CSSL svizzera 13/a – Si ferma il Basilea, rallenta lo Young Boys, corre lo Zurigo

In Svizzera, come ovunque, si ferma il campionato per lasciar posto alle nazionali. Il turno del fine settimana ha comunque regalato gol ed emozioni. Innanzitutto, si registra il primo stop stagionale del Basilea a opera del San Gallo, bravo a resistere e a colpire nel finale con Youan. Ai renani, il rimpianto di non essere stati in grado di concretizzare le diverse occasioni loro capitate durante l’incontro.

Lo Young Boys, ancora una volta, ha risolto invece una partita nel finale. Questa volta è stato Siebatcheu, abile a sfruttare una seconda palla, a trovare la rete che ha consentito ai suoi di lasciare imbattuti il Letzigrund. Non è un buon momento per i bernesi, che sono scesi in campo con 3 sconfitte nelle ultime 3 gare, anche se giocate in 3 competizioni diverse.

Erano partiti bene, i campioni in carica; tuttavia, al 26′, si sono dovuti inchinare a una rete di testa messa a segno dal ticinese Arigoni, dopo aver perso Fassnacht per infortunio (il centrocampista della Nazionale starà fuori per diverso tempo). Le combinazioni di risultati consentono così allo Zurigo, vittorioso a Ginevra sul Servette, di accorciare la classifica.

Buon risultato anche per il Lugano. I ticinesi sono infatti usciti da Losanna con l’intera posta, nonostante una prestazione non esaltante. La forza però del gruppo di Mattia Croci-Torti sono i cambi: chi subentra dalla panchina, sinora, è stato in grado di alzare la qualità della squadra la quale, sovente, nella ripresa, è riuscita a risolvere le partite a favore dei bianconeri.

Il tecnico di Vacallo ha schierato i suoi campo con un 4-4-2 scolastico, con Facchinetti e Lungoyi a sinistra e Lovrić in un’inedita (e poco gradita) posizione sulla fascia di destra. I bianconeri, però, nella prima frazione hanno trovato solo un colpo di testa di Celar al 39′, rischiando invece qualcosa dietro, ma venendo graziati dai vodesi, poco precisi davanti.

Nella ripresa, ancora una volta, sono stati i cambi  a fare la differenza. Dopo una rete annullata ad Amoura per un precedente fuorigioco di Celar, i ticinesi sono passati all’81’ grazie a un rigore realizzato da Ziegler (fallo di mano di Puertas, rilevato dal VAR).  Nel finale, agendo di rimessa, i ticinesi si sono fatti decisamente preferire, trovando il raddoppio con Mahmoud lanciato da Bottani in pieno recupero, dopo che, pochi istanti prima, il Figlio della città aveva trovato il palo a negargli la gioia della rete personale.

Il Losanna resta quindi all’ultimo posto, ma non perde terreno dal Lucerna, sconfitto in casa dal Sion 0-1, grazie a un gol messo a segno da Itaitinga al 71′. Un successo, quello dei vallesani guidati da Paolo Tramezzani, che consente ai biancorossi di staccarsi dalla zona calda della classifica.

CSSL svizzera 13/a giornata – risultati

Sabato 6 novembre

Lucerna-Sion  0-1  (0-0)     
Grasshopper-Young Boys  1-1  (1-0)

Domenica 7 novembre

Losanna-Lugano  0-2  (0-0)  
Servette-Zurigo  1-2  (0-2)
Basilea-San Gallo  0-1  (0-0)

CLASSIFICA PROVVISORIA CSSL SVIZZERA 2021/22 – 13/a giornata – Young Boys e Lugano una partita in meno

Pos. Squadra Diff. reti Punti | Pos. Squadra Diff. reti Punti
1 Basilea +17 26 6 San Gallo -8 15
2 Zurigo +7 25 | 7 Sion -11 15
3 Young Boys +15 22 | 8 Servette -8 12
4 Lugano +3 20 | 9 Lucerna -6 10
5 Grasshopper +4 18 | 10 Losanna -13 8

Legenda: qualificate ai preliminari della ChL, qualificate ai preliminari di CL, allo spareggio per non retrocedere con la 2/a di Challenge League, retrocessa in Challenge League