Super Bowl LIII – Patriots nella leggenda col sesto titolo, battuti 13-3 i Rams

Giù il cappello davanti ai New England Patriots. Non resta altro da fare di fronte che è ormai ufficialmente la dinastia più dominante di tutti gli sport americani. La coppia Belichick-Brady è stata infatti capace di vincere sei Super Bowl uguagliando il record dei Pittsburgh Steelers in soli diciassette anni (contro i trentacinque dei gialloneri). Praticamente dal 2002 a oggi un Super Bowl ogni tre ha trovato casa a Boston.

Quello del Mercedes-Benz Stadium di Atlanta è stato il Super Bowl col punteggio più basso di sempre, con la difesa di New England capace di limitare gli sfavoriti Los Angeles Rams ad appena tre miseri punti. 13-3 è stato il risultato finale, con il punteggio che al termine del terzo quarto era fermo sul 3-3 dopo i field goal di Gostkowski e Zuerlein, quest’ultimo decisivo nella vittoria dei Rams sui New Orleans Saints nell’NFC Championship. Nonostante fino all’ultimo quarto i Patriots avessero macinato molte più yard degli avversari, con un Edelman semplicemente perfetto (10 ricezioni, 141 yard) e poi premiato MVP, la resa dei conti è arrivata solo nei dieci minuti finali. Ancora una volta Brady ha costruito il drive decisivo, completato dalla corsa da due yard di Michel che alla prima apparizione in end zone ha permesso a New England di portarsi sul 10-3. Il field goal di Gostkowski e l‘intercetto di Gilmore hanno poi chiuso la contesa. I Patriots erano favoriti, ma la cosa incredibile è come praticamente ogni volta riescano a vincere trovando un modo diverso di farlo. Questa volta a essere decisiva è stata la difesa che ha letteralmente azzerato l’attacco di McVay: Los Angeles è stata costretta al punt nei primi otto drive, cosa mai successa prima in un Super Bowl.

Bisogna quindi aggiornare il libro dei record per la franchigia del Massachusetts. Sesto anello come detto per Brady (primo giocatore di sempre a riuscirci) e Belichick (coach più anziano con sessantasei anni). Altro dato pazzesco: nove Super Bowl giocati (sei vinti e tre persi) in diciassette anni. I conti sono presto fatti: dal 2002 a oggi un anno su due i Patriots sono arrivati alla finalissima. Trentasettesima vittoria ai playoff (eguagliato anche qua il record degli Steelers) e terza squadra di sempre a vincere il Super Bowl dopo averlo perso l’anno prima. Ecco poi alcuni dei record personali di Brady: maggior differenza di età tra primo e ultimo Super Bowl vinti, giocatore più anziano di sempre a vincere il titolo (quarantun anni), record per passaggi, passaggi completati e yard nei Super Bowl.

Il prossimo appuntamento con la NFL è fissato per il draft di aprile, poi inizierà ancora una volta la caccia ai Patriots. Qualcuno riuscirà a mettere fine al loro dominio nella AFC? Negli ultimi anni Steelers, Jaguars e Chiefs non ce l’hanno fatta. E nel caso anche l’anno prossimo fallissero, chi della NFC potrà essere in gradi di ripetere quarto fatto da Philadelphia nel Super Bowl del 2018? C’è tempo per pensarci, ma la certezza rimane per ora una: chiunque dovrà per il diciottesimo anno di fila fare i contri coi New England Patriots.

Condividi
Nato a Genova, dove vive attualmente. Ama molti sport tra cui basket, calcio, football americano e tennis. Segue il calcio italiano, europeo e sudamericano, con una forte passione per il campionato argentino.