I Pionieri del Calcio – La prima partita a Bilbao e la nascita dell’Athletic Club

Tutti conoscono l’Athletic Club Bilbao, uno dei club più prestigiosi di Spagna. L’unico, assieme ai due colossi Real Madrid e Barcellona ad aver sempre giocato in Prima Divisione, a non aver mai subito l’onta della retrocessione. Ma forse non tutti sanno quali sono state le origini del calcio in una terra particolare e intrisa di storia come i Paesi Baschi.

Partiamo con una premessa. In quegli anni era abitudine per le famiglie più benestanti mandare i propri figli a studiare in Gran Bretagna, per affinare la conoscenza della lingua inglese, fondamentale per alcuni lavori commerciali. Fu così che alcuni ragazzi, di ritorno dal viaggio-studio Oltremanica, importarono nei Paesi Baschi quella novità che li aveva tanto affascinati. Al contempo, complice la presenza dei marinai inglesi nel porto, il calcio aveva fatto timidamente capolino in città.

Questo connubio fu alla base della nascita del calcio a Bilbao. La prima partita venne giocata il 3 maggio 1894 a Las Arenas, proprio tra gli studenti bilbaini e i marinai inglesi. Si giocò di mattina, alle 10:30, e fece confluire una folla di curiosi. L’abbigliamento era molto simile, bianco per il Bilbao, panna per gli inglesi. Queste le formazioni. Inglesi: G. Baird, Hamilton, Wilson, Mc Donald, Rearey, Smeddon, Bill, Bruce, A, Roblo, Armstrong, Brand. Bilbaini: S. Borde, J. Alarcón, R. Lecue, B. Zabala, V. Milicua, B. Otero, A. Zuvillaga, P. Unzueta, J. Azcue, F. San José y G. Greaves.

Forti di una maggiore esperienza, gli inglesi vinsero nettamente quella sfida (3-0). Gli ospiti ebbero il vantaggio di giocare con il sole alle spalle e ciò infastidì il pubblico che, ignaro delle regole, a un certo punto invase il campo per protestare di questa discriminazione. L’indisciplina dei tifosi fece da contraltare alla partita, che si giocò in un clima amichevole e rispettoso. Si racconta addirittura che i bilbaini avessero offerto undici porzioni di ali di pollo agli inglesi – che questi mangiarono durante l’intervallo – in segno di rispetto e ospitalità.

Dopo questa sfida la popolarità del calcio crebbe vertiginosamente. Nel 1898 gli studenti del Gymnasium Zamacois fondarono l’Athletic Club. Inizialmente giocavano in un piccolo pezzo di terra vicino alla fabbrica di elettricità di Lamiako. Poco dopo trovarono una sistemazione migliore, a Vega de Santa Eufemia. Nel febbraio 1901 vennero redatte le regole riguardanti la gestione del club e il 5 settembre venne ufficializzato il primo consiglio direttivo, capeggiato dal presidente Luis Márquez Marmolejo.

La prima partita venne giocata il 19 gennaio 1902 e, a differenza del primo campo, dove la gente poteva assistere alla partita gratis, venne introdotto un biglietto dal costo di 30 centesimi. Ciò comportò qualche protesta da parte del pubblico, ma i successi immediati ottenuti dalla squadra fecero desistere anche i più indignati. L’Athletic Club vinse la Coppa Vizcaya ma soprattutto due campionati spagnoli, nelle stagoni 1902/03 e 1903/04. Il calcio, nei Paesi Baschi, era ormai realtà.