Chievo-Frosinone, gara da dentro o fuori al “Bentegodi”

Ultima contro penultima, ChievoVerona contro Frosinone. Domani pomeriggio – calcio d’inizio alle 15 – si affrontano al “Bentegodi” due formazioni a caccia di preziosi punti salvezza. Una sfida da dentro o fuori, soprattutto per i clivensi che, con l’arrivo di Domenico Di Carlo in panchina, hanno ottenuto cinque pareggi consecutivi prima di uscire sconfitti nello scorso turno sul campo della Samp. Stagione tribolata per il Céo che ha iniziato il proprio campionato con tre punti di penalizzazione dovuti alle note vicende delle plusvalenze fittizie realizzate con l’ormai fallito Cesena, dovendo poi far fronte al doppio cambio di guida tecnica con D’Anna, Ventura e Di Carlo appunto ad avvicendarsi.

Il ko nel Boxing Day con la Sampdoria ha lasciato l’amaro in bocca per come è maturato. Nella prima frazione i gialloblù hanno tenuto botta contro i blucerchiati pressando alto gli avversari e ripartendo in velocità, soprattutto con i giovani Kiyine e Léris. L’approccio nella ripresa, però, è stato decisamente sbagliato e nel giro di nemmeno un quarto d’ora sono arrivate le reti di Quagliarella e Ramírez. La squadra clivense è apparsa fin troppo arrendevole e, per una compagine in lotta per la salvezza, questo atteggiamento è decisamente deleterio. Insomma, nel secondo tempo di “Marassi” non si è visto lo spirito che caratterizza da sempre il Chievo.

Di Carlo dovrà ricaricare le pile dei suoi per il match decisivo con il Frosinone di Marco Baroni, che, invece, si gode il bel pareggio ottenuto con il Milan. Un risultato che sta addirittura stretto ai ciociari che si sono visti annullare dal VAR un gol a Ciano sul finire del primo tempo per un fallo avvenuto in avvio di azione e inizialmente giudicato regolare dall’arbitro Guida. Nel finale di gara i giallazzurri sono andati di nuovo vicini al colpaccio, ma Donnarumma ha detto no facendo capire a tutti il motivo per cui difende i pali della Nazionale azzurra. Si tratta del secondo pareggio in altrettante uscite per il neo tecnico frusinate che ora punta a chiudere in bellezza il girone d’andata.

Il Leone visto contro Udinese e Milan fa ben sperare i propri tifosi e un successo contro una diretta concorrente darebbe ulteriore carica all’ambiente e alla squadra, che sembra aver ritrovato la giusta “tigna” dopo il cambio di guida tecnica. Il clima in campo sarà infuocato, con le due compagini che hanno bisogno dei tre punti. Il Chievo va ancora a caccia del primo successo stagionale, mentre il Frosinone vuole accorciare il gap sul quartultimo posto occupato dall’Udinese, attualmente distante cinque lunghezze. Chi riuscirà a mantenere i nervi saldi avrà certamente maggiori chance di fare bottino pieno. Il pareggio serve a poco o nulla, perciò al “Bentegodi” si prospetta un vero e proprio spareggio per restare agganciati al treno salvezza.

Condividi
Classe ’91, laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2. Calciofilo DOC, inviato per CalcioMercato.com, ha scritto anche per il sito ufficiale del Frosinone Calcio.