Fantacalcio Serie A 2019/20: i consigli su chi evitare nella 7/a giornata

Fra dubbi e certezze (o presunte tali), ogni fantallenatore è chiamato a fare delle scelte nel momento in cui schiera la propria formazione. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa da maledire a lungo. Ci sono, tra l’altro, tante varianti da tenere in considerazione: intanto, bisogna sapere chi salterà il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), poi occorre valutare come si sono allenati in settimana i propri giocatori e gli incroci che il calendario propone. Per il resto, è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una gran bella dose di fondoschiena. Tuttavia, la fortuna va aiutata e per questo vi regaliamo qualche consiglio, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

GLI ASSENTI – Formazioni in campo entro le 15 di sabato (l’anticipo del venerdì tra Brescia e Sassuolo è stato rinviato al prossimo 18 dicembre per la morte del presidente degli emiliani, Giorgio Squinzi) e come sempre occhio agli assenti. Intanto, ci sono 5 squalificati: Musacchio, Soriano, Bremer, Koulibaly e Alexis Sánchez. A questi vanno aggiunti alcuni infortunati degli ultimi giorni (su tutti i romanisti Zappacosta, Pellegrini e Mkhitaryan, ma anche Darmian, Laurini, Di Carmine, Linetty, Thorsby, Barreca, Dijks, Klavan, Maksimović e Mário Rui) e i giocatori in dubbio: Becão, Teodorczyk, Dell’Orco, Tabanelli, Correa, Florenzi, Lykogiannis, Pinna, Oliva, Zaza, R. Lukaku e De Sciglio.
LA FLOP 11 (3-4-3) – Meret (Napoli); Becão (Udinese), Duarte (Milan), Ceppitelli (Cagliari); Cuadrado (Juventus), Allan (Napoli), Petriccione (Lecce), Lulić (Lazio); Dybala (Juventus), Lasagna (Udinese), João Pedro (Cagliari).
LA CERTEZZA IN NEGATIVO – Ormai le intenzioni di Sarri sono chiare: Gonzalo Higuaín parte titolare, Paulo Dybala è una preziosa carta da giocare a gara in corso. Può darsi che questa situazione, alla lunga, possa portare benefici alla Joya, però onestamente non ce la sentiamo di puntare su di lui in una gara così difficile come quella di San Siro contro l’Inter. Intanto, perché probabilmente partirà dalla panchina, poi perché quella dei nerazzurri è la difesa meno battuta del campionato. Verranno tempi migliori anche per lui.
LA CONTRO-SCOMMESSA – Con Musacchio squalificato e Caldara ancora ai box, potrebbe toccare finalmente al nuovo arrivato Léo Duarte il compito di completare la difesa accanto a Romagnoli. Ha esordito domenica contro la Fiorentina in una gara da incubo per i rossoneri, a Marassi contro il Genoa sarà titolare, ma quella che qualche mese fa poteva sembrare una scommessa interessante, ora ha tutte le sembianze di un azzardo senza senso.

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.