Copa Argentina – Central e Gimnasia vincono ai rigori e sono le due finaliste

Per la quarta volta negli ultimi cinque anni il Rosario Central raggiunge la finale della Copa Argentina. Dopo aver vinto il Clásico contro il Newell’s Old Boys nei quarti di finale, la squadra di Bauza ha dovuto faticare parecchio piegando la resistenza di uno stoico Temperley solo ai calci di rigore in semifinale. Dopo il gol di Zampedri infatti sembra essere finita la sfida, ma Mazur nei minuti di recupero ha pareggiato per la squadra di B Nacional (fino all’anno scorso in massima serie) portando la partita ai calci di rigore. A differenza dei quarti di finale contro il San Lorenzo in cui erano stati perfetti, qua arrivano due fatali errori dal dischetto per il Temperley con Castro e Costa. Nel Central sbaglia invece solo Caruzzo, tanto basta per andare in finale. Dopo averne perse tre, ora il Canalla vuole finalmente alzare la coppa per spezzare la maledizione.

Di fronte troverà però un Gimnasia motivato più che mai a riscrivere il proprio nome su un trofeo dopo troppi anni di oblio. Merito di Pedro Troglio, che è tornato a La Plata e ha ridato un’identità a una squadra smarrita da tanto tempo. Il cammino del Lobo è stato esaltante: dopo aver eliminato il Boca Juniors infatti, ha fatto fuori in semifinale il River Plate campione in carica. Anche questa sfida si è decisa ai calci di rigore. Il River è passato due volte in vantaggio con Martínez e Pratto, ma è stato in entrambi i casi raggiunto: prima da Faravelli e poi da Silva. Dagli undici metri l’errore decisivo è stato quello di Maidana, che ha fatto così partire l’esultanza del Gimnasia.

L’appuntamento per la finale è fissato per giovedì 6 dicembre (il 7 all’1:10 ora italiana).

RISULTATI

Temperley-Rosario Central  2-4 dcr  (1-1; 53′ Zampedri (C), 90’+1 Mazur (T))
River Plate-Gimnasia  4-5 dcr  (2-2; 30′ L. Martínez (R), 34′ Faravelli (G), 47′ Pratto (R), 60′ Silva (G))

FINALE

Rosario Central-Gimnasia

Condividi
Nato a Genova, dove vive attualmente. Ama molti sport tra cui basket, calcio, football americano e tennis. Segue il calcio italiano, europeo e sudamericano, con una forte passione per il campionato argentino.