 6), Buess 6 (69′ Manzambi 6), Burkart 5.5 (82′ Kamberi sv). A disp.: Abaz; Goncalves, Diaby, Kryeziu, Grether, Soler. All.: Berner 5
Arbitro: Horisberger
Marcatori: 67′ Bottani (L)
Note – Ammoniti: 43′ Ganterbein, 67′ Lekaj (W)