Il Lugano non punge, il Lucerna sì: a Cornaredo finisce 1-2

Dal nostro inviato a Lugano (CH)

Dopo la sconfitta in Europa con gli israeliani del Beer Sheva, il Lugano si rituffa nel campionato, ospitando il Lucerna, che non gioca da due settimane, a differenza dei ticinesi. La sfida, equilibrata, viene decisa, nella ripresa, da una rete di Beloko, dopo che Ziegler aveva pareggiato il gol segnato, nella prima frazione, da Dorn. 

Giornata molto calda, ma la partita inizia a buoni ritmi, coi padroni di casa che cercano subito di prendere in mano l’incontro. I ticinesi si fanno preferire, in questi primi minuti, per proprietà di palleggio. I confederati provano a ripartire, ma con passaggi sovente fuori misura. A latitare, quindi, sono le conclusioni verso la porta avversaria da parte di entrambe le compagini anche se, in questa prima fase, è il Lugano a farsi preferire. Occasionissima per gli ospiti al 27′: Burch si ritrova tra i piedi, al limite dell’area piccola, in mischia, una palla che sarebbe solo da insaccare, ma la tira addosso a Saipi. Mai spazza poi la sfera. Ma il gol, per i confederati, è solo rinv)ato: al 32′ Dorn riceve in area da Beloko e, nonostante il contrasto di Ziegler, riesce a incrociare sul palo opposto un bel rasoterra, che batte Saipi. I padroni di casa accusano il colpo, e subiscono in un paio di occasioni le percussioni avversarie. Nel finale del primo tempo, i bianconeri provano a farsi vivi nella metà campo avversaria, ma senza esito. Prima del duplice fischio dell’arbitro, rissa a fondo campo che coinvolge alcuni giocatori: vengono ammoniti Celar, Müller e Frick

Si riparte, ed è subito rigore per il Lugano, per fallo di Emini su Bottani. Celar tira male, e Müller respinge. I bianconeri subiscono il colpo, e incassano la seconda rete: al 52′ Kadak insacca con un bel tiro da fuori, ma dopo aver controllato con la mano. Il VAR interviene e annulla. Al 58′ Celar, lanciato verso la porta, viene anticipato all’ultimo istante da un difensore, che mette in angolo. Al 62′ Croci Torti butta in campo tutta la potenza offensiva possibile, alla ricerca del pareggio. Al 73′ arriva il gol del pari: risolve Ziegler con un potentissimo calcio di punizione dalla fascia sinistra, che s’insacca alle spalle di Müller. Il finale di partita regala ancora emozioni: il Lucerna va in gol con Beloko (migliore in campo a nostro parere) il quale, tutto solo vicino al vertice sinistro dell’area luganese, infila in diagonale sull’angolo opposto, sfruttando una seconda palla. Il finale è concitato, ma i ticinesi non trovano il guizzo decisivo, e i tre punti prendono così la strada della Svizzera interna: la partita si chiude infatti sull’1-2 per gli ospiti.

LUGANO-LUCERNA  1-2  (0-1)

Lugano (3-5-2): Saipi 6.5; Durrer 5.5 (62′ Hajdari 6), Mai 6, Ziegler 6; Arigoni 5 (46′ Mahou 6), Belhaj 5, Sabbatini 5.5, Doumbia 6 (62′ Haile Selassie 6), Valenzuela 5.5; Bottani 7 (76′ Babic sv), Celar 5 (62′ Amoura) 6A disp.: Osigwe; Morosoli, Srdic, Babic, Casciato. All.: Croci Torti 6
Lucerna (4-2-3-1): Müller 6.5; Dräger 6 (83′ Tasar sv), Simani 6, Saintini 6.5, Burch 6; Beloko 7, Emini 5.5 (57′ Gentner 6); Dorn 6.5, Kadák 6.5 (83′ Campo sv), Abubakar 6 (57′ Ndiaye 6); Ardaíz 5.5 (68′ Sorgić 6). A disp.: Vasić; Alabi, Meyer, Jaquez. All.: Frick 
Arbitro: Bieri
Marcatori: 32′ Dorn (Luc), 75′ Ziegler (Lug), 85′ Beloko (luc)
Note – Ammoniti: 45+1′ Celar (Lug); 45+1′ Müller, Frick, 48′ Emini, 74′ Simani, 90′ + 3 Fridek (Luc)