L’ambizioso piano del Real per assicurarsi Håland e Mbappé

E se fossero Håland e Mbappé i due prossimi acquisti del Real Madrid? La bomba la lancia il quotidiano spagnolo Marca, che parla a chiare lettere di un piano ambizioso per portare i due giovanissimi talenti in Spagna. Ma in due stagioni: infatti Pérez punterebbe ad avere subito il norvegese, per poi puntare dritto sul francese l’anno successivo. Quello che sembra mancare ai Blancos è proprio un grande cannoniere, uno che abbia grande confidenza con il gol e che abbia un’età tale che gli permetta di avviare un nuovo ciclo. In estate era stato acquistato Jović, ma il serbo, nonostante la difesa a oltranza di Zidane, non ha mai convinto.

Ecco quindi che Håland sembra essere il profilo ideale. La sua valutazione è molto alta e il Borussia Dortmund non si farebbe pregare due volte, vista l’eventuale plusvalenza record. Si parla già di cifre: circa 75 milioni per assicurarsi il classe 2000, che completerebbe in pochissimo tempo quel percorso di crescita auspicato, in tempi non sospetti, dal suo procuratore Mino Raiola. Attualmente il centravanti titolare del Real continua a essere l’inossidabile Benzema, a cui verrebbe proposto una sorta di ruolo di chioccia per far ambientare al meglio Håland.

Se quindi l’obiettivo primario è acquisire un centravanti con la C maiuscola, il piano si completerebbe perfettamente con l’arrivo di Kylian Mbappé dal Paris Saint-Germain. Il francese ha un contratto che scadrà nel 2022 ed è proprio in questo contesto che vuole inserirsi il Real Madrid. La dirigenza blanca approfitterebbe della volontà di Mbappé di sbarcare in Spagna. L’operazione è tutt’altro che facile, soprattutto perché i dirigenti parigini non vogliono perdere la loro stella del futuro dopo il rischio di perdere Neymar, in direzione Barcellona.

Secondo Marca, Mbappé non ritiene urgente lasciare Parigi. È grato a chi gli ha dato notorietà e importanza, ma al contempo non è completamente sordo ai richiami del Real. Vuole aspettare tempi migliori, provare a vincere Champions ed Europei, e poi decidere in totale tranquillità. Il Real Madrid non ha fretta, sa bene che il tempo può giocare a suo favore. Aspettare non significa rinunciare ma attendere il momento più propizio per balzare sulla preda.

 

Condividi
Empolese e orgoglioso di esserlo, ha cominciato ad amare il calcio incantato dal mito di Van Basten. Amante dei viaggi, giocatore ed ex insegnante di tennis, attualmente collabora con pianetaempoli.it.