Fantacalcio Serie A 2018/19: i consigli su chi evitare nella 18/a giornata

Fare la formazione prima del primo anticipo di Serie A è uno dei riti sacri per il fantacalcista. Quello è il momento dei dubbi, delle certezze, delle scelte. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa scellerata. E ci sono tante varianti da tener conto: intanto, bisogna sapere chi è destinato a saltare il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), per i restanti, occorre valutare come hanno vissuto la settimana di allenamenti e gli incroci che regala loro il calendario. Poi è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una buona dose di fondoschiena. Ma la fortuna va aiutata e per questo, con umiltà, vi lasciamo qualche consiglio su chi evitare, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

POLLICE GIÙ – Altro turno tutto da gustare per noi fantallentori. La diciottesima di campionato si svolgerà tutta in una giornata: un Santo Stefano all’insegna del grande calcio. Buone notizie, dunque, visto che avremo a disposizione tutti i convocati prima di schierare la formazione. In quanto agli assenti, ci sono 7 squalificati: Tolói, Palomino, Bruno Alves, Calaiò, Rogério, Kurtić e Behrami. Oltre a loro e agli infortunati di vecchia data, diversi acciaccati recenti (Bertolacci, Borini, Suso, de Roon, Bernardeschi, Falcinelli, Klavan, Barreto, Cacciatore, Birsa, Duncan, Djourou e Djidji) e qualche giocatore in dubbio (e per questo consigliamo di schierare la formazione il 26 mattina, entro le 12:30): Dijks, Barillà, Lo. Pellegrini, El Shaarawy, Missiroli, Sirigu, Miranda e Mário Rui.
In quanto alla flop 11 di questa giornata, il posto fra i pali spetta di diritto al portiere del Frosinone, Marco Sportiello, che se la vedrà con un Milan agguerrito e in cerca di punti pesanti per rilanciare le proprie ambizioni in ottica Champions. In difesa, invece, i tre che meno ci convincono sono Hysaj (a rischio panchina a San Siro e, se anche dovesse giocare, dovrà marcarsi il ritrovato Perišić), Gagliolo (trasferta tosta a Firenze per i ducali, poi la difesa potrebbe accusare l’assenza dell’esperto Bruno Alves) e Chiellini (turnover in vista in casa Juve, con Benatia che potrebbe far rifiatare proprio il Chiello nazionale). In mezzo, quattro nomi con scarse chance di portarvi bonus: Verdi partirà dalla panchina contro l’Inter, stessa cosa, dall’altra parte, per l’interista Gagliardini (la sensazione è che Spalletti, in questo momento, gli preferisca Vecino e Borja Valero); Luca Rigoni si gioca una maglia con Štulac, ma, a parte questo, sembra aver perso lo smalto sotto porta, mentre Giaccherini è in ballottaggio con Birsa per una maglia in quel di Genova contro la Samp. Dulcis in fundo, un tridente da mani nei capelli: La Gumina difficilmente inciderà in trasferta contro il Torino, discorso simile per Daniel Ciofani, allo Stirpe contro il Milan. L’ultimo sconsigliato, non ci crederete, è Cristiano Ronaldo: contro la Roma ha giocato al di sotto delle proprie potenzialità e pare che Allegri sia intenzionato a concedere un po’ di riposo anche a un marziano come lui.

I CONSIGLI SU CHI SCHIERARE NELLA 18/A GIORNATA

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.