Verso Francia 2019 – Le Nazionali partecipanti: Norvegia

Manca sempre meno al via dei Mondiali Femminili di Francia 2019 ed è arrivato il momento di conoscere tutte le 24 protagoniste dell’evento più atteso per il calcio in rosa: con due appuntamenti quotidiani, analizzeremo nel dettaglio la storia nei Mondiali, il percorso durante le qualificazioni e le qualità ruolo per ruolo delle Nazionali arrivate alla fase finale del torneo. Oggi tocca alla Norvegia.

PRECEDENTI NEI MONDIALI – La Nazionale Femminile della Norvegia, guidata dal selezionatore svedese Martin Sjögren, è alla ottava partecipazione alla fase finale di un Mondiale, avendone anche vinto un nel 1995. Al 13esimo posto del FIFA/Coca-Cola Women’s World Ranking, si è fermata nella fase a gironi degli Europei Femminili 2017, venendo eliminata da Olanda e Danimarca.

IL PERCORSO VERSO FRANCIA 2019 – La Norvegia è una delle nove nazionali della EUFA a essersi qualificata a Francia 2019. Il percorso delle Gresshoppene è stato entusiasmante: dopo la debacle degli Europei Femminili 2017, la Norway Football Association ha annunciato l’equiparazione degli stipendi tra calcio maschile e calcio femminile, e le norvegesi hanno battuto l’Olanda nel Gruppo 3 delle Qualificazioni per Francia 2019, qualificandosi come prime nel girone. La capocannoniera della squadra è Lisa-Marie Karlseng Utland, attaccante che milita tra le fila del FC Rosengård e che ha messo a segno sette reti.

DIFESA – In porta c’è spesso il ballottaggio tra Ingrid Hjelmseth, estremo difensore dello Stabæk, e Cecilie Fiskerstrand, portiere del Lillestrøm, con la prima che dopo il Mondiale cederà il testimone alla seconda, visti i suoi 39 anni. La difesa è a tre e si basa molto sulla coppia composta da Maria Thorisdottir e dal capitano Maren Mjelde, etrambe giocatrici del Chelsea, a cui dà una mano Ingrid Moe Wold del Lillestrøm.

CENTROCAMPO –  Il centrocampo è molto folto, guidato dall’esperienza di Caroline Graham Hansen, giocatrice del Wolfsburg, e Kristine Minde del Linköping. La linea a cinque viene ulteriormente composta da Synne Skinnes Hansen del Lillestrøm, Vilde Risa dell’Arna-Bjørnar e Guro Reiten del Lillestrøm. Il primo cambio è Ingrid Syrstad Engen, 21enne sempre in forza al Lillestrøm.

ATTACCO – L’attacco non può prescindere da Isabell Herlovsen, 30enne punta del Vålerenga, e da Lisa-Marie Karlseng Utland, 267enne stella del Rosengård. In caso di necessità si può contare su Emilie Haavi, 26enne punta del Lillestrøm.

IL COMMISSARIO TECNICO –  Il tecnico Martin Sjögren è un allenatore svedese che ha sempre allenato in Scandinavia, sedendo sulla panchina del LdB FC Malmö, e che ha conseguito nel 2016 il titolo della Damallsvenskan con il Linköpings FC: l’anno dopo ha accettato di prendere il posto di Eli Landsem, la prima donna allenatrice della Norvegia, e ha seguito da vicino la rinascita delle Gresshoppene.

LA STELLA – La stella della squadra è senza dubbio Lisa-Marie Karlseng Utland, 26enne attaccante del Rosengård esplosa nel 2017 quando, tra le fila del Røa IL, ha segnato 17 gol in 20 gare. Utland ha anche giocato in tutte le rappresentative della Norvegia, da quella Under 16 a quella Nazionale, con un bottino di 20 gol in 63 partite.

PUNTI DI DEBOLEZZA –  La formazione norvegese viene da un grosso periodo di calo e da alcune lotte da parte delle calciatrici per rivendicare uguale trattamento rispetto ai colleghi maschi, e la perdita di stelle di assoluta grandezza come Ada Hegerberg mina notevolmente le loro possibilità nel torneo. Oltretutto è in pieno ricambio generazionale (la metà della rosa ha meno di 23 anni) e questo potrebbe incidere negativamente sul loro cammino nel Mondiale.

FORMAZIONE TIPO – (3-5-2): Hjelmseth (Fiskerstrand); Thorisdottir, Mjelde, Wold; Graham Hansen, Minde, Skinnes Hansen, Risa, Reiten (Engen); Herlovsen (Haavi), Utland.

OBIETTIVI E PROSPETTIVE – La Norvegia ha vissuto un periodo di appannamento ma ora sembra destinata a rinascere, e lo dimostrano i suoi ultimi risultati ufficiali. La squadra sta vivendo un ricambio generazionale e molte stelle, come Ada Hegerberg, hanno ormai abbandonato la nazionale per dare spazio alle nuove leve. Le norvegesi sono capitate nel Gruppo A delle padrone di casa della Francia insieme a Corea del Sud e Nigeria: una loro qualificazione sembra quasi scontata, ma dove possa arrivare questa nazionale è difficile da ipotizzare. Non crediamo che, però, possa andare oltre i quarti di finale.

Condividi
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile.