Europei Under-21, Di Biagio: “Porteremo i migliori”. Ecco i possibili convocati

A due mesi e mezzo dall’inizio degli Europei Under-21, in programma in Italia e a San Marino dal 16 al 30 giugno, è già partito il toto-convocati. Oltre che per il prestigio, la massima manifestazione continentale vale anche come qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020 (basterà arrivare almeno in semifinale). Appuntamento da non fallire per gli Azzurrini, che sono stati inseriti nel gruppo A in compagnia di Spagna, Belgio e Polonia.

Il commissario tecnico Luigi Di Biagio è intenzionato a selezionare i migliori talenti per affrontare il torneo: «Tutti sono arruolabili. Una cosa è certa: avrò a disposizione la squadra più forte possibile», ha ribadito più volte l’ex centrocampista. Per dare manforte all’Under-21 è probabile che scendano dalla Nazionale maggiore i vari Nicolò Barella, Federico Chiesa, Gianluigi Donnarumma, Moise Bioty Kean, Gianluca Mancini, Lorenzo Pellegrini e Nicolò Zaniolo.

L’allenatore classe ’71 dovrà comunque confrontarsi con il CT della Nazionale A Roberto Mancini e con il selezionatore dell’U20 Paolo Nicolato. Gli Azzurri saranno impegnati nelle gare di qualificazione a Euro 2020 contro la Grecia ad Atene (8 giugno) e contro la Bosnia Erzegovina a Torino (11 giugno), mentre l’Under-20 parteciperà ai Mondiali di categoria in programma in Polonia tra il 23 maggio e il 15 giugno.

Andiamo a scoprire, ruolo per ruolo, i possibili convocati di mister Di Biagio per gli Europei 2019.

PORTIERI – Posto assicurato per il blucerchiato Emil Audero e per il partenopeo Alex Meret. Resta da vedere se Gigio Donnarumma, diventato nel frattempo titolare della Nazionale A, scenderà in Under-21 oppure se la titolarità sarà affidata a uno dei due estremi difensori cresciuti rispettivamente nella Juventus e nell’Udinese. Proprio nel club friulano si è formato Simone Scuffet, attualmente in forza ai turchi del Kasımpaşa e pronto a ricoprire l’incarico di terzo portiere in caso di mancata chiamata del collega milanista.

DIFENSORI – Il pacchetto di centrali potrebbe contare sul rinforzo dell’atalantino Gianluca Mancini, che si aggiungerebbe ai confermati Kevin Bonifazi e Alessandro Bastoni andando a formare un terzetto di sicura affidabilità. Come quarto, invece, si profilerebbe una lotta a tre fra il bolognese Arturo Calabresi, in grado di ricoprire tutti i ruoli del reparto arretrato, il napoletano Sebastiano Luperto e il cagliaritano Filippo Romagna. Davide Calabria è il titolare della corsia destra, come alternativa, invece, il sassolese Claud Adjapong si gioca il posto con il clivense Fabio Depaoli. A sinistra il parmense Federico Dimarco è una garanzia, soprattutto sui calci piazzati, ma attenzione anche a Luca Pellegrini, autore di prestazioni importanti con il Cagliari e determinato a vincere il ballottaggio con il genoano Giuseppe Pezzella per conquistare un posto tra i 23.

CENTROCAMPISTI – Tanta qualità sulla linea mediana che potrebbe essere rafforzata dagli innesti di Nicolò Barella, Lorenzo Pellegrini e Nicolò Zaniolo, tutti e tre già nel giro della Nazionale maggiore così come il capitano degli Azzurrini Rolando Mandragora e il talento del Brescia Sandro Tonali. A completare il sestetto di centrocampisti ecco il prodotto del vivaio del Milan Manuel Locatelli, attualmente protagonista con la maglia del Sassuolo. A rischio esclusione i frusinati Luca Valzania e Francesco Cassata, lo spallino Alessandro Murgia e l’atalantino Matteo Pessina.

ATTACCANTI – Il CT Di Biagio spera nel doppio colpo dalla Nazionale A, parliamo di Federico Chiesa e Moise Bioty Kean. Il figlio d’arte in forza alla Fiorentina è da due anni stabilmente aggregato agli Azzurri, ma potrebbe tornare con l’Under-21 per prendersi una rivincita dopo la delusione del 2017 in Polonia (eliminazione in semifinale contro la Spagna). Kean sta attraversando un momento magico: due gol in altrettante partite ufficiali con l’Italia e tre reti decisive con la Juventus nell’ultimo mese. Classe 2000, è virtualmente convocabile anche per l’Under-20 che a maggio disputerà il Mondiale. Competizione che potrebbe vedere protagonista Andrea Pinamonti (4 gol in 19 presenze in Serie A con il Frosinone) in caso di mancata chiamata dall’Under-21. Il milanista Patrick Cutrone è già certo di un posto fra i 23, ottime quotazioni anche per il bolognese Riccardo Orsolini e per il granata Vittorio Parigini. Possibili outsider Federico Bonazzoli del Padova, Andrea Favilli del Genoa, Gabriele Moncini del Cittadella, Daniele Verde del Real Valladolid e Luca Vido del Perugia.

I possibili 23 convocati:

Portieri: Gianluigi Donnarumma (Milan), Emil Audero (Sampdoria), Alex Meret (Napoli);
Difensori: Claud Adjapong (Sassuolo), Alessandro Bastoni (Parma), Kevin Bonifazi (Spal), Davide Calabria (Milan), Federico Dimarco (Parma), Gianluca Mancini (Atalanta), Luca Pellegrini (Roma), Filippo Romagna (Cagliari);
Centrocampisti: Nicolò Barella (Cagliari), Manuel Locatelli (Sassuolo), Rolando Mandragora (Udinese), Lorenzo Pellegrini (Roma), Sandro Tonali (Brescia), Nicolò Zaniolo (Roma);
Attaccanti: Federico Chiesa (Fiorentina), Patrick Cutrone (Milan), Moise Kean (Juventus), Riccardo Orsolini (Bologna), Vittorio Parigini (Torino), Andrea Pinamonti (Frosinone).

Probabile formazione – Italia U21 (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Mancini, Bonifazi, Dimarco; Mandragora (Zaniolo), Barella, Lo. Pellegrini; Chiesa, Cutrone, Kean. CT: Di Biagio.

Condividi
Classe ’91, laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2. Calciofilo DOC, inviato per CalcioMercato.com, ha scritto anche per il sito ufficiale del Frosinone Calcio.