Fantacalcio Serie A 2018/19: i consigli su chi schierare nella 37/a giornata

Fare la formazione prima del primo anticipo di Serie A è uno dei riti sacri per il fantacalcista. Quello è il momento dei dubbi, delle certezze, delle scelte. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa scellerata. E ci sono tante varianti da tener conto: intanto, bisogna sapere chi è destinato a saltare il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), per i restanti, occorre valutare come hanno vissuto la settimana di allenamenti e gli incroci che regala loro il calendario. Poi è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una buona dose di fondoschiena. Ma la fortuna va aiutata e per questo, con umiltà, vi lasciamo qualche consiglio su chi schierare, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

POLLICE SU – Penultima giornata di una lunga corsa cominciata lo scorso agosto. Non è il momento di mollare, mezzo punto, mai come ora, può fare la differenza. Il trentasettesimo turno di Serie A comincia domani, sabato, con tre anticipi: Udinese-SPAL alle 15, Genoa-Cagliari alle 18 e Sassuolo-Roma alle 20:30. Domenica sei le gare in palinsesto: si comincia con Chievo-Samp (12:30), poi Parma-Fiorentina ed Empoli-Torino alle 15, a seguire Milan-Frosinone alle 18 e i due anticipi delle 20:30 Juventus-Atalanta e Napoli-Inter. Epilogo di lunedì sera con Lazio-Bologna (20:30).
In quanto alla top 11 di giornata, fra i pali troviamo l’agguerritissimo Musso, rivelazione di un’Udinese che, in casa contro la SPAL, non può permettersi passi falsi, se vorrà giocare in A anche l’anno prossimo. Nel consueto terzetto difensivo schieriamo l’empolese Di Lorenzo (già 4 gol in campionato, tutti messi a segno nel girone di ritorno: è lui l’arma in più a disposizione di Andreazzoli per inseguire una salvezza ancora possibile), il genoano Criscito (in caso di rigore, sarà lui a calciare) e il parmense Dimarco (ducali a caccia di punti salvezza contro la Fiorentina, il giovane di scuola Inter non rinuncerà ad attaccare). In mezzo al campo, una batteria di giocatori col bonus in canna: Correa è reduce da due gol, uno a Cagliari, l’altro in finale di Coppa Italia, ci vuole coraggio a non schierarlo; stesso discorso per de Paul, che dovrà illuminare il gioco dei friulani nella partita più importante della stagione. Non mancheranno le motivazioni nemmeno al genoano Lerager (si è ambientato benissimo a Genova, dimostrando da subito di poter essere pericoloso con gli inserimenti) e il milanista Borini (giocherà sulla linea degli attaccanti, per di più in casa contro il Frosinone). Infine, un tridente senza grande fantasia, ma che baderà certamente al sodo: Inglese ha messo alle spalle l’infortunio e ha già segnato lunedì a Bologna, su Piątek poco da dire, è vero che non segna da parecchio, ma domenica c’è Milan-Frosinone; discorso a parte per Pellissier: qua viene fuori il nostro lato romantico, ma Sergione domenica giocherà per l’ultima volta al Bentegodi e siamo sicuri che farà il diavolo a quattro per salutare la sua gente come meglio sa fare.

I CONSIGLI SU CHI EVITARE NELLA 37/A GIORNATA

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.