Formula E, a Hong Kong vince Mortara tra le polemiche

La Formula E, quest’anno, sta regalando molte sorprese e tanti colpi di scena. Se in Messico avevamo assistito a un finale clamoroso, l’ePrix di Hong Kong non è stato da meno: Bird vince ma viene penalizzato per un contatto in fase di sorpasso con Lotterer, e la vittoria finisce quindi nelle mani di Edoardo Mortara, al primo trionfo nella categoria. Andiamo dunque a vedere promossi e bocciati di questo round del campionato di Formula E.

Chi sale

Lucas Di Grassi – Gara tranquilla per il brasiliano, che si tiene lontano dai guai e, grazie alla penalità inflitta a Bird, chiude al secondo posto. Di Grassi ora è secondo anche in campionato, proprio dietro all’inglese della Virgin, anche se di una sola lunghezza.

Edoardo Mortara – Lo svizzero ha dato una svolta alla propria stagione nello scorso ePrix, e a Hong Kong è riuscito a ottenere la prima vittoria in carriera nella categoria. Anche se arrivato grazie alla penalità di Bird, questo trionfo è fondamentale per Mortara, che ora si trova al quarto posto in classifica generale a due punti dalla vetta.

Robin Frijns – Secondo podio stagionale per l’olandese, che si sta dimostrando uno dei piloti più costanti quest’anno.

Chi scende

Felipe Nasr – Il brasiliano finisce a muro a inizio gara, eliminando anche le due Mahindra di Wehrlein e di D’Ambrosio, che perde la vetta della classifica generale.

HWA Racelab – Il team ha potenzialità importanti, lo dimostra la pole ottenuta da Vandoorne. Ma il belga è stato costretto all’ennesimo ritiro per un guasto. Troppi problemi di affidabilità – anche se Paffett è riuscito ad arrivare al traguardo e a chiudere ottavo.

Jean-Eric Vergne – Non sembra essere l’anno del francese campione del mondo in carica: altro 0 in classifica dopo una prestazione deludente.

Condividi
Vicentino, classe '96, calcisticamente legato al Vicenza e al Southampton, appassionato di (quasi) tutto ciò che è sport, di tecnologia e del buon cibo. Aspira a fare della propria passione un lavoro.