Fantacalcio Serie A 2020/21: alla scoperta di… Johan Mojica

Nome: Johan Andrés Mojica Palacio
Nazionalità: Colombia
Età: 28
Altezza: 185 cm
Nazionale: si
Piede: sinistro
Ruolo principale: terzino sinistro
Eventuali altri ruoli: esterno sinistro di centrocampo
Valutazione calciomercato: 1,60 milioni
Perché acquistarlo: la probabile forte turnazione che coinvolgerà l’Atalanta e la trazione offensiva della stessa
Perché non acquistarlo: titolare del ruolo è indiscutibilmente Robin Gosens
La nostra fanta-valutazione (da 1 a 5): **

LE CARATTERISTICHE – Esterno sinistro di grande gamba e buone capacità tecniche, Johan Mojica è il classico esterno a tutta fascia partecipe alla manovra offensiva con tanti cross, qualche assist e talvolta anche qualche rete; ciò nondimeno, riesce a rilevarsi diligente in fase di non possesso, rendendo più che atto all’interpretazione di successo del ruolo di terzino sinistro in una difesa più accorta.

LA CARRIERA – Nato a Cali 28 anni fa, Mojica muove i primi passi nel mondo del calcio tra Academia e Llaneros, per poi bagnare l’esordio tra i professionisti nel 2013 con il Deportivo Cali (regalandosi 9 presenze e 2 assist alla prima stagione tra i grandi. Tanto basta per convincere il Rayo Vallecano ad acquisirlo in prestito nella stagione 2013/2013, dove Mojica scende in campo 15 volte inducendo il club madrileno a versare 500 mila euro al Deportivo Cali per il riscatto; da lì, però, una serie di prestiti a Real Valladolid e Girona, con quest’ultimo che lo riscatta a 5 milioni di euro agli albori della stagione 2018/2019. Mai in campo nella stagione disputata in Liga dal Girona, trova invece il campo con regolarità nella stagione scorsa in seconda divisione, ricevendo poi la chiamata dell’Atalanta anche per le buone referenze si dice riportate da Muriel e Zapata allo staff tecnico e dirigenziale dell’Atalanta.

LO PRENDIAMO AL FANTACALCIO? – Come detto in apertura, davanti a sé Mojica troverà nientemeno che Robin Gosens e, quindi, immaginarlo titolare della corsia mancina della banda di Gasperini è veramente complicato. Al contempo, però, gli orobici sanno che per rivelarsi competitivi su tre fronti la rotazione della rosa è un elemento fondamentale a maggior ragione con i cinque cambi in dote agli allenatori di Serie A. Non dovrebbero quindi mancare le chances a disposizione del colombiano, in campo dal primo minuto o da subentrato negli spezzoni finali di gara: stante l’appetito atalantino in zona gol, la condizione ora descritta lo rende un interessante sesto o settimo slot nella difesa di una fanta-rosa da otto o dieci partecipanti.

LA GUIDA ONLINE CON I CONSIGLI PER L’ASTA

Condividi
Nato a Roma nel 1989, si avvicina al calcio grazie all’arte sciorinata sui campi da Zidane. Nostalgico del “calcio di una volta”, non ama il tiki-taka, i corner corti e il portiere-libero.