Coppa Italia, 4° turno – La Virtus Entella regola ai rigori il Genoa, passa anche il Torino

L’avevamo lasciata ad agosto e oggi è già tempo di Coppa Italia e dell’ultimo turno, il quarto, prima dell’ingresso delle big della massima divisone. Sedici le squadre coinvolte che cercano l’accesso agli Ottavi di finale in gare a eliminazione diretta: otto di Serie A, tre di Serie B e cinque di Serie C.

Nella prima gara in programma, appena conclusasi, il Benevento liquida col minimo scarto il Cittadella grazie alla rete nella ripresa di Bandinelli, abile a finalizzare un contropiede, in collaborazione con Asencio, da lui stesso avviato. Per i campani, negli ottavi, ci sarà l’Inter. Perentorio 3-0 del Bologna sul Crotone; apre e chiude le marcature Orsolini: in occasione del primo viene assistito da una gran bella giocata di Poli che recupera palla e imbuca per il compagno, nel secondo fa tutto da solo e infila la sfera all’angolino con un un tocco velenoso. Nel mezzo, il colpo di testa di Falcinelli a tramutare in gol uno spiovente teso dello stesso Orsolini. Per i Felsinei ci sarà la Juventus. Fattore campo decisivo anche nel successo in rimonta della Sampdoria sulla SPAL: ospiti in vantaggio con un gran gol di Floccari, Defrel agguanta il pari nel finale di frazione capitalizzando al massimo un assist di Jankto e Kownacki chiude i conti ribadendo a rete un cross di Saponara e approfittando di una uscita scriteriata di Milinković-Savić. Nel prossimo turno i Blucerchiati dovranno vedersela col Milan.

Grande battaglia tra Novara e Pisa e alla fine la spuntano gli Azzurri nel finale grazie a un guizzo a tempo scaduto di Manconi. I toscani escono a testa alta, ma le reti di Marconi e Lisi non servono a nulla. Per i piemontesi agli ottavi ci sarà la Lazio. Onore delle armi per il Catania che tiene testa e per gran parte dell’incontro mette sotto il Sassuolo: Neroverdi in vantaggio con Matri, abile ad approfittare di uno svarione di Silvestri. I siciliani reagiscono e trovano il pari con il croato Brodić ma sono costretti a capitolare a dieci dal termine per via del gol di Locatelli praticamente a porta vuota. Ad aspettare gli uomini di De Zerbi c’è il Napoli. Unico successo in trasferta quello del Cagliari sul Chievo: botta e risposta nella prima frazione con le reti di Cerri e Léris e, in generale, partita avvincente risolta da Pisacane nella ripresa con un colpo di testa vincente. I sardi nel prossimo turno troveranno l’Atalanta.

Se le danno di santa ragione con gol e spettacolo Genoa e Virtus Entella: ospiti in vantaggio due volte con Simone Icardi e raggiunti su rigore da Piątek; poi, sotto nei tempi supplementari per via di un’altra massima punizione trasformata questa volta da Lapadula e pari a tempo scaduto dell’ungherese Adorján. Ma i rigori, alla fine, puniscono proprio i Rossoblù, che sbagliano dagli undici metri prima con Bessa e poi proprio con Lapadula. Agli ottavi vanno i Diavoli Neri e ci sarà la Roma ad aspettarli. Infine, il Torino si regala l’ottavo di finale contro la Fiorentina archiviando la pratica Südtirol col più classico dei risultati in virtù delle reti di Soriano ed Edera.

QUARTO TURNO
Sampdoria-SPAL  2-1  34′ Floccari (SP), 45’+1 Defrel (SA), 82′ Kownacki (SA)
Sassuolo-Catania  2-1  14′ Matri (S), 41′ Brodić (C), 80′ Locatelli (S)
Novara-Pisa  3-2  16′ Marconi (P), 22′ Peralta (N), 53′ Bove (N), 72′ Lisi (P), 90’+1 Manconi (N)
Benevento-Cittadella  1-0  77′ Bandinelli
Torino-Südtirol  2-0  24′ Soriano, 81′ Edera
Genoa-Virtus Entella  9-10 (3-3 dopo 120′) 20′ Icardi (V), 27′ rig. Piątek (G), 83′ Icardi (G), 86′ rig. Piątek (G), 110′ Lapadula (G), 120’+2 Adorján (V)
Bologna-Crotone  3-0  40′ Orsolini, 56′ Falcinelli, 67′ Orsolini
ChievoVerona-Cagliari  1-2  8′ Cerri (CA), 18′ Léris (CV), 68′ Pisacane (CA)

ACCOPPIAMENTI OTTAVI DI FINALE
Milan-Sampdoria
Napoli-Sassuolo
Lazio-Novara
Inter-Benevento
Fiorentina-Torino
Roma-Virtus Entella
Juventus-Bologna
Atalanta-Cagliari

Condividi
Giornalista, appassionato di storia, letteratura, calcio e mediani: quegli “omini invisibili” che rendono imbattibile una squadra. Il numero 8 come fisolofia di vita: grinta, equilibrio, altruismo e licenza del gol.