RLS svizzera 28/a: lo Young Boys travolge il Thun nel derby

28/a giornata, per la Raiffeisen Super League svizzera, con in programma ben due derby: quello della Limmat tra Grasshopper e Zurigo, nell’anticipo del sabato sera, oltre allo scontro tutto bernese tra lo Young Boys, dominatore incontrastato del torneo, e un Thun in fase calante (6 partite senza vittorie e 2 sconfitte consecutive nelle ultime due tornate).

Negli anticipi del sabato, dov’erano impegnate le squadre attualmente all’ultima e penultima posizione in graduatoria, spiccava il derby della Limmat. L’incontro, piuttosto tirato viste le difficoltà in classifica delle Cavallette, ha visto i ragazzi di Magnin passare in vantaggio per primi grazie all’ex di Lugano e Chiasso Ceesay, bravo a sfruttare, con una fiondata, un lancio in profondità di Kharabadze alla mezz’ora del primo tempo. Lo Züri non ha però avuto il cinismo necessario per chiudere l’incontro, sfruttando le numerose occasioni da rete create.

Così, nella ripresa, il GCZ ha subito trovato il pareggio, grazie a Ravet il quale, al 48′, ha sorpreso la retroguardia avversaria con un bell’inserimento da dietro, concludendo in rete di testa, su traversone di Pusic dalla sinistra. A quel punto, sono state le Cavallette ad avere le migliori occasioni: ma il risultato è rimasto fermo sull’1-1.

Senza esclusione di colpi, e molto divertente, la sfida tra Xamax e San Gallo. I neocastellani, apparsi molto diversi dalla squadra rinunciataria vista mercoledì sera in Ticino, hanno fatto di tutto per vincere la partita. Tuttavia, prima la traversa (Pululu al 46′) e poi l’estremo difensore avversario (parato un rigore a Nuzzolo al 56′) si sono opposti ai desideri di vittoria dei rossoneri. Alla fine, hanno prevalso gli avversari, apparsi in ripresa dopo alcune prestazione poco convincenti: a risolvere la partita, Kutesa al al 73′, con una bella conclusione dal limite. La vittoria rilancia così i Brodisti, a caccia di un posto in Europa.

Campo centrale, domenica, era lo Stade de Suisse, teatro del derby bernese. I padroni di casa hanno asfaltato i rivali, andando a rete 4 volte in 39′ (Sow al 5′, Hoarau al 10′, Lauper al 22′ e Ngamaleu).

Nella ripresa, i gialloneri hanno tolto il piede dall’acceleratore, consentendo ai biancorossi di trovare il gol con Salanović, al 51′. Ma non era ancora finita, visto che, 10′ più tardi, Hoarau ha confezionato la manita, insaccando di testa un traversone di Benito. Ultimo sussulto, una traversa di Nsame, all’81’.

La capolista, quindi, prosegue la sua serie positiva che dura dal 6 ottobre, mentre i rivali, ancora terzi, inanellano la settima partita senza vittorie.

Al Tourbillon, fuochi d’artificio tra Sion e Lucerna, in una delle tante sfide che, da qua alla fine, vedranno in palio l’Europa League. sono stati fermati sul pari dal Lucerna. Ha aperto le danze Lenjani dopo solo 10″ (eguagliato il record di Konaté del 2015), con una rasoiata dal limite. Ospiti in rete al 9′ con Vargas, che ha finalizzato una bella azione dei suoi, con un tocco sottomisura, su assist di Schürpf.

Gli ospiti sono addirittura passati in vantaggio al 63′, con Eleke, abile a insaccare di tacco su azione da calcio d’angolo. Dopo soli 2′ però i vallesani hanno riequilibrato l’incontro, grazie a un colpo di testa di Uldrikis. Il Lucerna, a 34 lunghezze e con la partita da recuperare in casa mercoledì, con lo Young Boys (che ha battuto poche settimane fa in Coppa svizzera), ha quindi la possibilità di raggiungere il quarto posto.

Il Lugano, impegnato nella difficile trasferta di Basilea, torna invece da oltre Gottardo con un punto, che gli permette di allungare sullo Xamax alle spalle e di rimanere, al contempo, attaccato al trenino europeo. Non è stata una partita bellissima, quella del St Jacob-Park, con i bianconeri costretti a sostituire Baumann, per infortunio, al 30′, e Bottani con Sadiku a inizio ripresa per lo stesso motivo.

Ed è stato proprio l’attaccante albanese, al 67′, a trovare la rete, con una fiondata da 25′, festeggiata polemicamente dal giocatore, al quale è seguito il pareggio siglato da Suchy al 75′, riprendendo il pallone dopo una presa difettosa di Da Costa. Soddisfazione e anche rammarico per i ticinesi, che sembravano aver in pugno la sfida, dopo aver giocato un incontro attento in copertura. Alle 13, il tradizionale approfondimento dedicato alla partita dei sottocenerini.

RSL svizzera – Risultati 28/a giornata

Sabato 6 aprile

Grasshopper-Zurigo  1-1  (0-1)
Xamax-San Gallo  0-1  (0-0)

Domenica 7 aprile

Sion-Lucerna  2-2  (1-1)
Young Boys-Thun  5-1  (4-0) 
Basilea-Lugano  1-1  (0-0)  

CLASSIFICA PROVVISORIA RSL SVIZZERA 2018/19 – 28/a giornata – Lucerna, Young Boys, Sion e Grasshopper una partita in meno

Pos. Squadra Diff. reti Punti | Pos. Squadra Diff. reti Punti
1 Young Boys +49 72 | 6 Lucerna -6 34
2 Basilea +13 52 | 7 Sion -2 33
3 Thun +5 38 | 8 Lugano -3 33
4 San Gallo -9 35 | 9 Xamax -20 26
5 Zurigo -4 34 | 10 Grasshopper -23 21

Legenda: qualificate ai preliminari della CL, qualificate ai preliminari di EL, allo spareggio per non retrocedere con la 2/a di Challenge League, retrocessa in Challenge League

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.