Da Allan a Benatia, quanti scontenti in Serie A! Ecco chi può seguire le orme di Higuaín

L’ultima settimana di calciomercato è appena iniziata, e la sensazione è che da qui alla fine in Serie A ci saranno ancora tanti movimenti. Protagoniste in entrata ma anche in uscita le big, che fin qui non hanno regalato colpi ad effetto se non in prospettiva, come Ramsey e Godín, acquisti top per Juventus e Inter ma che arriveranno in Italia solamente nella prossima stagione.

L’unica eccezione è rappresentata dal Milan che, dopo aver piazzato il colpo Paquetà, ha scippato Piątek al Genoa per sostituire lo scontento Higuaín. Un acquisto che non era dunque nei piani della società Rossonera, ma che per via del mal di pancia dell’argentino si è concretizzato. Una situazione, questa, in cui potrebbero presto trovarsi anche altre squadre, dato che gli scontenti del nostro campionato sono ancora tanti nonostante la chiusura del mercato sia alle porte. Lo sa bene la Juventus di Massimiliano Allegri, che in queste ore ha chiuso per il ritorno in Bianconero di Martín Cáceres, acquistato in via preventiva per sostituire il partente Medhi Benatia: il marocchino ha ufficialmente chiesto la cessione perché vorrebbe giocare di più, e le richieste non mancano, soprattutto dall’estero. Per il club torinese, tra l’altro, non è il primo malumore stagionale da affrontare, dato che qualche mese fa anche Rugani aveva espresso la stessa volontà del compagno di reparto, probabilmente ripensandoci dopo l’aumento di minutaggio concessogli da Allegri.

Un caso spinoso quello di Benatia ma di sicuro non pericoloso come quello relativo ad Allan, che per il Napoli è un titolare inamovibile. Le sirene francesi del PSG hanno tentato e non poco il brasiliano, come confermato da Ancelotti in conferenza stampa, e trattenerlo controvoglia potrebbe influenzare lo spogliatoio come accaduto al Milan per il mal di pancia del Pipita. L’offerta dei parigini sarebbe anche allettante, ma a frenare l’operazione è il poco tempo a disposizione dei partenopei, per trovare un degno sostituto. Procedendo in ordine di classifica, troviamo uno scontento anche in casa Inter: si tratta di Antonio Candreva che, come confermato in settimana dal suo agente, vorrebbe più spazio e starebbe valutando alcune offerte. La società Nerazzurra lo lascerebbe partire senza grossi problemi, ma c’è da valutare anche il caso Perišić, giocatore che ha ormai rotto con l’ambiente e vorrebbe cambiare aria. Anche in questo caso l’operazione sembra difficile a Gennaio, perché l’Inter ha già perso Keita per infortunio e dovrebbe comunque sbloccare anticipatamente le situazioni legate a de Paul e Thauvin, reputati sostituti ideali del croato.

Non sono solo le big però ad avere problemi con calciatori di malumore, che sono davvero tanti e quasi tutti bomber o presunti tali. La Samp, ad esempio, è pronta a lasciar andare Kownacki, mentre i cugini del Genoa si libereranno probabilmente di Gianluca Lapadula, non contento di aver collezionato una sola presenza in campionato fin qui. A Bologna invece tiene banco il caso Mattia Destro, mai preso seriamente in considerazione da Inzaghi e pronto a fuggire via per cercare il riscatto altrove. La Fiorentina continuerà invece a puntare su Pjaca, perché Eysseric chiede da mesi di tornare in patria e Théréau è invece finito praticamente fuori rosa. Per la maggior parte di questi casi, una cessione accontenterebbe entrambe le parti interessate, ma il cronometro del calciomercato scorre e non rimane più molto tempo.

Condividi
Giornalista e telecronista, classe '96. Vincitore del Workshop 2017 di Sportitalia, malato di calcio italiano e non. Innamorato dello sport in generale, seguo anche il volley ed il tennis.