RSL svizzera 14/a giornata – Grandinano gol, lo Young Boys resta davanti

Gol ed emozioni, in questo 14° turno della Raiffeisen Super League svizzera: ben 24 in 5 partite. A cominciare dagli anticipi del sabato, che vedevano opposte Xamax e Thun, in una sfida con in palio importanti punti salvezza. Giocate di livello, rimonta e rete decisiva del Thun nel finale, che rilancia i bernesi nella lotta salvezza.

Gli ospiti hanno iniziato tremando, per via di un legno colpito da Nuzzolo. Poi, nella ripresa, è successo davvero di tutto. Prima Castroman ha regalato il doppio vantaggio ai suoi, in una manciata di minuti (davvero pregevole il secondo gol, e perfetto l’assist da corner di Matteo Tosetti). All’84’ i neocastellani hanno però trovato il pari con Karlen, dopo che, 20′ prima, era stato Xhemajli ad accorciare le distanze. Finita? No. Perché 2′ più tardi è stato Kablan a regalare ai suoi 3 punti che pesano come un macigno. Il pallone decisivo, manco a dirlo, era arrivato dai piedi del Toast, da palla ferma. Una sentenza quando la sfera si trova ai suoi piedi: 3 su 3 i passaggi decisivi sabato sera.

Nell’altro anticipo, il Lucerna ha dovuto nuovamente cedere il passo in casa, come già accaduto la scorsa settimana al cospetto del Lugano. Questa volta i biancoblù sono caduti per mano di un dinamico Servette, tornato ai livelli d’inizio torneo. Pregevole, al 9′, il tocco con il quale Kyei ha portato avanti i suoi, che hanno ribadito la propria supremazia al 24′ con Tasar. Nella ripresa, i confederati hanno reagito, trovando il gol ancora con Ndiaye, ma senza riuscire a riequilibrare le sorti dell’incontro.

Fuochi artificiali come accade nella notte del Primo Agosto (giorno della Festa Nazionale) nella sfida dello Stade de Suisse tra Young Boys e San Gallo. Prima contro terza, quasi 29.000 spettatori presenti: c’era insomma tutto per garantire lo spettacolo, e così è andata.

Non era facile per i campioni in carica, reduci dal sudato pareggio in rimonta di giovedì in Europa League, opposti a un San Gallo ambizioso. E infatti i Brodisti hanmno subito fatto capire come sarebbe andato il pomeriggio, trovando il gol con Babic già al 4′. Al 23′ Zesiger ha pareggiato ma Itten, galvanizzato dalla chiamata in nazionale, dopo soli 2′ ha riportato avanti i suoi. Risposta di Fassnacht dopo 5′ e squadre al riposo sul 2-2.

Nella ripresa i gialloneri sono passati in vantaggio per la prima volta in questa sfida interminabile 50′ con Zesiger, subendo però la terza rete dei biancoverdi 5′ più tardi da Demirović. Quando un pareggio sembrava essere il risultato più giusto, ci ha pensato Nsame, all’83’, a realizzare il gol che consente ai suoi di mantenere la vetta della classifica.

Al Letzigrund lo Zurigo ha trovato la vittoria contro un Sion in crisi tecnica. Tigurini avanti già al 3′ grazie a Kramer, ma subito rimontati dai vallesani, in rete con con Toma e Lenjani. Prima che finisse la prima frazione è stato però Nathan a pareggiare. Nella ripresa, i ragazzi di Magnin hanno fatto loro la sfida con i gol di Schönbächler (49′) e del ticinese Marchesano su rigore (76′), concesso per un fallo di Maceiras sullo stesso Schönbächler.

Infine, prima sconfitta per il Lugano targato Jacobacci, nella sfida che vi abbiamo raccontato in diretta dalo stadio di Cornaredo. C’è ancora molto da fare per l’ex tecnico di Bellinzona e Sion, in un campionato dove bisogna fare punti, per evitare di trovarsi coinvolti nelle sabbie mobili della zona retrocessione. E, visti i risultati e le prestazioni in Challenge League di Losanna e Grasshopper, anche lo spareggio sarà da evitare a tutti i costi.

RSL svizzera 14/a giornata – Risultati finali

Sabato 9 novembre

Lucerna-Servette  1-2  (0-0)
Xamax-Thun  2-3  (0-0)

Domenica 10 novembre

Lugano-Basilea  0-3  (0-2)
Young Boys-San Gallo  4-3  (2-2)
Zurigo-Sion  4-2  (2-2) 

CLASSIFICA PROVVISORIA RSL SVIZZERA 2019/20 – 14/a giornata 

Pos. Squadra Diff. reti Punti | Pos. Squadra Diff. reti Punti
1 Young Boys +16 31 | 6 Sion -6 17
2 Basilea +20 30 | 7 Lucerna -4 15
3 San Gallo +10 26 | 8 Lugano -5 13
4 Zurigo -10 21 | 9 Xamax -8 12
5 Servette +3 18 | 10 Thun -16 9

Legenda: qualificate ai preliminari della CL, qualificate ai preliminari di EL, allo spareggio per non retrocedere con la 2/a di Challenge League, retrocessa in Challenge League.

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.