L’avventura di Alex Song a Gibuti è cominciata in maniera disastrosa (compreso un 9-1)

Se qualcuno si aspettava che l’arrivo di Alex Song all’Arta Solar 7, squadra di Gibuti, potesse essere rivoluzionario per il piccolo club (ma piuttosto ricco, come spiegammo qui), sta per ricevere una brutta notizia. L’avventura dell’ex Arsenal, Barcellona e West Ham, infatti, è cominciata nella maniera peggiore possibile: due sconfitte in altrettante gare, compreso un pesante 9-1. L’Arta Solar 7, infatti, è sceso in campo in questi giorni per la Confederations Cup africana, nella doppia sfida nella fase preliminare contro gli egiziani dell’Al Mokawloon.

Nella gara d’andata, infatti, la squadra del centrocampista camerunese (che nella squadra svolge il ruolo di capitano e playmaker, ma anche di fatto di battitore di tutti i calci piazzati) è riuscita a “limitarsi” a una sconfitta per 1-0, ma con Song protagonista in negativo: il gol decisivo è arrivato proprio da un’autorete del centrocampista che, in occasione di una rimessa laterale, ha colpito il pallone di testa all’indietro, lobbando il proprio portiere. Al ritorno, invece, è andata anche peggio: in Egitto, l’Arta Solar 7 ha perso per ben 9-1, chiudendo così in anticipo la propria avventura nella competizione. E senza Song protagonista.