ESCLUSIVA – Camilla Bedin: “Mi sento a mio agio in Serie B Femminile”

La Roma Calcio Femminile si coccola il suo gioiellino, la giovane attaccante Camilla Bedin che ha subito mostrato nel campionato Primavera le sue caratteristiche di prima punta e ha cominciato a schierarla anche nella Serie B Femminile. Abbiamo deciso di intervistarla.

Buongiorno Camilla. Parliamo in primis di te della tua carriera. Quale è esattamente il tuo ruolo? Quali sono i tuoi punti forti e le tue caratteristiche principali?

Il mio ruolo è la punta centrale, i miei punti forti possono essere proteggere palla, velocità e la visione di gioco. Mi piace sentire il contatto con l’avversario.

Sei stata una delle stelle della Nazionale Under 16 Femminile: cosa ha voluto dire questo per te? Come è stata come esperienza a livello tecnico ed umano? Come vedi le rappresentative maggiori e minori attualmente? 

Sì, sono stata con la nazionale Under 16 e per me è stata una esperienza indimenticabile, mi ha fatto credere in me stessa ed entrare in un mondo dove il calcio non era più un gioco, ma stava diventando un qualcosa di più serio. Attualmente vedo le nazionali lanciate a fare molto bene, sia minori che maggiore.

Quest’anno stai giocando ormai stabilmente nell’undici titolare della Roma Calcio Femminile. Come è stato questo passaggio dalle giovanili alla serie cadetta? Te lo aspettavi migliore o peggiore?

Sì, quest’anno ho avuto varie occasioni per essere protagonista nella rosa della Roma Calcio Femminile, non mi sono sentita in difficoltà, anzi mi sono sentita a mio agio e all’altezza del livello.

Il Calcio Femminile in Italia in questo momento è in una fase di grande trasformazione e di potenziale crescita. Come la vedi “dall’interno”? Secondo te si sta facendo tutto il possibile o manca qualcosa?

Il calcio femminile rispetto agli anni passati sta crescendo molto in fretta e quello che io ho potuto vedere è che sempre più ragazze stanno acquisendo la passione del pallone e il livello si sta alzando. Per me manca un po’ più di visione in televisione per far crescere il mondo del calcio femminile. 

L’ultima domanda è per te: cosa vede nel suo futuro Camilla Bedin?

Vedo per il mio futuro di continuare a giocare perché la passione non morirà mai e faccio mio il detto “finché batte il cuore, finché tremano le gambe, io dentro al campo ci rimango!”. Però, ovviamente, non posso vedere solo quello nel mio futuro, infatti sto cercando di prendere una borsa di studio per andare a studiare all’estero.