Fantacalcio Serie A 2019/20: alla scoperta di… Mert Çetin

Nome: Yıldırım Mert Çetin
Nazionalità: Turchia
Età: 22
Altezza: 189 cm
Nazionale: no
Piede: destro
Ruolo principale: difensore centrale
Eventuali altri ruoli:
Valutazione calciomercato: 3 milioni
Perché acquistarlo: possibile scommessa
Perché non acquistarlo: impatto con la Serie A / riserva
La nostra fanta-valutazione (da 1 a 5): *

LA GUIDA COMPLETA CON I CONSIGLI PER L’ASTA

LE CARATTERISTICHE – “Sono un combattente nell’area di rigore”, queste le prime parole in giallorosso del difensore turco Mert Çetin, voluto dal diesse Petrachi. Centrale dal fisico imponente, è perfetto per la difesa a quattro (solitamente occupa la posizione di centrodestra) e garantisce grande temperamento e una forte presenza nel gioco aereo (da questo punto di vista ha caratteristiche simili a quelle di Fazio e Mancini). Deve migliorare parecchio nella tecnica di base e nella marcatura. Vedremo se riuscirà a convincere Fonseca e a guadagnarsi un posticino nella rosa della Roma.

LA CARRIERA – Cresce nel settore giovanile del Gençlerbirligi e compie tutta la trafila delle giovanili fino a essere ceduto in prestito per un anno nell’Hacettepe (terza serie turca), dove viene impiegato con continuità, convincendo i proprietari del suo cartellino a richiamarlo alla base. La prima stagione in rossonero però non è indimenticabile: esordisce in Süper Lig, ma colleziona due sole presenze e la squadra retrocede in 1. Lig. Si riprende nella stagione successiva, visto che colleziona 25 presenze e si mette in luce come uno dei giovani difensori più interessanti in Turchia, attirando le attenzioni di Petrachi che lo porta a Roma per circa 3 milioni di euro.

LO PRENDIAMO AL FANTACALCIO? Per ora non è nemmeno la prima alternativa ai due centrali titolari, quindi ne sconsigliamo l’acquisto. Anche perché deve convincere pienamente Fonseca a inserirlo in rosa per la stagione ormai alle porte, con la dirigenza giallorossa che teoricamente è ancora alla ricerca di un difensore centrale da inserire in rosa. Non ha nemmeno numeri importanti per quanto concerne i bonus, quindi al momento non ci interessa.

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.