Allsvenskan 4/a – Il Norrköping corre, le altre camminano: risorge il Djurgården

Dopo l’interruzione infrasettimanale, dovuta alla Svenska Cupen, riprende la corsa dell’Allsvenskan, finora nel segno del Norrköping. I Peking, infatti, dopo aver espugnato anche il campo dell’Östersunds, nell’anticipo del sabato, guidano la graduatoria, a punteggio pieno, in un torneo che, finora, appare abbastanza equilibrato.

I problemi di preparazione, l’assenza del pubblico, le difficoltà assortite dovute alla pandemia, sinora, hanno infatti consentito, alle squadre meno titolate, di creare qualche grattacapo alle favorite. Ovviamente, è presto per fare previsioni: tra l’altro, col passare delle giornate, le compagini stanno pian piano ritrovando forma fisica e coesione: insomma, ci si avvicina lentamente al calcio vero.

Tuttavia, come sappiamo, in questi campionati conta molto la regolarità. E, sicuramente, i Peking, questa caratteristica, l’avevano già fatta vedere nel girone di ritorno dello scorso anno. In definitiva, se non smobiliteranno nel corso della finestra di mercato estiva, potrebbero davvero essere un’opzione interessante per la vittoria finale, fermo restando che le incognite sono ancora davvero tante. Prima fra tutte, la possibilità di riaccogliere il pubblico negli stadi: un’opzione che, economicamente, avrebbe un valore enorme.

Dietro il Norrköping, vale la pena di annotare la bella vittoria del Djurgården. Gli Järnkaminerna hanno infatti demolito il Kalmar, presentatosi a Stoccolma da secondo in classifica e con l’etichetta di squadra rivelazione di questa primissima fase del torneo. Il 5-0 subito dai campioni in carica, invece, se da una parte li ha un po’ ridimensionati, dall’altra ha rilanciato i Blåränderna, che possono ora guardare al futuro prossimo con un po’ più di tranquillità.

Pareggio, invece, nella sfida tra AIK e Malmö, che doveva essere la rivincita dei quarti di finale di Coppa, dove gli Himmelsblått hanno frantumato gli Gnaget. Fondamentale, per gli ospiti, l’assenza (per squalifica) di Christiansen il quale, in Svenska Cupen, era uscito col pallone sotto braccio, dopo essere andato a segno tre volte.

In vantaggio di due gol (Larsson nel recupero della prima frazione e Hussein al 68′), i gialloneri si sono fatti raggiungere in virtù di un rigore trasformato, al 90′, da Thalin (che ne aveva fallito uno 20′ prima), dopo che Berget (nella foto) aveva insaccato la respinta del portiere al tiro dal dischetto del compagno. A fine partita, tante lamentele, da parte dei protagonisti, sulle condizioni del campo di gioco.

Brutta sconfitta, invece, per l’Hammarby, sul campo della neopromossa Mjalby, che festeggia così il suo primo successo nella massima serie. Meritatissima l’affermazione per i gialloneri, nella partita che abbiamo commentato in diretta su Sportitalia.

Passati in svantaggio dopo neppure un minuto, a causa di una svista in difesa, della quale il freddo Tanković ha saputo approfittare, i padroni di casa non si sono persi d’animo, nonostante il rigore sbagliato da Sabovic al 28′. In superiorità numerica (espulsione di Magyar nell’azione del fallo da rigore, peraltro commesso fuori area), gli uomini di Lantz hanno stretto d’assedio i più quotati avversari, avendone ragione nel finale grazie ai centri di Bergström e Ogbu, entrambi su colpo di testa.

Pareggi, infine, per Göteborg (in trasferta, sul campo del Sirius) ed Elfsborg, in casa con l’Örebro, entrambi in rimonta. Gli Eleganterna hanno inoltre terminato la partita in 10 uomini per l’espulsione del capitano Holmen, al 79′, per fallo su Lahne.

Infine, nei posticipi di ieri sera, prima vittoria per l’Häcken di Alm che, grazie a una rete del norvegese Alexander Söderlund, nella ripresa, ha avuto ragione di un Helsingborg sempre più in crisi. Il sempre più sorprendente Varbergs ha invece superato nettamente, tra le mura amiche, il Falkenbergs, volando così addirittura al secondo posto in classifica. Dopo aver chiuso in vantaggio di due reti la prima frazione, i neopromossi hanno triplicato al quarto d’ora della ripresa, di fatto chiudendo i conti. Il gol di Sylisufaj, al 75′, per gli ospiti, ha quindi avuto valore semplicemente statistico.

Allsvenskan 2020 4/a giornata – risultati

Sabato 27 giugno

Östersunds-Norrköping  2-4  (1-1)

Domenica 28 giugno

Sirius-Göteborg  2-2  (1-1)
AIK-Malmö  2-2  (1-0) 
Elfsborg-Örebro  1-1  (0-1) 
Mjalby-Hammarby  2-1  (0-1)
Djurgården-Kalmar  5-0  (4-0)

Lunedì 29 giugno

Häcken-Helsingborg  1-0  (0-0)
Varbergs-Falkenbergs  3-1  (2-0)

CLASSIFICA PROVVISORIA ALLSVENSKAN 2020  – 4/a giornata 

Pos. Squadra Gol fatti/subiti Punti | Pos. Squadra Gol fatti/subiti Punti
1 Norrköping 13/4 12 | 9 Sirius 6/6 5
2 Varbergs 9/5 7 | 10 Göteborg 6/6 5
3 AIK 7/6 7 | 11 Örebro 3/4 4
4 Djurgården 8/5 6 | 12 Hammarby 5/6 4
5 Malmö 7/5 6 | 13 Mjalby 4/6 4
6 Häcken 5/4 6 | 14 Falkenbergs 3/6 4
7 Elfsborg 4/3 6 | 15 Östersunds 2/8 1
8 Kalmar 7/7 6 | 16 Helsingborg 0/8 1

Legenda: qualificata ai preliminari di CL, qualificate ai preliminari di EL, allo spareggio per non retrocedere con la terza classificata in Superettan, retrocesse in Superettan

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.