RSL svizzera 36/a – L’ultimo verdetto condanna il Thun allo spareggio per non retrocedere contro il Vaduz

Chiusura, questa sera, per la Raiffeisen Super League svizzera. Come vi avevamo già annunciato in precedenza, questo ultimo turno doveva emettere solo un’ultima sentenza, vale a dire il nome della squadra che dovrà affrontare il Vaduz nello spareggio promozione/retrocessione.

Sarà così il Thun dei ticinesi Tosetti e Rapp ad affrontare il Vaduz nello spareggio promozione/retrocessione. La clamorosa rimonta dei bernesi sul campo dello Zurigo (da 3-0 a 3-3) non è loro servita a evitare il penultimo posto, vista la contemporanea vittoria (sempre in rimonta) del Sion di Paolo Tramezzani, nel derby a Ginevra contro il Servette.

Incredibile il testa a testa tra vallesani e bernesi. Sotto una pioggia battente, il Thun si è trovato, al 56′, sotto di ben 3 gol, come abbiamo scritto sopra (reti di Kololli, Kramer e Domgjoni). I biancorossi, però, non hanno mollato, raggiungendo il pareggio grazie a una doppietta di Munsy e a un gol di Rapp allo scadere.

Nel frattempo, a Lancy, il Sion, dopo aver subito un gol da Kone, ha pareggiato con Kasami prima dell’intervallo e, nella ripresa, è passato in vantaggio al 74′ con Uldrikis. La sfida di Ginevra ha però subito un ritardo, a causa di un guasto all’impianto di illuminazione. I ragazzi del Thun sono così rimasti alcuni minuti attaccati alla radio, sperando di ricevere buone notizie da Lancy che, però, non sono arrivate.

I bernesi giocheranno così lo spareggio: andata nel Principato il 7 agosto, ritorno nel Berner Oberland il giorno 10, con calcio d’inizio alle 18.15 in entrambe le occasioni. Niente regola del gol in trasferta, come abbiamo già scritto: in caso di parità, passerà chi avrà segnato il maggior numero di gol. Supplementari (ed eventuali rigori) solo in caso di parità assoluta.

La passerella finale tra la prima e la seconda classificata ha visto la netta affermazione dei gialloneri campioni. Degna di nota la doppietta di Nsame che, arrivato a quota 32 centri, ha così stabilito il nuovo record di reti per la Super League con la formula attuale. Il primato precedente (30 gol) apparteneva a Seydou Doumbia, che lo aveva ottenuto nella stagione 2009-10, sempre con la maglia giallonera.

https://twitter.com/BSC_YB/status/1290390865597407235

Il Lugano, dopo aver ottenuto la salvezza venerdì sera, è riuscito a issarsi sino alla quinta posizione. I bianconeri si sono infatti imposti in trasferta contro il Neuchâtel Xamax, grazie a una rete di Christopher Lungoyi al 72′. Buona la prestazione difensiva dei bianconeri, che hanno resistito all’orgoglio dei rossoneri, i quali avrebbero voluto lasciare la Super League con una vittoria. In virtù del contemporaneo pareggio senza reti tra Basilea e Lucerna, l’undici di Jacobacci scala così un’altra posizione in classifica.

RSL svizzera 36/a giornata – Risultati finali

Venerdì 31 luglio

Basilea-Lucerna  0-0  
Servette-Sion  1-2  (0-1)
Xamax-Lugano  0-1  (0-0)
Young Boys-San Gallo 3-1  (2-1)
Zurigo-Thun  3-3  (2-0)  

CLASSIFICA DEFINITIVA RSL SVIZZERA 2019/20 

Pos. Squadra Diff. reti Punti | Pos. Squadra Diff. reti Punti
1 Young Boys +39 76 | 6 Lucerna -8 46
2 San Gallo +23 68 | 7 Zurigo -27 43
3 Basilea +36 62 | 8 Sion -15 39
4 Servette* +9 49 | 9 Thun -22 38
5 Lugano 0 47 | 10 Xamax -35 27

Legenda: qualificate ai preliminari della CL, qualificate ai preliminari di EL, allo spareggio per non retrocedere con il Vaduz (2/a di Challenge League), retrocessa in Challenge League. * Qualificata ai preliminari di Europa League in virtù della decisione dell’ASF di rinviare la fase finale delle Coppa svizzera oltre il termine ultimo stabilito dall’UEFA per l’iscrizione delle squadre alle competizioni internazionali

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.