Allsvenskan 13/a – Il Norrköping cade con l’Häcken: il Malmö vince il derby e vola in testa

Sorpasso, questa sera, in testa alla classifica dell’Allsvenskan. Lo ricordiamo da sempre: in Svezia, più che in altri tornei conta la regolarità. E, anche se con un po’ di fatica, il Malmö di Tomasson sembra averla trovata. 6 le vittorie consecutive (intervallate dalla sconfitta nella finale di Svenska Cupen contro il Göteborg) per gli Himmelsblått, impreziosite da 19 gol segnati e solo 5 incassati. Numeri, appunto, da primato.

Il Norrköping, invece, si è fermato sul campo dell’Häcken di Alm. Colpiti al 16′ da Soderlund, che ha finalizzato un perfetto passaggio a rientrare del sempre positivo Ekpolo, i Peking si sono ritrovati dal 59′ in dieci uomini (espulso Dagerstal per fallo da ultimo uomo). Il raddoppio ancora di Soderlund 4′ più tardi è stata la logica conseguenza, e la rete di Lauritesen (bello stacco di testa su calcio d’angolo) è arrivata troppo tardi per raddrizzare l’incontro.

Dicevamo invece del Malmö, che ha prevalso nel derby con l’Helsingborg, vinto con un punteggio forse troppo afflittivo per gli avversari. La partita, che abbiamo commentato in diretta sui teleschermi di Sportitalia, ha mostrato una squadra cinica, capace di approfittare degli errori individuali da parte degli ospiti, e con buone capacità tecniche, sicuramente superiori alla media delle avversarie.

Non è tutto oro però quello che luccica: ancora una volta si sono viste amnesie e momenti di rilassamento che potevano costare carissimi, come accaduto nella già citata finale di Coppa. Insomma, Tomasson avrà ancora da lavorare, tantopiù che, oltre al Norrköping, nella lotta per il titolo si sta reinserendo il Djurgården che, mercoledì, è andato a vincere sul non facile campo del Varbergs.

Come sempre, molto dipenderà dagli esiti della finestra di mercato estiva. I biancocelesti, tradizionalmente, essendo una società molto solida dal punto di vista economico, difficilmente si separeranno dai propri gioielli. Tuttavia, c’è anche da dire che l’età media della squadra e di alcuni elementi di punta è elevata, con tutto ciò che ne conseguirà, soprattutto quando si aprirà la stagione europea, che coinvolgerà tutte le squadre di vertice.

Il cambio di allenatore non ha per ora risolto la crisi dell’AIK, piegato in casa, seppur di misura, da un Elfsborg che si candida alla lotta d’alta classifica, e che avrà il vantaggio di non avere, più avanti, impegni europei. L’Hammarby non è andato oltre il pareggio (in rimonta) contro il Falkenbergs, così come il Göteborg in casa con l’Östersunds. Pareggio anche per il Sirius, in casa del Mjalby, mentre l’Örebro ha ottenuto 3 punti importanti, in ottica salvezza, in casa di un Kalmar sempre più fanalino di coda.

Allsvenskan 2020 13/a giornata – risultati

Mercoledì 5 agosto

Malmö-Helsingborg  4-1  (2-1) 
Varbergs-Djurgården  1-2  (2-1)
Hammarby-Falkenbergs  1-1  (0-0) 

Giovedì 6 agosto

AIK-Elfsborg  1-2  (0-2)
Kalmar-Örebro  0-3  (0-1)
Göteborg-Östersunds  2-2  (1-2)
Häcken-Norrköping  2-1  (1-0)
Mjalby-Sirius  1-1  (0-1)   
 

CLASSIFICA PROVVISORIA ALLSVENSKAN 2020  – 13/a giornata 

Pos. Squadra Gol fatti/subiti Punti | Pos. Squadra Gol fatti/subiti Punti
1 Malmö 28/12 28 | 9 Hammarby 14/16 16
2 Norrköping 29/17 25 | 10 Mjalby 14/20 16
3 Elfsborg 22/18 24 | 11 Göteborg 15/20 13
4 Djurgården 19/12 23 | 12 AIK 12/19 13
5 Häcken 24/13 21 | 13 Falkenbergs 15/20 12
6 Sirius 21/21 18 | 14 Östersunds 11/17 12
7 Varbergs 18/17 16 | 15 Helsingborgs 10/20 10
8 Örebro 13/15 16 | 16 Kalmar 14/22 9

Legenda: qualificata ai preliminari di CL, qualificate ai preliminari di EL, allo spareggio per non retrocedere con la terza classificata in Superettan, retrocesse in Superettan

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.