In League One, c’è stato un testa contro testa tra l’arbitro Drysdale e un giocatore (VIDEO)

Episodio curioso in League One, nel corso della partita di ieri sera tra Ipswich Town e Northampton Town che ha visto protagonisti il giocatore dei padroni di casa Alan Judge e l’arbitro Drysdale.

Arrivati al 90esimo con la gara ancora ferma sullo 0-0, l’Ipswich inizia a protestare contro l’arbitro per non aver fischiato un presunto calcio di rigore dopo uno scontro avvenuto in area tra il difensore ospite Kioso e proprio Judge. Alcuni giocatori iniziano ad avvicinarsi al direttore di gara, ma tra questi è proprio Judge quello che comincia a contestare la decisione nella maniera più accesa. L’arbitro Drysdale, invece di ammonire semplicemente, compie a quel punto un gesto folle: avvicina la testa in segno di sfida e appoggia la propria fronte su quella del giocatore dell’Ipswich.

Un gesto che siamo abituati a vedere tra calciatori, ma mai da parte di un arbitro. E, in effetti, il comportamento di Drysdale ha ben poco a che fare con la professionalità che viene richiesta a un direttore di gara: un arbitro può alzare la voce e farsi sentire, richiamando un giocatore con toni più alti rispetto al normale. Ma assumere simili atteggiamenti di sfida non è accettabile, visto che la personalità e l’autorevolezza finiscono per sfociare in una provocazione violenta. Una scena che, per fortuna, raramente si vede sui campi di calcio.