Fantacalcio Serie A 2019/20: i consigli su chi evitare nella 13/a giornata

Fra dubbi e certezze (o presunte tali), ogni fantallenatore è chiamato a fare delle scelte nel momento in cui schiera la propria formazione. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa da maledire a lungo. Ci sono, tra l’altro, tante varianti da tenere in considerazione: intanto, bisogna sapere chi salterà il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), poi occorre valutare come si sono allenati in settimana i propri giocatori e gli incroci che il calendario propone. Per il resto, è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una gran bella dose di fondoschiena. Tuttavia, la fortuna va aiutata e per questo vi regaliamo qualche consiglio, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

GLI ASSENTI – Tra squalifiche e infortuni occorsi durante le gare delle Nazionali, la tredicesima giornata di Serie A si preannuncia ricca di assenti. Intanto ci sono ben 14 giocatori fermati dal Giudice Sportivo: Malinovskyi, Iličić, Bennacer, Çalhanoğlu, Bani, Danilo Larangeira, Hernani, Matějů, Pulgar, Castrovilli, Becão, Okaka, Cionek e Tomović. Oltre a questi e ai lungodegenti, diversi infortunati recenti: D. Zapata, Alex Sandro, C. Ronaldo, Rabiot, R. Rodríguez, Duarte, Castillejo, Mário Rui, Milik, Lyanco, Bonifazi, Laxalt, Iago Falque, Millico, Asamoah, Sensi, Gagliardini, Cornelius, Berardi, Defrel, Marušić, Kumbulla, Bereszyński, Bonazzoli, Falco, Ceppitelli, Birsa e Kouamé. Discorso a parte per i giocatori in dubbio, di cui vi è, come sempre, una lista consistente: Muriel, Bastoni, Soriano, Gervinho, Mancini, Veloso, Sema, Meccariello, Majer, Mancosu, Babacar, Lu. Pellegrini e Strefezza.
LA FLOP 11 (3-4-3) – Meret (Napoli); Sabelli (Brescia), Lucioni (Lecce), Masiello (Atalanta); Cuadrado (Juventus), Duncan (Sassuolo), Rincón (Torino), Sema (Udinese); Pinamonti (Genoa), Higuaín (Juventus), Vlahović (Fiorentina).
LA CERTEZZA IN NEGATIVO – Adattato a fare il terzino destro, se la sta cavando egregiamente, ma quella di Bergamo non è la partita ideale per Juan Cuadrado. La Dea, si sa, ha un gioco avvolgente, che spesso si sviluppa sulle fasce, dove i vari Hateboer, Gosens e Castagne fanno il bello e il cattivo tempo. Per il colombiano si prospetta una gara di sacrificio, nella quale dovrà fare ricorso a tutta la sua velocità per arginare i nerazzurri, sacrificando un po’ la fase offensiva.
LA CONTRO-SCOMMESSA – Si è presentato in Serie A con una doppietta a Cagliari, anche se arrivata solo dopo che i sardi, in vantaggio per 5-0, hanno un po’ tirato i remi in barca. Resta però una doppietta da paura per Dušan Vlahović, anche se probabilmente al Bentegodi contro il Verona siederà in panchina, visto che Ribéry ha finito di scontare i tre turni di squalifica ed è il candidato principale per far compagnia in attacco a Federico Chiesa. Arriverà il momento giusto anche per il giovane serbo, basta saper aspettare.

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.